Fabrizio Barbazza

Share via email
Rigon.jpg'

Fabrizio Barbazza

Monza (MI), 2 aprile 1963
Stagioni: 1993
GP disputati: 8

Miglior risultato in gara: 6° (GP Europa, GP S. Marino 1993)

Punti conquistati: 2


Dopo gli inizi in motocross Fabrizio Barbazza, a 19 anni, passa all’automobilismo dedicandosi alla Formula Monza. L’anno successivo approda al campionato italiano di F3: il primo anno non ottiene risultati di prestigio, nel 1984 conclude al 6° posto e, nel 1985, vince alcune gare classificandosi 3° in graduatoria. Visti i buoni risultati ottenuti in F3, Barbazza decide di andare a correre in America, nella neonata serie Firestone Indy Lights, vincendo subito il titolo di categoria, con cinque gare e tre pole position conquistate. L’anno seguente l’italiano passa alla Formula CART e, grazie al 3° posto ottenuto ad Indianapolis, gli viene assegnato il titolo di “Rookie of the year” 1987. Abbandonata la categoria nel 1988 vi ritorna l’anno successivo, ma senza ottenere vittorie. Nel 1990 lascia per la seconda volta la Champ Car per la Formula 3000 ma la stagione non è entusiasmante. Nonostante il deludente risultato, nel 1991 viene ingaggiato dalla AGS-Cosworth di F1, tuttavia la vettura non è competitiva e Fabrizio fallisce sempre la qualificazione. Per il 1993 la Minardi gli offre la possibilità di tornare in F1. Con la M193 motorizzata Ford riesce a cogliere due punti, frutto di due sesti posti ottenuti sotto il diluvio di Donnington e ad Imola. Nonostante ciò a metà stagione la scuderia faentina lo appieda e il monzese abbandona definitivamente la F1. Nel 1995 Barbazza è vittima di un gravissimo incidente durante una gara della serie IMSA ad Atlanta che segna per lui il definitivo addio all’attività agonistica. A partire dal 2008 è divenuto un apprezzato costruttore di telai kart.