Jarno Trulli

Share via email
Rigon.jpg'

Jarno Trulli

Pescara, 13 luglio 1974
Stagioni: 1997
GP disputati con Minardi: 6
Miglior risultato in gara: 9° (GP Australia, GP Argentina 1997)
Punti conquistati: 0


Trulli entra in contatto con il mondo dei motori a 9 anni, quando inizia a guidare i kart. L’abruzzese ottiene vari successi sia nelle categorie italiane che internazionali. Nel 1995 esordisce nella F3 tedesca cogliendo due vittorie, mentre l’anno dopo vede invece il dominio dell’italiano che si aggiudica il titolo e un contratto da collaudatore alla Benetton. Per il 1997 Jarno, che avrebbe dovuto disputare il campionato di Formula 3000 giapponese, si accasa alla Minardi con la quale debutta in F1. Corre per la scuderia faentina le prime sette gare poi, in seguito all’infortunio di Olivier Panis, passa alla Prost, vettura con la quale riesce a mettersi in luce ottenendo ottime prestazioni, non sempre però finalizzate da punti. Il GP che consacra definitivamente il pescarese è quello d’Austria, quando, scattato dalla terza posizione, comanda autorevolmente la gara per 37 giri prima di ritirarsi in seguito a cedimento del propulsore. Rientrato dalla convalescenza Panis, Jarno si deve fare da parte negli ultimi tre appuntamenti della stagione, avendo però in tasca la riconferma per l’anno successivo. Nel 1998 e 1999 corre quindi per la scuderia transalpina ma senza risultati, a causa soprattutto della scarsa affidabilità del mezzo meccanico. Il biennio 2000-2001 lo vede seduto nell’abitacolo della Jordan ma, ancora una volta, il livello di competitività della monoposto non è all’altezza delle aspettative e Trulli si deve accontentare di alcuni piazzamenti e della crescente stima nei suoi confronti di tutti gli addetti ai lavori del Circus iridato. Nel 2002 avviene il passaggio alla Renault, team con il quale gareggia per tre anni con risultati in crescendo che culminano, nel 2004, con la sua prima vittoria a Monaco. Tuttavia, i dissapori con Flavio Briatore (manager della squadra francese) portano al divorzio anticipato fra la squadra e il pilota abruzzese che corre le ultime due gare della stagione 2004 con la Toyota. Dal 2005 al 2009 Jarno è la prima guida indiscussa della Toyota, regalando al team nipponico diversi podi e 2 pole positions (al GP degli USA 2005 e in quello del Bahrain 2009).