Pedro Lamy

Share via email
Rigon.jpg'

Pedro Lamy

Aldeia Galega (Portogallo), 20 marzo 1972
Stagioni: 1995, 1996
GP disputati: 24
Miglior risultato in gara: 6° (GP Australia 1995)
Punti conquistati: 1


José Pedro Mourão Nunes Lamy Viçoso è sinora l’unico pilota portoghese ad aver marcato un punto nel mondiale di F1. Ottenuti i primi successi con i kart, nel 1989 si impone nel campionato portoghese di Formula Ford all’età di 17 anni, passa alla Formula Opel Lotus vincendo il campionato al secondo tentativo, nel 1991. L’anno seguente si trasferisce in Germania per correre nella F3 tedesca con il team di Willi Weber: è una stagione trionfale con la conquista del campionato. Nel 1993 disputa il campionato di Formula 3000 cogliendo un’importante vittoria sull’impegnativo tracciato cittadino di Pau e terminando 2° nella classifica finale, alle spalle di Olivier Panis. Nel corso dell’anno, grazie alle buone qualità dimostrate sinora, Pedro ottiene l’opportunità di correre in F1, sostituendo l’infortunato Alessandro Zanardi alla Lotus. Nel 1994 è vittima di un grave incidente durante un test a Silverstone che gli procura la frattura di entrambe le gambe e lo costringe su di una sedia a rotelle per circa un anno. Dopo un’intensa terapia di riabilitazione fisica, firma un contratto per la seconda parte della stagione 1995 con la Minardi, in sostituzione di Pierluigi Martini. Nell’ultima gara del campionato, sul tracciato cittadino di Adelaide, Pedro, partito 17° in griglia, riesce a cogliere il 6° posto finale regalando alla scuderia anglo-faentina l’unico punto dell’anno, viene riconfermato in Minardi anche la stagione successiva. Abbandonata la F1, il portoghese si dedica alle vetture a ruote coperte del campionato FIA GT, dove risulta vincitore nella classe GT2 del 1998. Successivamente, si impone nella 24 Ore del Nürburgring per due anni di fila (2002 e 2003), ottenendo la V8STAR crown nel 2003. Nel 2004 vince la GTS class nella serie Endurance, a Le Mans, con la Ferrari 550 Maranello. Dopo una parentesi come collaudatore per la Aston Martin, nel 2007 viene ingaggiato dalla Peugeot per disputare il campionato Le Mans Series (che si aggiudica in coppia con Stéphane Sarrazin) e la 24 Ore di Le Mans (dove giunge 2°, in coppia con Sarrazin e Sébastien Bourdais).