Davide Rigon, da Silverstone a Spa-Francorchamps

Seicento quaranta chilometri separano Silverstone da Spa-Francorchamps, teatro del secondo round del Mondiale FIA WEC. A quindici giorni dalla gara inaugurale sullo storico tracciato inglese e dai primi punti, Davide Rigon è pronto a fare ritorno alla guida della Ferrari 458 GTE #71, e proseguire la sua avventure nel Mondiale al fianco di AF Corse.

Forte dalla quinta posizione e di un week-end privo di errori, nonostante la pioggia che ne ha condizionato l’esito finale, il talentuoso driver veneto è determinato a migliorare la sua classifica, puntando con decisione al podio. “Il week-end di Silverstone è stato positivo anche se ci aspettavamo qualcosa in più in termini di risultato finale”, commenta Davide Rigon. “In qualifica abbiamo mancato la top 3 per un decimo, il massimo a cui potevamo puntare, dovendoci accontentare comunque di un buon quarto posto. In gara sia io che il mio compagno non abbiamo commesso alcun errore, nonostante le condizioni difficili dettate dalla pioggia, arrivata a gara in corso. Col senno di poi abbiamo ritardato troppo il pit-stop, portandoci dietro fino allo scadere della sesta ora il distacco”, prosegue Davide. “Arrivando da due stagione di successi la Ferrari ha sofferto il balance nei confronti delle Porsche”.

La mente è già rivolta alla prossima sfida e il circuito delle Ardenne dovrebbe sorridere maggiormente alla vettura di Maranello, soprattutto in condizioni di pista asciutta, anche se Spa è famosa per il suo meteo imprevedibile, e non soltanto per il suo fascino. “La pista è assolutamente fantastica e correre qui è sempre emozionante. I sali-scendi e le curve ti regalano un’adrenalina pari a nessun altro tracciato. Rispetto a Silverstone la nostra Ferrari dovrebbe essere favorita, anche se regaliamo qualcosa in condizioni di pista bagnata”, conclude il driver veneto.

Il week end si svilupperà sulla lunghezza di due giorni, da venerdì con i due turni di prove libere e le qualifiche, che determineranno lo schieramento di partenza della 6H in programma sabato 3 maggio a partire dalle 14.30.

Poker d’assi per Bhai Tech in Blancpain Sprint Series

Anno nuovo e sfida nuova. Dopo aver dominato la scena dell’International GT Open conquistando i titoli Team e Piloti con Giorgio Pantano, per il Team Bhai Tech si aprono le porte di una nuova ed esaltante sfida nella Blancpain Sprint Series.

Tra gli undici team e i quaranta piloti iscritti al campionato, il reparto corse dell’Advanced Vehicle Science Centre Bhai Tech di Mestrino si presenterà, questo fine settimana, ai nastri di partenza di Nogaro con le sue McLaren MP4-12C GT3, affidate ad un nuovo gruppo di piloti di elevata esperienza.

A fianco del campione Giorgio Pantano, alla seconda stagione con i colori Bhai Tech, ci sarà il giovane GP2 milanese Fabio Onidi – classe 1988 – per un duo tutto italiano, mentre la seconda vettura sarà affidata ad una nuova ed emozionante coppia di giovani talenti, con l’estone Sten Pentus – classe 1981 e un passato in WSR 3.5 – e il 22enne inglese Daniel Lloyd, pronto al grande salto nel panorama internazionale.

Dopo il successo della passata stagione, quest’anno abbiamo puntato su un campionato ancora più competitivo, con piloti e team di primo livello”, commenta Giorgio Pantano. “L’anno scorso ho preso le misure con la McLaren MP4-12C e con il mondo GT ed è arrivato il titolo. Siamo qui per puntare in alto e fin dalle prove libere cercherò di concretizzare tutto il lavoro svolto nel 2013”, prosegue il talentuoso ed esperto driver veneto che spende alcune parole anche per il neo-compagno Onidi. “Fabio è un pilota molto veloce e sono veramente contento di poter dividere l’abitacolo della McLaren con lui. Insieme formiamo una bellissima coppia”, conclude l’ex pilota F1.

Gli obiettivi sono fissati. Il Team Bhai Tech proverà dunque a bissare i successi della passata stagione in un tour lungo sette appuntamenti, dalla Francia all’Azerbaijan passando per l’Inghilterra (Brands Hatch), Olanda (Zandvoort), Slovacchia (Slovakia Ring), Portogallo (Algarve) e Belgio (Zolder). In un palcoscenico che vedrà impegnate le maggiori case costruttrici, “I Fantastici 4” Pantano-Onidi-Pentus-Lloyd sono determinati a portare nella bacheca un nuovo titolo, potendo contare anche sull’innovativo Simulatore 6-DOF a movimento integrale ospitato nella suite del Quartier Generale di Mestrino.

Inizia da Silverstone il FIA WEC di Davide Rigon

La grande attesa è finita. Questo fine settimana si alzerà il sipario sul campionato per eccellenza nel panorama endurance, con il primo appuntamento nel Mondiale FIA World Endurance Championship.

I 5.891 metri di asfalto e le 6 Ore di gara sullo storico circuito inglese di Silverstone, cornice del Mondiale di Formula 1 fin dagli anni ’50, inaugureranno la stagione sportiva di Davide Rigon al volante della Ferrari 458 GT tre volte iridata #71 del team di Amato Ferrari AF Corse, con l’obiettivo di confermarsi ai massimi livelli sul palcoscenico mondiale.

Dopo il successo di Shanghai, i due secondi posti in Bahrain e San Paolo e il quarto posto del Fuji dello scorso anno con i colori dell’8Star Team, in questa stagione il talentuoso driver veneto vestirà i colori ufficiali della casa di Maranello.

Aspetto con ansia di arrivare a Silverstone e iniziare questa nuova avventura. Abbiamo lavorato molto bene nell’inverno e siamo determinati a iniziare la stagione con il piede giusto. Inutile dirlo. La Ferrari 458 è una vettura fantastica. Con il team di Amato Ferrari si è creato fin da subito un ottimo feeling, così come con James. Visto il livello dei partecipanti sarà una stagione molto combattuta dove i particolari faranno veramente la differenza”, commenta Davide Rigon.

In questa nuova avventura lunga otto appuntamenti – dall’Inghilterra al Brasile, passando per Spa-Francorchamps, 24 Ore di Le Mans, Austin, Fuji, Shanghai e Sakhir – il ventisettenne driver veneto dividerà il volante della gloriosa 458 GTE-Pro con James Calado, terzo classificato della GP2 Series 2013.

Sono molto contento di avere in squadra con me Davide Rigon, dopo l’esperienza della passata stagione con il team 8Star dove aveva conquistato tutto lo staff sia a livello umano che professionale. Il nostro principale obiettivo sarà di bissare i successi della passata stagione con i titoli Costruttori, Team e Piloti”, commenta il Team Owen Amato Ferrari.

I riflettori sul Mondiale WEC si accenderanno con i turni di prove libere, che apriranno le porte alla qualifica – sabato ore 13.00 – per disegnare lo schieramento di partenza della “6 Ore”, in programma domenica a partire dalle 13.00 (ora italiana).

Davide Rigon rinnova con Ferrari e prenota il FIA WEC

Salutato un 2013 ricco di successi al volante della Ferrari Italia 458 GT nei Campionati Blancpain Endurance Series, International GT Open, FIA WEC e condito dalla prestigiosa partecipazione ai Rookie test al volante della F138 sul tracciato di Silverstone, per Davide Rigon è arrivato il prolungamento del suo rapporto con la Scuderia Ferrari.

Il pilota veneto sarà a disposizione della squadra anche nelle stagioni 2014 e 2015, proseguendo una collaborazione iniziata nel 2011, coprendo il ruolo di collaudatore. Accanto all’intenso programma al simulatore F1 Davide potrà partecipare alle sessioni di prove di sviluppo della monoposto. Contestuale al rinnovo con la Scuderia Ferrari è arrivato anche l’impegno a tempo pieno nel FIA World Endurance Championship. Il talentuoso driver veneto gestito dalla Minardi Management di Giovanni Minardi sarà alla guida della Ferrari Italia 458 GT tre volte iridata del team di Amato Ferrari AF Corse, con l’obiettivo di confermarsi ai massimi livelli a livello mondiale.

Dopo il successo a Shanghai, i due secondi posti in Bahrain e San Paolo e il quarto posto del Fuji, quest’anno arriverà per Rigon  il debutto nella competizione più prestigiosa nel panorama endurance: la 24 Ore di Le Mans, in programma il week end del 14-15 giugno.

Otto palcoscenici tra i più prestigiosi attendono Rigon in questo 2014. La prima di campionato è fissata per il 20 aprile sullo storico tracciato di Silverstone, per volare successivamente tra gli spettacolari scenari di Spa-Francorchamps (3 Maggio) e nella magia della 24H. Il 20 settembre il circus si trasferirà invece in America per poi passare in Giappone (12 ottobre), Cina (2 novembre), Bahrain (15 novembre) prima del gran finale ad Interlagos (Brasile) il 30 novembre.

Il 25/26 gennaio  Davide ha inaugurato la sua stagione sportiva prendendo parte alla 24H di Daytona al volante della Ferrari 458 GT

E’ un sogno che ogni giorno diventa realtà. La Scuderia Ferrari è la mia seconda famiglia ed è una grandissima soddisfazione poter collaborare con la squadra più blasonata e importante al mondo. In queste stagioni abbiamo impostato un programma ben definito e potergli dare un seguito è di grande stimolo.  Ci aspettano importanti sfide tecnologiche e siamo pronti ad affrontarle con la massima determinazione. Un ringraziamento particolare lo rivolgo al Presidente Luca Cordero di Montezemolo, al Team Principal Stefano Domenicali e a tutto lo Staff della Minardi Management, al mio fianco da 10 anni” commenta entusiasta Davide Rigon al sito www.minardi.it

Sul fronte GT non vedo l’ora di salire in macchina per la prima gara. Poter correre nel Mondiale FIA WEC è un grande traguardo. Farlo con la Ferrari 458 campione in carica lo rende speciale. La 24H di Le Mans sarà la ciliegina sulla torta” prosegue il vicentino “Daytona è stata una bella esperienza. Grazie a Ferrari ho avuto la possibilità di imparare molti aspetti legati a queste gare” conclude Rigon “Mi sono trovato a mio agio sulla 458 e sono contento dei miei stint. Non ho commesso errori nonostante il gran traffico, visto che c’erano più di sessanta vetture in pista”.

Devo fare i miei più sinceri complimenti a Davide per i risultati conquistati nell’anno appena concluso, grazie ai quali si è meritato il rinnovo della fiducia da parte della Scuderia Ferrari. Come Minardi Management abbiamo lavorato costantemente tutta la stagione per raggiungere gli obiettivi in ottica 2014. Sono convinto che Davide e Ferrari potranno raggiungere importanti traguardi anche in una stagione così ricca di sfide. Per Davide sarà un anno impegnativo, considerando le novità regolamentari della Formula 1 e gli impegni nel Gran Turismo” commenta il manager Giovanni Minardi “ora per lui si aprono gli scenari del FIA WEC. Quest’anno avrà la possibilità di essere al via fin dal primo appuntamento. Il passaggio dalle GT3 alle GT2 era il nostro principale obiettivo per la stagione e come Minardi Management siamo lieti di averlo raggiunto. Partecipare alla 24H di Le Mans sarà sensazionale” conclude il manager faentino

Rigon saluta il FIA WEC con il secondo posto in Bahrain e il titolo per 8Star

Non poteva esserci miglior finale di stagione per Davide Rigon che sul tracciato di Sakhir, teatro dell’ultimo appuntamento Mondiale FIA WEC, conquista con la sua Ferrari 458 GTE il secondo posto, contribuendo in modo determinante alla conquista del titolo Team per l’8Star Motorsport e Costruttori per la Ferrari.

Un ruolino di marcia impressionante quello firmato dal vicentino che, nei quattro appuntamenti in cui ha preso parte al Mondiale, ha conquistato per tre volte il podio, con la vittoria di Shanghai, due secondi posti (Brasile e Bahrain) e il quarto del Fuji per un bottino complessivo di 24 punti.

Come già  successo nell’International GT Open al volante della Ferrari 458 del Villorba Corse il driver veneto ha messo in pista tutto il suo talento e la professionalità che lo hanno contraddistinto in questi anni, aiutando prima Andrea Montermini nella conquista del titolo piloti e ora la compagine 8Star con il successo tra i team su un palcoscenico mondiale, dimostrando di avere tutte le carte in regola per competere tra gli scenari più importanti “Sono veramente felice per questo nuovo podio con cui ho contribuito alla vittoria finale per il team e per la Ferrari. Sono particolarmente felice perché al debutto in un campionato così selettivo e impegnativo come il Mondiale FIA WEC ho conquistato in soli quattro appuntamenti la bellezza di una vittoria, due secondi posti e un quarto” analizza Davide Rigon “Devo ringraziare anche tutto il team con cui si è creato un feeling fantastico. La 458 si è dimostrata una macchina sensazionale come conferma il successo tra i costruttori di Ferrari. Le vetture GT2 sono veramente divertenti da guidare

Per il driver a disposizione della Scuderia Ferrari si chiude una stagione ricca di appuntamenti tra Blancpain Endurance Series, International GT Open e FIA World Endurance Championship, senza dimenticare l’intenso lavoro svolto ai rookie test sulla pista di Silverstone al volante della Ferrari F138  “E’ stato un anno impegnativo e ricco di appuntamenti sia in pista che fuori. All’intenso lavoro al Simulatore Ferrari e sulla F138, ho avuto la possibilità di mettermi alla prova su palcoscenici internazionali e al volante di vetture competitive come la 458” conclude il ventisettenne

Rigon alla 6H del Bahrain nel FIA WEC

Forte del successo alla 6H di Shanghai Davide Rigon questo fine settimane tornerà al volante della Ferrari 458 GTE del team 8Star Motorsport, nell’ultimo appuntamento del FIA World Endurance Championship sulla pista di Sakhir.

Il driver vicentino, a disposizione della Scuderia Ferrari, firmerà così la sua quarta apparizione nel Mondiale Endurance dopo il secondo posto al debutto  ad Interlagos, il quarto di Fuji e la vittoria in Cina, con l’obiettivo di prendere parte all’intera stagione nel 2014 che dal prossimo anno vedrà anche l’arrivo di Mark Webber. Nella 6H del Bahrain, Davide metterà a disposizione il suo talento per aiutare la scuderia a vincere il titolo GTE AM. Dopo il successo di Shanghai la vetta è lontana solamente cinque lunghezze. Il tutto si giocherà quindi in 6H di gara

Vincere a Shanghai è stato fantastico. E’ la mia prima vittoria in questo mondiale, dopo il successo nel 2008 nella 24H di Spa nel Mondiale FIA GT con la F430. Mi trovo veramente a mio agio con la vettura di Maranello e con il team si è creato un ottimo feeling. Anche a Sakhir scenderò in pista per dare il 100% ed aiutarli a vincere il titolo, come già successo con Andrea nel GT Open

Per il vicentino si tratterà di un ritorno sulla pista del Bahrain, quattro anni dopo il terzo posto conquistato al volante della Dallara GP2 “Nel 2009 avevo conquistato un ottimo terzo posto in GP2. Ora al volante della Ferrari spero di migliorare quel risultato. In ottica 2014 mi piacerebbe prendere parte a tempo pieno a questo campionato. Le vetture GT2 sono belle da guidare” commenta il pilota della Minardi Management

BhaiTech “Anno stupendo tra GP2 e GT Open”

Con l’appuntamento sul tracciato di Barcellona Bhaitech Racing, il reparto corse dell’Advanced Vehicle Science Centre con sede a Mestrino e inaugurato poco più di un anno fa da Pastor Maldonado, ha messo in bacheca il primo titolo conquistando l’International GT Open con due McLaren MP4-12C. Insieme al titolo team è arrivato anche il successo tra i piloti con Giorgio Pantano. Il padovano, al debutto in un Campionato GT, ha messo tutti gli avversari alle sue spalle “Conquistare il titolo team e piloti al debutto nel Campionato GT non è male come biglietto da visita. Per noi e per alcuni dei nostri ingegneri era uno scenario completamente nuovo” commenta il presidente Bhaitech Ferdinando Bada “Abbiamo commesso anche degli errori, ma siamo stati bravi a crescere gara dopo gara. La vittoria assoluta di Monza è stata l’apice della stagione, insieme naturalmente agli ultimi chilometri di gara-2 al Montmelò. Alla fine abbiamo meritato questa vittoria

E’ stato un successo anche per il “virtuale” Nel vostro Quartier Generale Bhaitech avete un Simulatore e un Software di ultima generazione. Quanto si avvicina oggi il virtuale alla realtà?

Siamo attorno al 95% E’ un riferimento che arriva confrontando i dati in pista della Dallara GP2

Il Simulatore vi permette di effettuare prove indoor, senza dover trasferire tutto il materiale in pista, risparmiando tempo e denaro, dando la possibilità ai piloti di esercitarsi sulle piste e allo staff di effettuare prove di sviluppo. In termini economici, quant’è il risparmio per un team?

Parliamo di una spesa inferiore almeno di ¼ tra giornata in pista e una prova al simulatore. Inoltre c’è il vantaggio di poter girare liberamente continuando a perfezionare i dettagli, come la frenata, o effettuare prove di set-up.  Tutto quello che si fa in pista si può fare tranquillamente con il simulatore e il software di modellazione. Abbiamo avuto dei piacevoli confronti con piloti che, dopo tre-quattro giornate da noi, hanno migliorato notevolmente i loro risultai in pista in un campionato selettivo come la GP2.

Restando nel campionato cadetto alla F1, quest’anno siete stati impegnati al fianco del team Racing Engineering

Come BhaiTech abbiamo dato un supporto tecnico al team Racing Engineering sia per quanto riguarda il simulatore sia con dei nostri ingegneri di pista. Abbiamo raccolto numerose soddisfazioni chiudendo la stagione con il titolo GP2. Un altro grande successo che si unisce ai due titoli nel GT Open.

In ottica 2014, quali sono i vostri Programmi Racing?

In questo momento abbiamo due opzioni: GT Open e FIA GT. Nell’arco di un mese dovremmo avere il nostro programma definitivo, in quanto stiamo aspettando la conferma da parte di un importante sponsor. Per noi il FIA GT sarebbe la scelta principale, in quanto più tecnico, ma ovviamente vogliamo sentire le esigenze dei nostri partners.

La situazione economica mondiale non è certamente delle migliori. Qual è la difficoltà principale che un team, o aziende come le vostre, incontra oggi?

Il mondo economico mondiale è in crisi e mancano le giuste risorse per sostenere lo Sport. Per Sport intendo a 360° non solo il Motorsport.  Oggi assistiamo alla difficoltà anche per Sport semi amatoriali – piccole squadre di calcio che fanno la felicità di comunità locali non riescono a reperire neppure i 10-15000 euro necessari per la stagione sportiva-  figuriamoci per il Motorsport i cui budget sono ben maggiori.

Francamente ci si aspetterebbe più attenzione da parte delle istituzioni per un comparto che coinvolge milioni di lavoratori; solo nel Motorsport operano oltre 150.000 addetti. Invece anche recenti interventi legislativi -Governo Monti- hanno ulteriormente ristretto le possibilità di sponsorizzazione da parte delle aziende con conseguenze esponenziali sulla diminuzione delle risorse destinate allo Sport.

Quest’anno l’Advanced Vehicle Science Centre BhaiTech ha festeggiato il primo anniversario. Quali sono gli obiettivi per i prossimi anni?

Il nostro principale obiettivo è collaborare a stretto contatto con le case automobilistiche. E’ chiaro che devi dimostrare chi sei e cosa sai fare. Noi siamo ancora molto giovani, ma stiamo compiendo importanti passi. Abbiamo una bellissima collaborazione e un ottimo rapporto con McLaren F1. E’ il nostro partner più importante a livello tecnologico. Probabilmente la “Famiglia F1” il prossimo anno si allargherà ulteriormente. Sono molto fiducioso.

In passato siete stati impegnati direttamente con un vostro team sia in F.3000 che in GP2, conquistando vittorie e titoli. C’è una possibilità di un ritorno tra le Formule?

Non escludiamo niente. Nell’arco di un mese dovremmo avere il programma definito e fare i nostri annunci. Il capitolo Formule non è certamente chiuso.

… cosa vi ha spinti ad abbandonare quella strada per puntare verso le Competizioni GT?

Non c’è stato un episodio in particolare. Solamente la voglia di trovare nuovi stimoli. Dopo tanti anni tra le Formule, mi entusiasmavano le ruote coperte. Anche se non siamo impegnati con un nostro team, continuiamo a lavorare sulle monoposto attraverso il simulatore, strumento che dà un grande aiuto in quanto il pilota ha la possibilità di crescere e migliorare. In un campionato come la GP2, parliamo di differenze di millesimi di secondo. Per questo i dettagli diventano l’arma vincente. Attraverso la simulazione possiamo osservare le gesta del pilota, capire i suoi errori e aiutarlo a crescere.

DOWNLOAD CARTOLINA CELEBRATIVA

Successo Mondiale per Rigon a Shanghai

Dopo il secondo posto di Interlagos e il quarto sotto il diluvio del Fuji, Davide Rigon ha messo il sigillo personale sulla prima vittoria nel FIA World Endurance Championship. Allo scoccare della sesta ora a Shanghai il talentuoso driver veneto, a disposizione della Scuderia Ferrari F1, è passato per primo sotto la bandiera a scacchi al volante della Ferrari 458 GTE del team 8Star Motorsports, condivisa con  Enzo Potolicchio e Rui Aguas

Un successo conquistato in pista e fortemente voluto, iniziato fin dalle prove libere con il miglior tempo della Ferrari #81 che conferma l’ottima stato anche in qualifica firmando il terzo tempo a pochi millesimi dalla pole position. Con una condotta di gara perfetta Rigon detta il suo ritmo segnando il miglior giro di gara, regalando il successo alla Scuderia di Maranello

E’ stato un week end praticamente perfetto. Fin dalle prove libere abbiamo dimostrato il nostro ottimo stato di forma e la pole ci è sfuggita veramente per un niente. In gara abbiamo dato il massimo e dopo aver preso nuovamente le redini del mio “cavallino” per l’ultimo stint, ho spinto al massimo segnando il miglior giro, recuperando il distacco fino a conquistare la vittoria” analizza Davide Rigon “Anche senza il ritiro delle Aston sono sicuro che avremmo vinto. Giravamo su ottimi riscontri cronometrici e mi stavo avvicinando velocemente. E’ un successo di tutto il team. Con Enzo, Rui  e tutto lo staff 8Star si è creato un ottimo feeling e questo aiuta a raggiungere risultati importanti come quello di Shanghai” analizza il driver della Minardi Management. Grazie a questo successo il team 8Star porta a sole cinque lunghezze il gap dalla vetta GTE AM. L’ultimo round in Bahrain sarà quindi decisivo.

L’Asia orientale continua a sorridere a Davide che aggiunge al suo curriculum anche questa vittoria, dopo aver portato al successo nel 2008 i colori del Beijing Guoan nella Superleague Formula

BhaiTech e Pantano sul tetto d’Europa

Non poteva esserci finale migliore per BhaiTech che sul tracciato di Barcellona, teatro dell’ultimo round dell’International GT Open, batte la concorrenza conquistando il titolo GTS, mettendo in bacheca il primo trofeo personale.

Al debutto nel campionato e nelle competizioni GT il reparto corse dell’Advanced Vehicle Science Centre di Mestrino, diretto dall’Ing. Roberto Costa, ha saputo crescere con grande costanza dopo ogni appuntamento, reagendo alle difficoltà con prestazioni esemplari, come il primo successo assoluto tra le mura amiche di Monza e i sigilli al Nurburgring e in casa McLaren sul tracciato di Silverstone. Una cavalcata lunga quasi sette mesi e sedici gare, conclusa solamente nelle ultime curve del secondo appuntamento sul tracciato catalano, con un finale da cardiopalma che ha tenuto tutti col fiato sospeso. A completare una vittoria storica è arrivato anche il titolo piloti per Giorgio Pantano. Il campione padovano, al debutto nelle competizioni GT ha sferrato l’attacco decisivo con una manovra spettacolare negli ultimi chilometri, conquistando il terzo posto assoluto in coppia con Alvaro Parente. Il quinto posto di Luiz Razia e Chris Van der Drif sulla seconda McLaren MP4-12C regala il secondo posto al costruttore inglese.

“E’ una vittoria da condividere con tutti i ragazzi dello staff e tutti i piloti. Un ringraziamento particolare va alla proprietà che ci ha messo a disposizione tutte le risorse necessarie e a McLaren. Siamo orgogliosi di averli ripagati con questo importante traguardo” commenta l’ing. Costa “E’ stato un week end veramente intenso e ricco di emozioni. Un’intensa stagione conclusa solamente nelle ultime curve. Eravamo consapevoli del nostro potenziale e non ci siamo fatti abbattere dagli episodi poco favorevoli. Le gare e i campionati finiscono dopo la bandiera a scacchi domenicale. Anche dopo la gara di sabato abbiamo continuato a lavorare facendo affidamento solamente sulle nostre forze, senza guardare in casa degli altri. Siamo stati costantemente tra i più veloci. Bravissimo Giorgio che nel suo stint ha recuperato il distacco necessario alla conquista del titolo, compiendo manovre bellissime. Alvaro Parente ha completato il quadro. Conosce molto bene questa vettura e il suo contributo è stato prezioso. Luiz e Chris hanno completato il lavoro aiutando il team a raggiungere questo prezioso traguardo” analizza il direttore tecnico

Sono veramente contento. Un risultato spettacolare arrivato alla fine di un week end intenso e avvincente. Vincere il titolo alle ultime due curve  è qualcosa di indescrivibile, soprattutto perché stiamo parlando della mia prima stagione con vetture GT. Devo fare i complimenti a tutto il team perché ha fatto un lavoro favoloso” commenta Giorgio Pantano

La vittoria BhaiTech è anche un successo per il “virtuale” L’impegno in pista è stato affiancato anche da un grande lavoro nella suite del Quartier Generale BhaiTech ospitante il Simulatore – di proprietà – a 6-DOF a movimento integrale, con schermo di 8 mt e apertura di 210°, cinque proiettori fuori bordo e da due schermi retro visivi  e il software di modellazione. Una chiara dimostrazione di quanto questa tecnologia sia fondamentale non solamente per la Formula 1. Appuntamento al 2014!

Rigon a Shanghai nel FIA WEC pensando al 2014

Prosegue l’impegno di Davide Rigon nel Mondiale FIA WEC al fianco del team 8Star e al volante della Ferrari 458 GT2. Dopo Interlagos e Fuji questo week end il driver veneto, a disposizione della Scuderia Ferrari, vola in Cina per la 6Ore di Shanghai, teatro del penultimo appuntamento mondiale.

Davide metterà a disposizione il suo talento per aiutare l’8Star Motorsport a vincere il titolo di categoria, cercando di bissare il traguardo raggiunto nell’International GT Open al fianco di Andrea Montermini e del Villorba Corse. “Guidare in un appuntamento Mondiale è sempre una grande soddisfazione. Poterlo fare al volante di una vettura di Maranello lo rende speciale. Purtroppo l’appuntamento del Fuji è stato annullato per maltempo, ma spero che in Cina possa andare tutto per il meglio. Sarà la mia terza apparizione su questo importante scenario e spero di fornire il mio contributo al team per aiutarli a vincere il titolo “ analizza Davide Rigon “Si è creato un bellissimo rapporto con tutto lo staff e questo rende più facile l’impegno. Non sarà certamente facile avendo poca dimestichezza con il tracciato cinese, ma come sempre darò il massimo per raggiungere i nostri obiettivi. Si tratta di un palcoscenico importante con piloti di altissimo calibro. Potermi confrontare con loro è un’ottima opportunità di crescita, anche in ottica 2014

Davide torna così in quella Cina che lo aveva festeggiato nel 2008 dopo il primo successo nella Superleague Formula con i colori del Beijing Guoan “Ho un bellissimo ricordo di quei quattro giorni a Pechino. In quell’occasione avevano preparato una bellissima festa e l’accoglienza della popolazione era stata calorosa. Mi avevano fatto sentire come uno di casa e torno sempre molto volentieri. Spero di vedere sulle tribune diversi tifosi

Sfida finale per BhaiTech a Barcellona

A poco più di un mese dalla prima e storica doppietta assoluta conquistata sul leggendario e velocissimo tracciato di Monza, BhaiTech Racing è pronta a tornare in pista questo fine settimana per la finalissima di Barcellona, teatro dell’ultimo round dell’International GT Open.

Il reparto corse dell’Advanced Vehicle Science Centre BhaiTech con sede a Mestrino e diretto dall’Ing. Roberto Costa, si presenterà sui 4.655 mt del tracciato catalano in testa al Campionato GTS e piloti, grazie ai quattro successi con le McLaren MP4-12C targati Nurburgring, Silverstone, Monza e diversi piazzamenti. Considerando i distacchi minimi il Montmelò sarà teatro di una vera e propria finale giocata su 120 min, divisi tra le due gare in programma sabato (ore 16.00) e domenica (ore 12.00).

Dopo i primi risultati non avremo mai pensato di arrivare in Spagna in testa alla classifica e in lotta per il campionato. In questi mesi siamo cresciuti mettendo in pista tutte le nostre forze. A Barcellona cercheremo di conquistare gli ultimi tasselli per completare il mosaico” analizza Roberto Costa “Nell’anno del nostro esordio nel campionato è un grande piacere poter essere in lotta per il titolo team e piloti. Il Montmelò è una pista che mi piace veramente molto, dove ho conquistato diversi successi. Proprio quest’anno ricorre il decimo anniversario dalla prima pole position conquistata insieme a Giorgio Pantano in F.3000. Speriamo di continuare il trend positivo per salutare la stagione con un grande risultato” commenta il direttore tecnico

Appuntamento speciale anche per gli alfieri in lotta per il titolo e per la top three “Il nostro principale obiettivo è la vittoria del titolo a squadre, ma naturalmente lavoreremo per aiutare Giorgio a conquistare il titolo tra i piloti e per portare Luiz e Chris al terzo posto. Sarà la nostra prima volta al Montmetò con questa vettura e la concentrazione è alta. Tutti abbiamo lavorato intensamente in queste settimane per farci trovare pronti

Il primo semaforo verde del week end si accenderà venerdì con i due turni di prove libere da 60’ ciascuna in preparazione delle sessioni di qualifica (sabato ore 9.00 e ore 11.55) che determineranno lo schieramento di partenza delle due gare, con start di gara-1 da 70’ alle 16.00 di sabato. La sfida finale da 50’ è fissata invece per le 12.00 di domenica.

Davide Rigon al Fuji con 8Star nel FIA WEC

Il week end del 20 ottobre Davide Rigon scriverà un nuovo capitolo della sua storia nel mondo GT, prendendo parte alla 6Ore di Fuji, sesto appuntamento del Mondiale FIA World Endurance Championship.

 Archiviata la vittoria sul leggendario tracciato di Monza, contribuendo in modo determinante alla conquista dei titoli per Villorba Corse e Andrea Montermini nell’International GT Open,  il pilota vicentino a disposizione della Scuderia Ferrari per le attività sportive e di sviluppo tecnico tornerà al volante della Ferrari 458 GT2 del team 8Star, dopo la conquista del secondo posto (di classe) al debutto assoluto nel Mondiale sulla pista di Interlagos.

Per Davide si tratterà di un nuovo esordio non avendo mai avuto occasione di confrontarsi con i  4.563 metri della  pista giapponese situata alle pendici del Monte Fuji e ritroverà dunque lo staff gestito dall’AF Corse e i driver Enzo Potolicchio e Rui Aguas, con l’obiettivo di portare nuovamente in alto la 458 #81 arancio, andando alla conquista di un nuovo ed importate risultato “Mercoledì prossimo partirò per il Giappone e si tratterà della mia prima volta sulla pista del Fuji. Sono veramente contento di ritrovare lo staff del team 8Star Motorsport con Enzo e Rui, coi quali si è instaurato un ottimi feeling” analizza il pilota della Minardi Management

Sarà la mia seconda apparizione nel Mondiale FIA WEC e spero di poter bissare il risultato del Brasile. La 458 è una macchina fantastica e fin dai primi chilometri mi sono trovato a mio agio. Sarà importante coprire il maggior numero di chilometri per conoscere i segreti della pista. Sono veramente contento di questa occasione. Stiamo infatti parlando di uno dei panorami più importanti nelle gare endurance e, poterlo affrontare con una vettura di Maranello, lo rende ancora più speciale e unico”   conclude Davide Rigon

Vittoria e un terzo posto di classe per Rigon a Monza

Sull’onda di Spa-Francorchamps Davide Rigon ha confermato l’ottimo stato di forma conquistando sul tracciato di Monza, teatro del settimo round dell’International GT Open , la vittoria di classe Super GT in gara-1 e il terzo posto nell’appuntamento domenicale.

Sul leggendario tracciato brianzolo il talentuoso driver veneto è tornato al volante della Ferrari 458 GT2 per difendere i colori del Villorba Corsa, in coppia con Andrea Montermini. Proprio grazie ad una perfetta sincronia con il pilota di Sassuolo, Davide contribuisce e regalare ad Andrea il titolo assoluto con una gara di anticipo.

Dopo la conquista del secondo posto in Q1 da parte di Montermini, Davide Rigon prende le redini del suo “Cavallino Rampante” per il secondo turno, sfiorando l’impresa. Alla fine della sessione la pole position scivola via proprio sulle battute finale per soli 6 millesimi di secondo. In gara-1 Montermini detta il ritmo entrando in corsia box per cedere il volante della 458 a Rigon. Scontato anche l’handicap di 45’ Davide si getta nella mischia  rimontando dalla 13esima posizione fino al quinto posto assoluto, regalando al team la vittoria di classe e siglando anche il miglior giro assoluto in gara.

Dopo la conquista del secondo posto in qualifica 2, e la grande rimonta in gara-1 Davide prende parte alla fase iniziale dell’appuntamento che ha chiuso il penultimo round del GT Open. Nonostante la pioggia e la partenza dietro la safety car, l’asso vicentino conquista con grande determinazione la testa della corsa chiudendo il suo stint al vertice, per poi cedere i comandi al compagno. Scontati i 45 sec di handicap l’ex pilota di F1 ha amministrato chiudendo al dodicesimo posto assoluto (3° di classe Super Gt)

Devo fare i complimenti sia ad Andrea che al team per la vittoria del titolo. Sono molto contento di aver dato il mio contributo” commenta Davide Rigon “Vincere a Monza è sempre sensazionale anche se a causa dei 45’ di handicap in entrambe le gare ci è sfuggita la vittoria assoluta. Per tutto il week end abbiamo dimostrato un grande ritmo e nonostante le insidie della pista scivolosa non abbiamo commesso alcun errore. Non so ancora se sarò a Barcellona per il round finale