Kart – Pole position e secondo posto per Karol Basz a La Conca

Secondo appuntamento all’International Circuit La Conca per la WSK Championship Cup KF di karting. Come una settimana fa, tra i grandi protagonisti, si è messo in evidenza il portacolori della Kosmic Racing Team, Karol Basz confermando l’ottimo feeling raggiunto con il tracciato e con la nuova squadra.

Ancora una volta la pioggia ha fatto capolinea a Muro Leccese, aggiungendo un’incognita in più e una maggiore difficoltà per i protagonisti che hanno dovuto lottare con l’asfalto viscido. Fin dalle prime sessioni il driver originario di Cracovia ha portato il suo kart #201 nelle posizioni di vertice, fino a conquistare la pole position nelle manche di qualifiche, bissando il risultato di una settimana fa, grazie a due vittorie e un secondo posto. In preparazione della Pre-Finale e Finale Karol si piazza al quarto posto, distaccato solamente di 174 millesimi dal miglior giro, chiudendo il week-end con due ottimi secondi posti. Ancora una volta la sfida si è decisa sul filo dei decimi “Il fine settimana è andato bene, sia in condizioni di pista asciutta che con la pioggia dove sono riuscito ad essere molto veloce. Senza il problema dello scorso week-end sarei riuscito a conquistare la Championship Cup proprio come l’anno passato. Sono molto felice del lavoro con Kosmic Racing Team” analizza Karol Basz, pilota Minardi Management

I positivi risultati di questo fine settimana mettono in risalto la costanza di Karol. Le due vittorie sotto la pioggia sono un bel biglietto da visita, così come i due secondi posti in pre-finale e finale in condizione di pista asciutta. Insieme all’ottimo materiale della Kosmic, dimostrano di essere un binomio molto interessante e un cavallo da tenere sott’occhio in questa stagione” commenta il responsabile del settore kart Minardi, Alberto Tonti

Il prossimo appuntamento è fissato per il week end del 22 febbraio a Lonato per la Winter Series

Kart – Solo un problema ferma Karol Basz a La Conca

All’International Circuit La Conca si è alzato il sipario sulla nuova stagione della WSK Championship Cup 2015 e, tra i protagonisti, era certamente atteso il polacco Karol Basz, neo acquisto di casa Kosmic Racing Team, determinato a iniziare bene coi nuovi colori.

La pioggia ha caratterizzato gran parte delle giornate di lavoro e nel karting, come in automobilismo, la presenza dell’acqua diventa una risorsa, amplificando le prestazioni dei piloti più dotati. Lungo i 1250 metri del kartodromo di Muro Leccese, il 22enne driver originario di Cracovia non ha tradito le attese conquistando la pole position nelle manche di qualificazioni KF, grazie ad una vittoria e a due secondi posti, dopo aver preso le misure nelle prove di qualificazione concluse con un sesto posto. Scattato dalla pole position nella Pre-Finale, è subito lotta vera con Nielsen. Alla fine delle sedici tornate è il danese ad avere la meglio sul polacco, costretto a chiudere ai piedi del podio.

Nella Finale KF, Karol si porta subito in terza posizione, alle spalle di Nielsen e Verschoor. Dopo pochi giri però un acquazzone costringe la direzione ad esporre la bandiera rossa. Tutti i piloti rientrano in parco chiuso per montare le gomme da bagnato (unica operazione consentita dal regolamento). Al restart arriva però l’imprevisto: il motore del kart #201 di Basz si ammutolisce. “Fino a quel momento il week-end era andato molto bene. Purtroppo nel giro di formazione ho avuto un problema con la candela che mi ha fatto spegnere il motore. Un giorno veramente sfortunato perché fino a quel momento ero stato molto veloce. Sono comunque contento del lavoro fatto con il mio nuovo team della Kosmic Racing Team. Tra una settimana il pronto riscattocommenta Karol Basz

Eravamo certi che il cambio di casacca avrebbe portato i frutti, vista anche la continuità coi materiali. Purtroppo nella finale il fato non ci è stato amico negando a Karol una possibile vittoriaanalizza Alberto Tonti

Va in archivio così il primo appuntamento WSK Championship Cup KF con un bottino di quattordici punti. Tra una settimana (dal 5 al 8 febbraio) il polacco sarà nuovamente in azione a “La Conca” per il secondo round.

Minardi Management: Benvenuto Karol

La Minardi Management di Giovanni Minardi, insieme al talent scout Alberto Tonti, è lieta di annunciare la collaborazione con Karol Basz.

L’accordo col polacco di Cracovia proietta la Minardi Management nel mondo del karting con il miglior pilota del lotto. Per Karol, il nuovo anno è iniziato sotto le migliori stelle, come risultato di un ottimo 2014. Nella notte del “Gran Gala WSK” all’Adria International Raceway, il 22enne è stato premiato per la conquista del titolo della Coppa Campioni, della Final Cup e del terzo posto nella Super Master Series.

Sono veramente contento di questo nuovo accordo, col quale inizia una nuova era per la Minardi Management. Karol è certamente il miglior pilota nel panorama karting e i successi della passata stagione ne sono una conferma. In queste settimane lavoreremo per prepararci al meglio alla nuova stagione agonistica per una conferma coi kart, ma anche per un possibile debutto nel mondo GT”, commenta il manager Giovanni Minardi.

Inizia un nuovo cammino con Minardi e sono sicuro che il duro lavoro ci consegnerà nuovi importanti risultati. Nei prossimi giorni decideremo i programmi 2015”, commenta Karol Basz.

 

Kart – Joao Vieira grande protagonista della XVIII edizione del SuperNationals Kart

Fine settimana entusiasmante per Joao Vieira, impegnato a Las Vegas nella XVIII edizione del SuperNationals Kart.

I 1370 mt del kartodromo di Las Vegas, capitale del divertimento e città più grande dello stato del Nevada, hanno fatto da sfondo al più grande evento internazionale dell’anno nel mondo del karting. Seguito da Minardi Management di Giovanni Minardi, il giovanissimo pilota brasiliano, già vincitore dell’edizione del 2010,  è stato ancora una volta tra i grandi protagonisti della XVIII edizione del SuperNationals Kart. Fin dalle prime prove libere, il brasiliano ha dettato il passo, firmando la migliore prestazione in entrambe le sessioni e chiudendo il turno di qualifica con il decimo tempo, a 244 millesimi dalla pole position.  Nella gara di qualificazione, purtroppo, il motore ha ceduto e la sua sostituzione è valsa una pesante penalizzazione per la finale.

Scattato dalla 40esima posizione sullo schieramento, Joao si è reso protagonista di un’incredibile rimonta, risalendo fino alla nona piazza finale. “La finale è stata entusiasmante. Mi sono divertito tantissimo a compiere tutti quei sorpassi”, commenta soddisfatto Joao Vieira. “Certamente resta il rammarico, perché con il mio passo avrei potuto lottare per la vittoria finale. Purtroppo, con la sostituzione del motore sono stato costretto a partire dalla quarantesima posizione”.

KART – Joao Vieira alla SuperNationals Kart di Las Vegas

Parcheggiata nel box la Tatuus F4 #28, dopo aver chiuso la prima stagione in monoposto e nell’Italian F.4 Championship con la vittoria nel Winter Trophy di Adria, Joao Vieira è pronto a tornare al primo amore.

Questo fine settimana il giovane pilota brasiliano sarà tra i protagonisti a Las Vegas della XVIII edizione SuperNationals Kart, il più grande evento internazionale dell’anno nel mondo karting. Per Joao si tratterà di un ritorno sui 1370 mt del kartodromo e, al volante del telaio Parolin, proverà a bissare il successo targato 2010. Anche nell’edizione dell’anno scorso, il pilota della Minardi Management era in lizza per la vittoria finale. Dopo aver segnato il miglior tempo in qualifica sotto la pioggia, un problema nelle prime fasi della gara l’ha portato fuori dai giochi per la SuperSunday. “E’ sempre bello tornare qui a Las Vegas. Conoscono molto bene l’ambiente avendo già vinto. L’anno scorso purtroppo un problema di surriscaldamento mi ha messo subito KO, ma quest’anno proverò a prendermi la rivincita andando a caccia del successo”, commenta Joao Vieira. “Ho chiuso la stagione in Formula 4 con un primo e secondo posto all’Adria International Raceway. Dopo diversi mesi quindi torno al volante di un kart”, conclude  il brasiliano.

 

Il Team Minardi by Pastina&Friends archivia Pomposa con un settimo posto

Si è chiuso con un settimo posto la 24Ore di Pomposa del team Minardi by Pastina&Frinds. Un risultato che non ha di certo soddisfatto il team principal Roberto “Pastina” Bandini e che non rispecchia il potenziale di tutta la compagine faentina, guidata dal Direttore Sportivo Giovanni Minardi e dai piloti Gabriele Lancieri, Massimo Carli, Luca Casadei, Riccardo Cinti, Antonio Giovinazzi, Gianni Vigorito, Daniel Mancinelli e Joao Vieira.

Che fosse un week end non facile lo si intuisce fin dai primi passaggi quando i piloti evidenziano diversi problemi sul kart assegnato. Archiviate le prove libere e mandato in assistenza il mezzo, Daniel Mancinelli scatta per le qualifiche con il muletto e i tempi sul giro scendono velocemente di oltre 1” al giro, firmando la pole position – su 24 equipaggi – con il miglior crono di 1’16”103. Il primo degli inseguitori è distaccato di oltre 3 dec.

Al via della corsa al team Minardi by Pastina&Friends viene riconsegnato il kart sorteggiato e i problemi tornano a galla “Fin dai primi passaggi ci siamo accorti che qualcosa non funziona a dovere. Portato in assistenza, per le qualifiche ci è stato assegnato un muletto con il quale abbiamo segnato la pole. Finita la sessione i kart sono stati riportati in parco chiuso e, al momento della gara, ci è stato riconsegnato il nostro mezzo sorteggiato inizialmente senza essere però stato revisionato e controllato. Questo mi ha fatto molto innervosire al punto di aver pensato di ritirare la squadra. Non eravamo al pari degli altri team” commenta Roberto Bandini “Siamo quindi partiti per la 24H dalla pole con un kart che regalava come minimo 5 dec al giro agli avversari. Dopo avere effettuato un paio di giri in testa le differenza di prestazioni sono venute a galla perdendo il contatto dai primi” prosegue Bandini “Per cercare di tamponare il problema almeno parzialmente, abbiamo preso la decisione di mandare in assistenza di volta in volta il kart, sostituendolo così con un muletto diverso. Tra il nostro kart e i vari muletti usati di volta in volta abbiamo riscontrato una differenza compresa tra 0,8-1” al giro che, moltiplicato per 24H, hanno fatto la differenza. E’ stato certamente un fine settimana difficile e sofferto. Avevamo dimostrato di poter essere della partita per giocarci la vittoria. Invece abbiamo salutato Pomposa con un settimo posto e tanta amarezza. Nonostante i vari reclami l’assistenza non è riuscita a darci una spiegazione dei problemi

Problemi che sono emersi solamente a gara conclusa “Abbiamo poi capito che la differenza la facevano le gomme. A gomme calde, dopo 1h e mezza di corsa, il battistrada si staccava, allargando il diametro del pneumatico fino a 3 cm, in modo non uniforme sulle quattro mescole creando dei problemi di trazione e di guidabilità. Naturalmente non siamo stato gli unici ad accusare il problema. Mi spiace che sia andata così. Ho la sensazione che l’aspetto economico abbia sopravanzato l’aspetto sportivo. Le gare sono anche questo, però resta un grande rammarico di non aver potuto dimostrare il nostro reale potenziale con un mezzo al pari degli altri” conclude Pastina “Un grande ringraziamento va a tutti i miei ragazzi per aver dato comunque il massimo

Allo scoccare della 24ora di gara la vittoria  va al team DRGM, scattato con il secondo tempo, davanti agli Orsetti Volanti 1 – quinti in qualifica –  al Pomposa Drem Team – ventunesimo in qualifica e al VKI – ottavi in qualifica.

Il Team Minardi by Pastina&Friends al “Kart Memorial Senna 2014”

All’Autodromo Enzo e Dino Ferrari non potevano mancare i colori del Team Minardi by Pastina&Friends ad animare la “Kart Memorial Senna 2014” organizzata all’interno della manifestazione “Ayrton Senna Tribute 1994/2014” in memoria di Ayrton Senna e Roland Ratzenberger, scomparsi tragicamente durante il week end del Gran Premio di San Marino.

Forti della vittoria nella 24H Kart Endurance alla Gran Canaria del 2011 e del terzo e quinto posto nella 24 ore Endurance di Pomposa del 2008 e 2013, venerdì 2 maggio Pierluigi Martini, Gabriele Lancieri, Marco Zipoli, Gianni Vigorito ed Edgard Canà, sotto la guida del Direttore Sportivo Giovanni Minardi e coordinati dal “Team Principal” Roberto “Pastina” Bandini, storico collaboratore del Team Minardi e presente sul tracciato nel ’94 al fianco di Pierluigi Martini e Michele Alboreto, andranno a caccia di un nuovo sigillo.

Il tracciato sarà ricavato da una porzione del circuito Internazionale Enzo e Dino Ferrari in un’area antistante i box e la tribuna centrale, e vedrà impegnati team e piloti nella gara Endurance di 7Ore

L’appuntamento con la “Kart Memorial Senna 2014” si inserisce all’interno della quattro giorni sul tracciato di Imola – dal 30 aprile al 4 maggio – dedicata al ricordo del Campionissimo brasiliano Ayrton Senna, scomparso tragicamente il 1 maggio di 20 anni fa, e dell’austriaco Roland Ratzenberger,  durante il turno di qualifica al volante della sua Simtek #32

Fa sempre molto piacere vedere quanto il nome Minardi sia ancora vivo tra gli appassionati, nonostante il passare degli anni, anche grazie ad un ex-collaboratore come “Pastina” – Roberto Bandini –“ commenta il Presidente e fondatore del team Gian Carlo Minardi “Ancora più importante è essere presenti all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola nel 20° Anniversario dalla scomparsa dell’amico Ayrton e di Roldan, soprattutto perché alcuni dei partecipanti alla “Kart Memorial Senna 2014” erano presenti e impegnati attivamente in pista quel tragico 1 maggio del 1994”  conclude il manager faentino

Programma Gara Endurance – 2 maggio 2014
– 09.00 – 10.00 Prove Libere Team Privati
– 10.10 – 10.20 Qualifiche Team Privati
– 13.00-20.00 Ayrton Senna Memorial Race (7h)

Giovanni Minardi visita lo factory Birel

Stretta la collaborazione professionale con Alberto Tonti per l’ambizioso progetto di seguire e trovare i campioni del domani iniziando dal karting, primo e vero scalino della piramide motoristica, questa mattina il manager Giovanni Minardi ha fatto visita allo stabilimento della Birel, azienda leader nel Mondo del Kart.

Minardi ha avuto l’occasione di osservare i 6000 mq del quartier generale Birel in compagnia del patron Ronni Sala. “Sono contento di aver avuto l’occasione di toccare con mano il mondo Birel e di aver fatto la conoscenza di Ronni” commenta Giovanni Minardi “Questo viaggio mi ha dato la possibilità di venire a contatto con diversi aspetti del mondo del kart. La struttura è ben organizzata e molto moderna sotto il punto di vista di attrezzature e macchinari necessari per la costruzione dei kart