Davide Rigon “Che peccato”

Share via email

E’ stato terribile. il lavoro di un intero week end, più di 22 ore di gara e un podio svaniti ad un passo dal traguardo” sono le prime parole di Davide Rigon, appena rientrato dalla Maratona di 24 Ore sullo spettacolare tracciato di Spa-Francorchamps, teatro della penultima prova del campionato Blancpain Endurance Series.

Attraverso le parole del talentuoso driver vicentino si può riassumere l’avventura sul tracciato delle Ardenne, al volante della Ferrari 458 GT3 del team Kessel Racing insieme ai team-mate Daniel Zampieri e Cesar Ramos. Protagonisti di una gara concreta e assolutamente perfetta fin dalle prime ore (e più forti di un problema ai freni dopo cinque ore di gara), i tre piloti della categoria PRO avevano scalato la classifica portando la loro 458 GT3 #44 fino al terzo posto, pronti a consolidare la leadership di campionato e a mettere un tassello fondamentale per la vittoria finale. A poco più di un’ora dalla bandiera a scacchi il gelo cala nel box, quando un problema tecnico costringe alla resa l’equipaggio italo-brasiliano.

“Fino a qual momento tutto era stato perfetto. La macchina andava benissimo e i ragazzi del team erano stati fantastici. Avevamo lavorato molto bene girando su ottimi riscontri cronometrici. Alla quinta ora abbiamo avuto un problema con i freni che ci ha fatto perdere del tempo prezioso, che abbiamo recuperato velocemente mettendo in pista tutta la grinta e la cattiveria del caso. Lasciamo Spa con l’amaro in bocca, ma con la consapevolezze di avere un grande potenziale e di poterci presentare al Nurburgring con le carte in regola per giocarci fino in fondo il titolo” analizza Davide.

Con il ritiro sfuma il vantaggio che il trio aveva costruito fino ad oggi, trasformando di fatto l’ultimo appuntamento sul tracciato tedesco del Nurburgring in una vera propria finale per il titolo 2013 “Tutto si deciderà in 1000 km, a Settembre, sul tracciato del Ring” conclude Rigon dando così appuntamento a tutti i tifosi per il week end del 21 settembre.