F1 – La Federazione contro i pit-stop finti

Share via email

Non è piaciuta alla Federazione  la “finta” dei meccanici Mercedes, quando sul finale del Gran Premio di Silverstone si sono fiondati velocemente in corsia box per la possibile sosta di Hamilton o Rosberg, salvo poi rientrare alla base tranquillamente. Un’operazione volta, con grande probabilità, a beffare gli uomini Williams

L’articolo 23.11 del regolamento sportivo è chiaro “Ai meccanici dei team è permesso sostare in corsia box subito prima di lavorare sulla macchina, per rientrare nel garage non appena il lavoro è finito” Per questo non è possibile uscire e rientrare senza esser intervenuti sulla vettura.

Tuttavia gli uomini di Toto Wolff non sono stati penalizzati e non sono finiti sotto investigazione per mancanza di prova. Non è stato possibile dimostrare le reali intenzioni dell’azione.

In seguito a questo episodio la Federazione ha deciso di bandire le uscite adottando “tolleranza zero” attraverso sanzioni sportive. Intanto questo fine settimana, in Messico, il Consiglio Mondiale si riunirà per varare le modifiche al Circus. Tra le proposte si parlerà di due gare per week-end e di affidare una terza vettura ai giovani.