F.4 – A Imola Joao Vieira saluta la prima stagione con il giro più veloce

Share via email

Classifica alla mano, non è sbocciato l’amore fra l’Enzo e Dino Ferrari e Joao Vieira, che a Imola ha chiuso la sua prima stagione in formula e nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth. Teatro del settimo ed ultimo round della F.4 Tricolore, Imola ha lasciato, in un certo senso, l’amaro in bocca al giovanissimo driver brasiliano dell’Antonelli Motorsport, che si è visto costretto a salutare il paddock con un bottino di soli 5 punti, che non rispecchiano il vero potenziale.

Autore di una stagione in forte crescendo, Joao ha chiuso il campionato mettendo a segno il miglior giro in gara-2 ed il secondo in gara-3, alle spalle solamente del ben più esperto pilota francese Maisano, a dimostrazione che anche qui c’erano tutti i presupposti per far bene. Si conclude comunque la prima avventura nel mondo delle formule, con un bottino complessivo di 93 punti, il settimo posto in classifica assoluta, due podi, grazie al terzo posto nel selettivo tracciato del Mugello Circuit ed il secondo nel “Tempio della Velocità” di Monza, e diversi piazzamenti in zona punti.

Week-end che ha confermato il salto di qualità visto negli ultimi appuntamenti. Sono molto contento perché finalmente ha digerito la difficile pista di Imola, segnando il miglior giro in gara-2 e il secondo in gara-3”, analizza il Manager Giovanni Minardi. “Purtroppo, è stato segnato da alti e bassi, accompagnati da sfortune che non hanno permesso di raccogliere quanto meritato. Il potenziale ci avrebbe permesso di lottare per la vittoria in tutte e tre le gare, ma un po’ la sfortuna e un po’ gli errori dettati dalla gioventù, ci hanno tolto la soddisfazione più grande. Resta la consapevolezza di aver portato a termine una stagione corsa in crescendo. Siamo arrivati a lottare con i migliori della classe e siamo pronti a puntare al titolo nella prossima stagione”, commenta il manager faentino della Minardi Management. “Concludo facendo i complimenti a tutto lo staff di Marco Antonelli che ci ha aiutato a compiere passi da gigante fin dal primo giorni di test”.

“Sul fronte del risultato, non è stato il week end che mi sarei aspettato. Resta la consolazione per aver segnato il giro più veloce in gara-2 e il secondo nell’ultima manche. Sono comunque contento per la mia crescita nella stagione. Ho imparato veramente tanto, sia in pista sia a livello tecnico. Sono arrivato a lottare con i primi, conquistando due podi e diversi piazzamenti”, commenta Joao Vieira. “Ora decideremo i prossimi programmi”.