F4 – Vittoria negata a Joao Vieira da un penalty

Share via email

Sventola alta la bandiera brasiliana grazie a Joao Vieira che sul circuito del Misano World Circuit, teatro dell’ultimo appuntamento dell’Italian F4 Championship powered by Abarth, si è aggiudicato gara-2. Un bel risultato soprattutto dopo il terribile incidente di quindici giorni fa a Imola.

Purtroppo la festa e la gioia per aver conquistato il primo successo stagionale, dopo tanti problemi legati particolarmente al propulsore, dura troppo poco. Arriva infatti la doccia fredda delle penalizzazioni (per non aver rispettato il limite della pista oltre il quale non è più consentito scaldare le gomme durante il giro di allineamento) che coinvolgono il nostro Joao ed altri quattro colleghi.

Un fine settimana iniziato in salita per il driver giallo-oro. Dopo aver conquistata la sesta posizione in entrambe le manche di qualifica, i commissari hanno cancellato il crono alle tre vetture dell’Antonelli Motorsport. Scattato quindi dall’ultima fila in gara-1, Joao si rende protagonista dell’ennesima rimonta chiudendo al decimo posto, che gli consegna la pole di gara-2 valorizzata al massimo con una netta vittoria in pista, purtroppo annullata a fine gara. Causa anche i postumi dell’incidente di Imola, Joao viene tenuto fermo precauzionalmente in gara-3 “Da una parte sono contento perché nonostante le numerose difficoltà sono riuscito a fare un bella rimonta, andando poi a vincere la gara sprint. Peccato per la penalizzazione che proprio non ci voleva. Dal punto di vista della classifica non sarebbe cambiato nulla, ma resta la soddisfazione personale. In gara-3 ho preferito fermarmi, su suggerimento del mio manager, perché durante le gare precedenti avevo accusato dei dolori. Proseguitò i controlli e gli esami, prima di iniziare a pensare al 2016commenta Joao Vieira

Si chiude una stagione dal sapore amaro per Joao, causa i numerosi problemi che ha sofferto al suo motore. Queste penalizzazioni sono state la ciliegina sulla torta. Sono molto soddisfatto della sua reazione in pista. Non si è demoralizzato, dimostrando in gara tutto il suo valore. In gara-1 si è reso autore di un’altra bellissima e incredibile rimonta che l’ha portato in pole per gara-2. Ora proseguiremo gli accertamenti fisici prima di iniziare a programmare il 2016commenta il manager Giovanni Minardi