GP2 – Davide Rigon “L’obiettivo? Un test con un team di Formula 1″

Share via email

Rigon.jpg'In occasione dell’appuntamento italiano della GP2 sul circuito di Monza, il talento di casa Minardi Davide Rigon è stato avvicinato dai microfoni di Bridgeston e-reporter per parlare della sua prima esperienza in GP2. Rigon, campione in carica della Superleague Formula, è stato definito come uno dei più promettenti piloti italiani.

“Sono veramente felice di essere qui in GP2, anche se il salto in Formula 1 non sarà certamente facile. Sono un grande fans di Michael Schumacher, Ayrton Senna, Kimi Raikkonen e Fernando Alonso, ma non voglio imitare il loro stile di guida. Una delle cose che ho imparato principalmente in GP2 è che ognuno di noi ha un talento speciale. Bisogna cercare di coltivarlo concentrando tutte le risorse.

Queste vetture, così come molte altre, sono molto veloci e per questo bisogna essere pronti a tutto e avere un’ottima preparazione fisica. Il mio è certamente un mestiere molto pericolo, ma nonostante questo ho avuto sempre l’appoggio della mia famiglia.” Come la maggior parte dei piloti anche il giovane pilota veneto è superstizioso e prima di salire in macchina ha un suo rito “Salto sempre in macchina dal lato destro per cercare di allontanare la sfortuna”

Rigon.jpg'“Una delle migliori possibilità per un pilota è quella di poter essere provato da un team di Formula 1. Ho deciso di chiudere in anticipo la mia avventura in Superleague Formula perchè le monoposto sono molto differenti e più pesanti di una Formula 1. La GP2 invece è una categoria professionale dove macchina e gomme si avvicinano molto alla realtà della massima serie. In definitiva questa è la migliore strada da seguire per la mia carriera”

Davide Rigon questo fine settimana sarà impegnato sul circuito portoghese di Portimao al volante della Dallara-Renault del team Trident, per l’ultimo appuntamento stagionale.