GT – Gabriele Lancieri “Peccato per la penalità”

Share via email

lancieri.jpg'E’ stato un week end con due volti quello di Imola per il team Villois e per i piloti Gabriele Lancieri e Angelo Lancelotti.

E’ iniziato nel modo giusto per la vettura n°52 nella gara 1 del sabato conquistando un terzo posto. I due piloti sono stati gli unici “non Ferrari” a cercare di tenere il ritmo delle auto di Maranello, cosa molto difficile, dove gli altri marchi (Porsche,Audi, Ford) non sono mai riusciti ad entrare in gara. In gara 2 le cose sono andate diversamente fin dalla partenza dove con Lancelotti alla guida si creava un contatto tra lui e l’Audi R8 del tedesco Tiemann.

Il bresciano involontariamente scartava sulla sinistra per evitare la vettura che lo precedeva, e così innescando una collisione che portava il tedesco contro il muro sul rettilineo principale, poi nell’impatto tornato in pista coinvolgendo altre vetture. La gara viene sospesa con bandiera rossa ma il tempo di gara viene considerato comunque. Al restart Lancelotti mantiene la sua posizione e dopo pochi giri deve già dare il cambio a Lancieri.

L’imolese appena sale si accorge che qualcosa non funziona e dopo appena 3 giri esplode la gomma posteriore destra sul rettilineo principale. Un giro completo con una gomma esplosa fa perdere molto tempo e a questo punto la gara è già compromessa. Un vero peccato per la coppia del team Villois sia in termini di risultato ma soprattutto per essere stati coinvolti nell’ incidente ad inizio gara dove purtroppo il tedesco Marcel Tiemann ha subito serie conseguenze fisiche e al momento si parla della frattura di una vertebra e restano da fare indagini a livello cerebrale.

Terminata la gara i commissari hanno preso la decisione di arretrare 10 posizioni in griglia per la prossima gara. Gabriele Lancieri: Sono molto rammaricato del fatto successo in gara 2. Mi dispiace che la nostra vettura anche se involontariamente sia stata coinvolta nell’ incidente al via. Quello che mi preoccupa di più adesso che Tiemann non abbia avuto conseguenze importanti a livello fisico. Dal punto di vista sportivo sono contrariato per la decisione presa dai commissari per la prossima gara senza neanche avere convocato i piloti in direzione gara. Per quanto riguarda il risultato di sabato sono soddisfatto in parte perchè siamo stati gli unici ad avvicinarci alle prestazioni “eccessive” delle Ferrari 430 Scuderia. Se non viene rivisto il bilancio delle prestazioni (previsto nelle categorie Gt per avere un livello equo di tutte le vetture) il campionato diventa una storia solo fra gli equipaggi Ferrari. Noi e le altre macchine di altri marchi in Gt3 siamo bilanciati in termini di velocità mentre le 430 “viaggiano” a velocità molto più alta e hanno un guadagno nei tratti rettilinei notevole. Questo porta per noi a mantenere un ritmo per tutta la gara impossibile per gomme e freni. Confido che l’organizzazione del GT OPEN riveda tale situazione per la nostra categoria.”

La prossima gara è tra quattro settimane il 27 giugno a Spa-Francorchamps.