GT – Vittoria e vetta della classifica per Gabriele Lancieri

Share via email

Dopo una prima gara condizionata dalla rottura del radiatore della sua F430 in seguito ad un contatto di gara, Gabriele Lancieri si è rifatto con gli interessi nel secondo appuntamento, conquistando con grande autorità un’importante vittoria.

Seppure la coppia Tedoldi – Kemenater abbia, infatti, tagliato il traguardo in 9° posizione, un problema al radiatore ha interrotto la corsa al titolo della Ferrari F430 n.8 ad appena un giro dal termine per costringerla in 16° posizione.

La partenza lanciata di ben 36 vetture non ha risparmiato forti emozioni fin dalla prima curva. La Scuderia Playteam Sarafree, vittima della bagarre iniziale, ha così visto la Ferrari F430 n.8 protagonista di un testacoda ed un ulteriore contatto con Moncini capace di danneggiare il radiatore e trascinare Lancieri in 10° posizione.

La finestra dei cambi, al 12° giro, ha visto Tedoldi passare il testimone compagno Kemenater. Appena qualche giro dopo anche Busnelli sostituirà Lancieri per proseguire nel disperato tentativo di rimonta del compagno.

gabriele

La seconda parte di gara ha visto una incredibile rimonta dei colori blu e argento. Il calare della sera ha fatto da sfondo ad uno scatenato Kemenater, capace di risalire fino alla 9 posizione e di una altrettanto incisiva performance di Busnelli, stroncata però ad un giro dalla fine a causa dell’iniziale problema al radiatore e dalla conseguente elevata temperatura dell’acqua.

“Purtroppo il testacoda iniziale a causa di Moncini mi ha costretto molto indietro.” Ha affermato Lancieri. “Poi ho cercato di recuperare e di superarlo ma nel momento in cui lo stavo passando un ulteriore contatto con Moncini ha danneggiato il radiatore condizionando l’intera gara. Ho cercato di recuperare delle posizioni e, seppure sia riuscito a consegnare la macchina a Max, la temperatura elevata dell’acqua ci ha costretto ad anticipare la fine della gara.”

In occasione della seconda gara del penultimo appuntamento di campionato, la riviera romagnola ha regalato una giornata incerta non solo dal punto di vista climatico.
I danni riportati dalla Ferrari F430 n.8 dopo gara 1 hanno, infatti, impegnato la squadra fino alle prime ore del mattino. A seguito di uno straordinario lavoro, però, la Scuderia Playteam Sarafree è scesa in pista pronta a riscattarsi.
E così è stato. La Ferrari F430 n.8 di Busnelli-Lancieri ha, infatti, tagliato il traguardo in 1° posizione, davanti alle Ferrari F430 n. 5 e n. 9. Intanto Tedoldi e Kemenater conquistavano la 13° posizione.

Il semaforo verde di gara 2 ha visto Busnelli affrontare il decisivo appuntamento stagionale dalla 5° fila mentre Kemenater occupava la 9°. Entrambi protagonisti di una spettacolare partenza, già dalle prime curve hanno imposto i colori blu e argento delle Ferrari F430 n. 8 e 7 rispettivamente in 3° e 12° posizione.
La prima parte di gara ha visto un compatto gruppo di testa formato dalle tre Ferrari F430 n. 1, n. 6 e n. 8. Una serie di errori e contatti ha però rovesciato presto la classifica. Già al 7° giro, infatti, una breve parentesi di pioggia ha accompagnato un progressivo avanzamento di Busnelli, capace di imporsi a suon di giri veloci in 2° posizione, appena dietro la Porsche n.12.
A seguito della finestra cambi, mentre Kemenater consegnava il testimone al compagno Tedoldi in 10° posizione, Busnelli cambiava con Lancieri conservando la seconda.
La seconda parte di gara ha sostanzialmente confermato una classifica guidata dalla Ferrari F430 n. 2 distanziata da pochi centesimi di secondo dalla Ferrari F430 n.8 di Lancieri fino al 21° giro. E’ stato allora che un errore di Linossi ha proiettato Lancieri alla guida del gruppo.
Al termine dei 29 giri di gara la bandiera a scacchi ha confermato la coppia Busnelli-Lancieri sul gradino più alto del podio mentre Tedoldi e Kemenater chiudevano in 13°.

gabriele

Accanto all’aspetto strettamente race, il circuito romagnolo è stato testimone di un ulteriore impegno della Scuderia Playteam Sarafree in ambito sociale. Il team milanese è, infatti, sceso in pista presentando il logo della nuova campagna promossa dal Governo della Romania, “Romania piacere di conoscerti”.

“Penso che questa vittoria ci permetta di rimettere le cose a posto, soprattutto dopo la gara di ieri, per la quale mi sento responsabile sino ad un certo punto.” Ha affermato Lancieri. “La vittoria di oggi è dedicata allo splendido lavoro della squadra, impegnata fino a tardi sulla vettura per restituircela con un set up perfetto, identico a quello di ieri. A Vallelunga ci sarà il momento finale. Lì veramente dovremo giocarci il tutto per tutto e restare super concentrati.”