Il fisioterapista Jose H. Poletti “Rigon in costante miglioramento”

Share via email

rigon.jpg'A due mesi dall’incidente all’Istanbul Park nella gara di apertura della GP2 Series, in cui ha riportato la frattura scomposta di tibia e perone, Davide Rigon prosegue a ritmo serrato la sua riabilitazione dividendo i propri impegni tra le sedute nella camera iperbarica di Ravenna e gli esercizi al Driver Program Center di Forlì sotto l’ala protettrice del fisioterapista Jose H. Poletti

Il campione veneto si è già lasciato alle spalle la prima fase caratterizzata da una serie di esercizi mirati a mantenere attiva la circolazione nella caviglia lavorando principalmente nell’acqua, entrando di fatto nella secondo parte di lavoro contraddistinta da esercizi volti a caricare la gamba sinistra operata, come ci racconta lo stesso Poletti “La riabilitazione di Davide prosegue secondo i programmi. Il nostro intento è quello di restituirlo a Maranello entro la fine di luglio, per dargli la possibilità di tornare al lavoro con il simulatore. Dopo una prima fase caratterizzata a restituire e migliorare la mobilità della caviglia e a mantenere attiva la circolazione sanguigna locale e nelle aree prossime alla cicatrice, siamo passati prontamente alla fase 2 della riabilitazione incrementando il lavoro muscolare caricando il 50% del peso corporeo sulla gamba operata, lavorando con elastici, pesi, pedane vibranti, vogatore, esercizi in piscina e sull’equilibrio e al simulatore.

Facciamo 2 ore al giorno di esercizi e i miglioramenti si vedono a vista d’occhio. Anche il morale di Davide è molto alto. Non dobbiamo dimenticare che l’incidente è stato importante e bisogna portare il massimo rispetto alla ferita, senza saltare le tappe. Il ragazzo però risponde molto bene alle cure. Ormai da qualche giorno all’interno del Centro cammina tranquillamente senza stampelle, e questo è un altro step altamente importante. La gamba sta recuperando forza e massa muscolare. Al tempo stesso lavoriamo anche su tutto il resto del corpo per mantenere ottimale la forma fisica”analizza Poletti

Proprio in questi giorni Davide è tornato in sala operatoria per un intervento alla cicatrizzazione della ferita “L’operazione è andata bene, anche se ora dovrò interrompere la riabilitazione per qualche giorno per dare modo alla ferita di cicatrizzarsi. Il dolore è praticamente sparito. Avevo iniziato a camminare senza l’aiuto delle stampelle e stavo recuperando la massa muscolare nella gamba operata. Finita questo pit stop forzato di quattro giorni tornerò prontamente ad allenarmi,” commenta Davide Rigon