Luca Casadei “Per il 2009 mi piacerebbe continuare con le ruote coperte”

Share via email

Con una gara di anticipo sulla fine del campionato il giovane Luca Casadei si è laureato Campione Italiano Renault Clio RS, diventando il più giovane a vincere il titolo.

I microfoni di Minardi.it sono andati a trovare Luca a Forlì per parlare con lui della passione per il mondo delle corse, delle sue numerose vittorie e dei progetti per il 2009.

1) Quando hai iniziato a correre e come ti sei avvicinato al mondo delle corse?
Come la maggior parte dei ragazzi che fanno questo sport ho iniziato a 13 anni con i kart e la passione mi è stata trasmessa da mio padre. In famiglia abbiamo un azienda agricola (dove lavoro anche io quando non sono impegnato in pista) e sin da piccolo mio padre mi aveva costruito una macchina a motore con cambio sequenziale, con la quale tutte le domeniche mi divertivo a guidare nel nostro piazzale. Nel 1998 poi ho provato un kart e da qual momento non ho più smesso di correre

2) Prima di arrivare a vincere il Campionato Renault Clio RS che esperienze hai fatto?
Prima di conquistare questo titolo ho corso in parecchie categorie, accumulando la giusta esperienza.
Dopo un anno dall’inizio della mia avventura (1999) ho conquistato il titolo nel Kart e negli anni a seguire ho ottenuto numerose soddisfazioni, come quella del Motorshow di Bologna. Nel 2002 sono passato alle monoposto, alla Formula Renault Monza, dove purtroppo ho perso il campionato all’ultima gara. Considerando la mia inesperienza è stata una stagione positiva. Il 2004 è invece l’anno del passaggio alle ruote coperte, in quanto i campionato di F.3, Formula Renault o Formula Nissan erano troppo costosi. Al debutto sono arrivato secondo nel Campionato Europeo Clio e l’anno successivo terzo in quello italiano.

A causa della mancanza del budgets nel 2006 e 2007 ho fatto pochissime gare: nonostante questo nel 2006 ho fatto una vittoria sull’unica gara a cui ho preso parte e l’anno successivo ho messo due sigilli su tre partecipazioni.. Proprio grazie a questi risultati il team Go Race mi ha aiutato per questa stagione e, proprio grazie a loro, quest’anno sono riuscito a diventare il più giovane pilota a vincere il Campionato Italiano Renault Clio.

3) Che tipo di lavoro fai in preparazione delle gare e quando sei in pista con il tuo team?
Visto il poco tempo a disposizione riesco a fare poco allenamento in vista delle gare. Il mio allenamento è il lavoro in azienda con mio padre. Certamente se avessi la possibilità di correre con più costanza l’allenamento diventerebbe un aspetto molto importante a cui dedicherei la giusta attenzione. Nonostante questo devo dire che quest’anno per tutto il campionato non ho faticato troppo e, anche per questo, sono molto contento.

4)Ora che hai vinto il campionato per il 2009 che progetti hai? Vuoi continuare nelle ruote coperte?
Per quanto riguarda il 2009 no so ancora, in quanto come sempre dipenderà dai budgets e, ad oggi, non ho ancora nessuno sponsor, nonostante le vittorie e il titolo appena conquistato. Se avessi la possibilità mi piacerebbe correre nel Seat Leon Supercup o nella Porche o, anche nel GT. Ovviamente non mi dispiacerebbe riassaporare un bel formula.