SF – Donington Park: Pole position per Davide Rigon e il Beijing Guoan F.C

Share via email

Dopo aver dominato le due sessioni di prove libere di questa mattina, Davide Rigon e il Beijing Guoan F.C si aggiudicano anche la prima pole position stagionale della Superleague Formula, battendo il Sivilia FC di B. Garcia con il miglior crono di 1:18.529 vs 1:19.351.

Rigon viene inserito nel gruppo B e, alla fine della sessione, sarà proprio il portacolori del Racing Team Beijing Guoan a strappare la migliore prestazione assoluta con il miglior crono di 1:18.746, davanti all’ A.C Milan (1:19.155) e AS Roma (1:19.562). Grazie a questo straordinario risultato Rigon si classifica per i quarti di finale, insieme al Sevilla FC, Tottenham Hotspur, Galatasaray, A.C Milan, A.S Roma, PSV Einhoven e Olympiacos: iniziano così i quarti di finali che vedono i seguenti accoppiamenti: Sevilla vs Tottenham, Galatasaray Sk vs Beijing Guoan, PSV vs AS Roma e AC Milan vs Olympiacos.

Davide

Il primo a scendere in pista nel secondo quarto di finale è proprio il Galatasaray con l’italiano Pier Guidi che conclude il suo giro in 1:20.683. Arriva così il momento di Davide Rigon che alla fine del primo settore ha un vantaggio di 4 dec, che aumenta a 1.103 sec alla fine del secondo, per poi fermare il cronometro a 1:18.566: Davide Rigon e il Beijing Guoan sono in semifinale, insieme al Sevilla F, Olympiacos (che a sorpresa ha battuto il Milan) e il PSV Einhoven. La nuova sfide vede di fronte Beijing Guoan vs PSV Einhoven, ovvero Davide Rigon vs Y.Buurman: anche Buurman però deve cedere il passo al vicentino che approda così in finale con il Sivilia FC di B.Garcia.

Alla fine è proprio Davide Rigon che conquista la prima pole position e la prima fila.

“Sono molto contento per la mia squadra e della mia macchina,” commenta Davide Rigon “perché abbiamo fatto un ottimo lavoro trovando un setup perfetto. In qualifica la macchina è stata perfetta e non ho commesso alcune errore. Non è stato certamente facile perché con questo tipo di qualifiche non si ha la possibilità di recuperare. Dopo i primi 15 minuti inizia la vera e propria battaglia”