SF – Rigon sfiora il podio a Zolder

Share via email

Rigon.jpg'Sul circuito belga di Zolder Davide Rigon, portacolori del Racing Clud dell’Olympiakos ha sfiorato il podio nell’appuntamento conclusivo del secondo round della Superleague Formula, tagliando il traguardo in quarta posizione, portando così la squadra bianco-rossa al settimo posto assoluto nella classifica generale con un bottino di 104 punti.

Presa la giusta confidenza con vettura e tracciato durante i tre turni di prove libere del venerdì, il campione in carica si appresta a prendere parte alle qualifiche: come da trazione i 18 club sono divisi in due gruppi tramite sorteggio e Rigon, con il suo Olympiakos, viene inserito nel gruppo B insieme a Tottenham, Rangers, Al-Ain, Olympiakos, Corinthians, AC Milan, Olympique Lyonnais, AS Roma e Liverpool. Alla fine dei 15’ di sessione il cronometro gioca contro il capitano bianco-rosso che viene così eliminato dalla fase finale per soli 10 millesimi di secondo.

“Rimanere escluso dalla lotta finale per soli tre centesimi non fa mai piacere. Purtroppo nel mio giro finale sono stato rallentato dall’ Olympique Lione che stava procedendo lentamente. Proprio mentre lo stavo sopravanzando ha cambiato direzione e così siamo arrivato al contatto. Ho rovinato leggermente la mia ala, insieme ai miei pneumatici. Proprio per questo in gara-1 ho dovuto utilizzare gli stessi pneumatici di Magny-Cours. A fine sessione i commissari hanno deciso di penalizzarmi (a mio avviso ingiustamente) per quel contatto retrocedendomi di sei posizioni. Alla fine invece di partire con il nono tempo sono partito in penultima fila. La macchina andava molto bene infatti avevamo caricato il massimo della benzina per arrivare fino all’ultima sessione, in quanto sapevamo di poterci giocare la pole position”

Rigon.jpg'Al via di gara-1 Rigon si rende protagonista di una buona partenza iniziando subito a forzare il ritmo per recuperare le posizioni, risalendo sino alla quinta posizione, ma un problema al ripartitore di frenata lo porta in testacoda terminando così la sua corsa al decimo posto.

Nell’appuntamento conclusivo di domenica pomeriggio Rigon si rende protagonista ancora una volta di una grande prestazione e di una corsa in rimonta passando sotto la bandiera a scacchi ai piedi del podio, nonostante un problema con il cambio.

“La macchina andava molto bene e mi sono divertito molto a guidarla. Al via in gara-1 sono riuscito a fare una buona partenza iniziando subito a spingere forte per cercare di recuperare più posizioni possibili. Purtroppo al momento del pit stop la macchina mi è scappata in testacoda per un problema ad un cado del ripartito di frenata. Ho perso circa 15’’ tagliando così il traguardo solamente al decimo posto. In gara-2 con pista bagnata sono riuscito a fare una grande rimonta arrivando anche alla prima posizione. Purtroppo verso fine gara si è riproposto il problema con il cambio. Sono passato quindi alla gestione manuale sperando che non cedesse definitivamente perdendo però del tempo prezioso. Più di così oggi non potevo fare anche se il quarto posto ci va veramente stretti. Il nostro passo di gara era veramente molto buono e senza quei problemi avremmo potuto anche vincere. Ora siamo in settima posizione e il primo non è così lontano infatti in ogni gara ci sono molti punti. Tra due settimane andremo in Inghilterra a Donington Park, una pista che mi piace molto dove cercheremo di conquistare il nostro primo successo stagionale. Il gradino più alto del podio inizia a mancarmi. Lo scorso anno a Donington ero riuscito a conquistare pole position, vittoria e giro veloce. Spero proprio di ripetermi”

Rigon.jpg'