Articoli

FIA WEC – Davide Rigon “In Brasile per il titolo Costruttori”

A San Paolo l’obiettivo sarà uno solo: il titolo Costruttori per la Ferrari” Sono le prime parole di Davide Rigon, in volo verso il Brasile teatro dell’ultimo appuntamento del Campionato del Mondo Endurance.

Rigon, in coppia con il team-mate James Calado, si presenterà ai nastri di partenza al volante della Ferrari 458 #71 forte degli ultimi tre podi conquistati consecutivamente in Giappone, Cina e Bahrain, che lo hanno lanciato al sesto posto nella classifica GTE-Pro. Proprio a Sakhir il team di Amato Ferrari ha festeggiato la conquista dei titoli dedicati a Team e Piloti, con i compagni Bruni e Vilander neo-Campioni del Mondo. Ora manca l’ultimo tassello a completamento di una stagione che potrebbe essere indimenticabile: il titolo Costruttori per Ferrari. Dopo sette round la Scuderia di Maranello guida la classifica con 261 punti.

“San Paolo è una pista che mi piace veramente tanto, vecchio stampo con diversi sali-scendi. E’ stato rifatto l’asfalto che dovrebbe rendere le vetture ancora più veloci In questi giorni abbiamo lavorato molto per prepararci al meglio a quest’ultimo e decisivo appuntamento. Siamo pronti e determinati a chiudere la stagione nel miglior modo. Due settimane fa abbiamo conquistato i primi due titoli. Ora manca il terzo” prosegue il driver veneto “Non sarà certamente facile, ma ancora una volta potrò contare sull’esperienza fatta l’anno scorso

Proprio sulla pista di Interlagos Davide aveva firmato il suo debutto nel Mondiale con un secondo posto.

FIA WEC – Ancora un podio mondiale per Davide Rigon nella 6 Ore Bahrain

E tre! Per il terzo appuntamento consecutivo Davide Rigon, in coppia con il team-mate James Calado, conquista il podio nel Campionato del Mondo Endurance al volante della Ferrari 458 GTEPro. Dopo Fuji e Shanghai, è arrivato il turno di Sakhir, teatro del settimo appuntamento del FIA World Endurance Championship, portando, così, a quattro i podi conquistati, con un ultimo appuntamento ancora in calendario.

Fin dalle prime battute, Davide e James si sono messi in evidenza sull’impegnativo circuito del Bahrain, portando la Ferrari #71 del team di Amato Ferrari nelle posizioni di vertice della classe Pro. Dopo aver preso le giuste misure nelle due sessioni di prove libere, hanno siglato il terzo migliore crono alle spalle della vettura gemella #51 dei neo Campioni del Mondo Bruni-Vilander, nonostante le gomme hard. La 6 Ore si dimostra una gara tirata fin dai primi passaggi, a causa di una pressione costante da parte delle Porsche e delle alte temperature dell’atmosfera e dell’asfalto. Senza commettere errori nonostante il calare della notte, Davide e James si sono dati il cambio, tenendo alto il ritmo e regalando un nuovo podio alla Ferrari ed al team AF Corse, chiudendo un fine settimana sensazionale per i colori di Maranello. “Siamo veramente contenti per questo nuovo podio, che ci ha fatto fare un nuovo passo avanti nella classifica piloti”, commenta Davide Rigon di ritorno dal Bahrain. Grazie al terzo posto aggiunge ulteriori 15 punti, entrando nella Top Six dei migliori piloti in assoluto nel panorama GT. “Siamo rimasti molto soddisfatti del tempo segnato in qualifica, visto che avevamo deciso di puntare sulle Hard. In gara, poi, abbiamo lottato costantemente con le Porsche, i nostri principali avversari. Dopo aver ceduto qualche posizione al via per portare in temperatura le nostre gomme, sono riuscito a recuperare, girando su ottimi riscontri cronometrici”, prosegue Davide. “Nel primo stint, l’entrata della safety-car ci è costata un po’ di tempo. Un podio, comunque, è sempre una grande soddisfazione, soprattutto perché parliamo del palcoscenico più importante”.

Doppia gioia in casa AF Corse, che ha festeggiato non solo il Titolo Team, ma anche il Titolo Piloti, con i compagni ben più esperti Bruni e Vilander. “E’ stato un fine settimana sensazionale per tutti noi del team. Come AF, abbiamo vinto il titolo Team, mentre Gimmi e Toni hanno vinto il titolo piloti”. Per il team piacentino è dunque il terzo titolo in tre stagioni. A questo punto, perché la stagione sia indimenticabile, la Ferrari deve centrare anche il titolo Costruttori, una missione che bisognerà cercare di portare a termine nell’ultima gara stagionale in programma fra due settimane ad Interlagos, in Brasile. “Tra quindici giorni si tornerà in pista, a San Paolo, per l’ultimo appuntamento. Il mio obiettivo è quello di regalare alla Ferrari il Titolo Costruttori”, conclude il driver veneto. Grazie a questi nuovi risultati, la casa di Maranello consolida ulteriormente la sua leadership con 261 punti.

Sono molto contento per l’ottimo weekend di Davide. E’ mancata solamente un pizzico di fortuna in gara. Probabilmente il secondo posto era alla sua portata. Si chiude un fine settimana veramente positivo con la vittoria del Campionato Piloti di Bruni-Vilander e Team per AF Corse“, commenta il manager Giovanni Minardi. “Ora manca l’ultimo tassello, quello più importante: il Titolo Costruttori per Ferrari. Speriamo di portarlo a casa nell’ultimo appuntamento in Brasile. Nella seconda parte del campionato, corsa su piste già conosciute, abbiamo fatto un grande passo in avanti. Classifica alla mano, purtroppo ci mancano i punti pesanti della 24h di Le Mans. Davide avrebbe potuto lottare per il podio“, conclude Minardi.

FIA WEC – Davide Rigon a caccia di un altro risultato importante nella 6 Ore Bahrain

Forte dei podi conquistati nelle ultime due tappe al Fuji e Shanghai, che si aggiungono al terzo posto di inizio stagione a Spa-Francorchamps, Davide Rigon, in coppia con Calado, è pronto a tornare al volante della Ferrari 458GTE-Pro #71 del team AF Corse, nel settimo e penultimo appuntamento del Campionato del Mondo Endurance sul circuito di Sakhir, valido per la 6 Ore del Bahrain.

Ancora una volta Davide potrà fare tesoro dell’esperienza acquisita nella passata stagione, quando chiuse la sua prima esperienza nel Mondiale con un importantissimo secondo posto, determinante nella conquista del titolo Team, per l’8Star Motorsport, e del titolo Costruttori, per la Ferrari.  I 5.412 mt del tracciato costruito alla periferia di Manama, capitale del Bahrain, rievocano bei ricordi nella mente del 27enne. Oltre al secondo posto della passata stagione, nel 2009 conquistò un bel podio in GP2. “E’ una pista che mi è sempre piaciuta, dove ho raccolto risultati importanti, sia in monoposto che con la vettura GT. Arriviamo a questo appuntamento dopo il secondo posto del Fuji e il terzo di Shanghai. Sia io che il mio compagno e tutto il team AF siamo carichi, per andare a caccia di un nuovo risultato positivo per la Ferrari”, commenta Davide Rigon, in volo verso la capitale del Bahrain. “Ci prepariamo a vivere gli ultimi due appuntamenti su due tracciati (Bahrain ed Interlagos), che si dovrebbero adattare meglio alle caratteristiche della nostra 458”, conclude il pilota veneto. “Sarà una gara tosta, sia per le alte temperature che si raggiungeranno all’interno dell’abitacolo, sia perché inizieremo con il sole e finiremo con la notte”.

Proseguirà, dunque, la cavalcata verso il titolo Costruttori per la Ferrari, principale obiettivo di Davide e del team AF Corse in questa stagione. Con ancora due appuntamenti in programma, la Scuderia del Cavallino Rampante guida il gruppo davanti a Porsche e Aston Martin, con Davide e Calado al settimo posto in classifica.

FIA WEC – Davide Rigon vola a Shanghai, teatro della prima vittoria nel Mondiale

Forte della doppietta conquistata in Giappone, Davide Rigon, insieme al team-mate James Calado e ai compagni AF Corse, è pronto a tornare al volante della Ferrari 458 #71 GTE-PRO, per la 6Ore di Shanghai, teatro del sesto appuntamento del Mondiale FIA WEC.

Per Rigon sarà un ritorno sui 5.451 mt del circuito cinese (teatro anche del Mondiale di F1), dove un anno fa conquistò il primo sigillo nel FIA World Endurance Championship, grazie alla vittoria coi colori dell’8Star Motorsport su Ferrari nella categoria GTE-AM. Grazie a quel successo, e ad altri piazzamenti a podio, il 27enne thienese contribuì in modo determinante alla conquista dei titoli Team, per l’8Star Motorsport, e Costruttori, per Ferrari.

Con il secondo posto alla 6Ore del Fuji, Rigon e Calado hanno scalato vertiginosamente la classifica, entrando nella Top-10 e rafforzando la leadership di Ferrari tra i Costruttori. “Devo dire che la Cina mi ha sempre portato bene. L’anno scorso, ho festeggiato la prima vittoria nel Mondiale, mentre nel 2008 ho conquistato il titolo nella SuperLeague Formula coi colori del Beijing Guoan”, racconta Davide Rigon in volo verso la Repubblica Popolare Cinese. La doppietta ed il podio ci hanno non solo dato la consapevolezza di lavorare nella direzione giusta, ma anche una grande carica, in vista del finale di campionato”. Dopo Shanghai, il Circus del FIA WEC si trasferirà in Bahrain (15 novembre) e in Brasile (30 novembre) per il gran finale.

In qualifica potremmo cedere qualcosa agli avversari, recuperando poi nel passo gara. Sia io che il mio compagno siamo dei rookie nella classe regina e siamo chiamati a portare il nostro contributo per conquistare e confermare il titolo della Ferrari. Finalmente, siamo arrivati a correre su piste già a me note e ciò si può tradurre in un vantaggio. Inoltre, Shanghai”, conclude Davide, “sarà l’ultima pista meno favorevole per la nostra vettura”.

FIA WEC – Punti e ritmo da podio per Davide Rigon alla 6Ore Austin

In Texas è calato il sipario sulla 6Ore di Austin, quarta prova stagionale del Campionato del Mondo FIA Endurance in cui le instabili condizioni metereologiche sono state una variabile importante per tutto il week-end

Al volante della Ferrari 458 #71 il talentuoso driver veneto Davide Rigon, in coppia con il team-mate James Calado, ha firmato così il suo debutto su un altro circuito di carattere internazionale, mettendosi a dura prova  lungo i 5.513 mt. La pioggia battente e le alte temperature dell’aria hanno reso ancora più impegnativa la gara endurance, in cui però Davide è emerso mettendosi in evidenza con riscontri cronometrici al pari dei primi di classe.

Dopo poco di un’ora e mezza dal via, un forte temporale si è abbattuto sul circuito americano rendendo, di fatto, impraticabile la pista e costringendo il direttore di gara ad esporre la bandiera rossa ed interrompere temporaneamente la gara. A quel punto il driver veneto entra in azione al posto dell’amico James montando gomme Wet, portando la Ferrari del team AF Corse in zona podio prima di cedere nuovamente il volante per lo stint-finale nell’ultima ora e venti. Solamente un problema, ancora da accertare, nega la soddisfazione del primo podio stagionale, chiudendo con un quinto posto “E’ stato un week end veramente impegnativo sotto tutti i punti di vista. Il tracciato è bello tosto, in particolare la prima parte con diverse curve cieche. In più il meteo ha fatto la sua parte con temporali accompagnati da temperatura dell’aria intorno ai 32°C” analizza Davide Rigon, di ritorno dall’America “Durante le prove libere ho imparato il tracciato, ma i trucchetti li ho scoperti in gara. Sono molto contento del mio ritmo di gara, da podio e al pari dei primi della classe, anche nelle difficili condizioni di pista bagnata in cui abbiamo deciso di azzardare le mescole Wet. Resta il rammarico per aver visto sfuggire un podio nell’ultima ora,” conclude il pilota Ferrari “Adesso la testa è già verso il Giappone”

Il prossimo appuntamento è in programma il week end del 12 ottobre con la 6Ore del Fuji, quinto appuntamento del Mondiale.

 

Davide Rigon: “Aspettando Le Mans”

Tra poco più di due settimane si accenderanno i riflettori sulla competizione più prestigiosa nel panorama endurance, la 24 Ore di Le Mans, e tra i 168 piloti ci sarà anche Davide Rigon, in coppia con Calado e Olivier Beretta, al volante della Ferrari 458 di AF Corse. Il talentuoso driver veneto arriva all’appuntamento che vale una stagione, forte del podio conquistato a Spa-Francorchamps e del quinto posto nella gara inaugurale di Silverstone, che ha lanciato l’equipaggio #71 al quinto posto in classifica. “Il bilancio fin qui è certamente positivo. A Silverstone abbiamo raccolto meno di quanto meritato, mentre a Spa è andato tutto alla grande. Il massimo sarebbe stato il secondo posto”, commenta Davide Rigon. “Ora abbiamo diversi chilometri alle spalle e iniziamo a conoscere molto bene la macchina e il team, col quale c’è un ottimo feeling”.

Insieme a Bruni e Vilander avete portato la Ferrari e AF Corse in testa nelle rispettive classifiche. Quali sono i vostri obiettivi?

L’obiettivo principale è portare al successo la Ferrari tra i Costruttori e poi, a cascata, il titolo team e piloti, provando quindi a ripetere il tris dell’anno scorso. Proveremo a vincere il campionato piloti, anche se siamo debuttanti. Per James si tratta della prima esperienza nel GT, mentre per me è la prima stagione da pilota ufficiale. L’anno scorso grazie all’8Star Team ho avuto la possibilità di iniziare a conoscere il campionato, ma ora il peso della responsabilità si sente molto. Grazie ad AF Corse e Ferrari abbiamo tutto a disposizione per fare bene. Siamo professionisti e dobbiamo dare sempre il 100%.

Com’è il tuo rapporto gli altri piloti Ferrari?

C’è un ottimo affiatamento in squadra e lavoriamo molto bene insieme, condividendo anche i dati. Gimmi e Vilander sono due campioni con tanta esperienza alle spalle e grazie a loro posso imparare molto. Abbiamo a disposizione un grande ingegnere, col quale ci troviamo molto bene e costruiamo la macchina in base alle nostre esigenze.

Dopo Silverstone e Spa, ora arriva la 24H di Le Mans.

È la gara più importante dell’anno e una delle più belle della storia. Tutti i piloti vorrebbero correre la 24H di Le Mans almeno una volta per il suo fascino e per la sua importanza. Forse vale più di una vittoria a Monte Carlo. Per me sarà la prima volta e non vedo l’ora.

Quali sono i vostri obiettivi?

Gli obiettivi sono chiari. Bisogna puntare al podio, se non alla vittoria. Sappiamo che sarà durissima, soprattutto per noi che saremo al debutto, anche se al nostro fianco potremo contare su Olivier Beretta che può vantare già una vittoria. Siamo pronti a metterci in discussione. Abbiamo già analizzato e studiato diverse strategie e potremo avere un riferimento molto importante con i nostri compagni Bruni-Villander-Fisichella, che conoscono molto bene questa gara. Cercheremo di tenere il loro passo in gara.

Hai già avuto modo di conoscere la pista?

La pista la toccherò con mano la prima volta nei test ufficiali prima della gara. Per ora ho avuto la possibilità di studiare il tracciato attraverso il simulatore e alcuni video. È una pista lunghissima. Non ho mai guidato su un tracciato il cui giro dura quasi 4 minuti.

Per te sarà la prima volta a Le Mans, ma la quarta 24Ore, con il successo nel 2008 nel FIA GT.

Ho già corso tre volte una 24Ore, anche se tutte sul tracciato di Spa-Francorchamps. Nel 2008 ho vinto al debutto nel Mondiale FIA GT con la Ferrari della Scuderia Italia, mentre in Blancpain Endurande Series sono arrivati due ritiri, di cui uno l’anno scorso proprio all’ultima ora causa rottura del motore. So cosa vuol dire non dormire la notte. È una gara veramente dura dove non bisogna concedere nulla agli avversari.

Che tipo di preparazioni fisica prevede questo tipo di gara?

Con il mio preparatore Emiliano Maraldi del Driver Program Center di Forlì quest’anno stiamo lavorando principalmente sul corpo libero, con allenamenti aerobici, e sui riflessi, proseguendo il programma dell’anno passato. Sul fronte della forza fisica le gare endurance sono meno esigenti rispetto ad un Formula, mentre richiedono una maggiore resistenza al caldo e alla “sofferenza” prolungata. Specialmente nella 24Ore bisognerà stare diverse ore in macchina, con stint anche da tre ore. Per questo non voglio farmi trovare impreparato.

Inizia da Silverstone il FIA WEC di Davide Rigon

La grande attesa è finita. Questo fine settimana si alzerà il sipario sul campionato per eccellenza nel panorama endurance, con il primo appuntamento nel Mondiale FIA World Endurance Championship.

I 5.891 metri di asfalto e le 6 Ore di gara sullo storico circuito inglese di Silverstone, cornice del Mondiale di Formula 1 fin dagli anni ’50, inaugureranno la stagione sportiva di Davide Rigon al volante della Ferrari 458 GT tre volte iridata #71 del team di Amato Ferrari AF Corse, con l’obiettivo di confermarsi ai massimi livelli sul palcoscenico mondiale.

Dopo il successo di Shanghai, i due secondi posti in Bahrain e San Paolo e il quarto posto del Fuji dello scorso anno con i colori dell’8Star Team, in questa stagione il talentuoso driver veneto vestirà i colori ufficiali della casa di Maranello.

Aspetto con ansia di arrivare a Silverstone e iniziare questa nuova avventura. Abbiamo lavorato molto bene nell’inverno e siamo determinati a iniziare la stagione con il piede giusto. Inutile dirlo. La Ferrari 458 è una vettura fantastica. Con il team di Amato Ferrari si è creato fin da subito un ottimo feeling, così come con James. Visto il livello dei partecipanti sarà una stagione molto combattuta dove i particolari faranno veramente la differenza”, commenta Davide Rigon.

In questa nuova avventura lunga otto appuntamenti – dall’Inghilterra al Brasile, passando per Spa-Francorchamps, 24 Ore di Le Mans, Austin, Fuji, Shanghai e Sakhir – il ventisettenne driver veneto dividerà il volante della gloriosa 458 GTE-Pro con James Calado, terzo classificato della GP2 Series 2013.

Sono molto contento di avere in squadra con me Davide Rigon, dopo l’esperienza della passata stagione con il team 8Star dove aveva conquistato tutto lo staff sia a livello umano che professionale. Il nostro principale obiettivo sarà di bissare i successi della passata stagione con i titoli Costruttori, Team e Piloti”, commenta il Team Owen Amato Ferrari.

I riflettori sul Mondiale WEC si accenderanno con i turni di prove libere, che apriranno le porte alla qualifica – sabato ore 13.00 – per disegnare lo schieramento di partenza della “6 Ore”, in programma domenica a partire dalle 13.00 (ora italiana).

Davide Rigon rinnova con Ferrari e prenota il FIA WEC

Salutato un 2013 ricco di successi al volante della Ferrari Italia 458 GT nei Campionati Blancpain Endurance Series, International GT Open, FIA WEC e condito dalla prestigiosa partecipazione ai Rookie test al volante della F138 sul tracciato di Silverstone, per Davide Rigon è arrivato il prolungamento del suo rapporto con la Scuderia Ferrari.

Il pilota veneto sarà a disposizione della squadra anche nelle stagioni 2014 e 2015, proseguendo una collaborazione iniziata nel 2011, coprendo il ruolo di collaudatore. Accanto all’intenso programma al simulatore F1 Davide potrà partecipare alle sessioni di prove di sviluppo della monoposto. Contestuale al rinnovo con la Scuderia Ferrari è arrivato anche l’impegno a tempo pieno nel FIA World Endurance Championship. Il talentuoso driver veneto gestito dalla Minardi Management di Giovanni Minardi sarà alla guida della Ferrari Italia 458 GT tre volte iridata del team di Amato Ferrari AF Corse, con l’obiettivo di confermarsi ai massimi livelli a livello mondiale.

Dopo il successo a Shanghai, i due secondi posti in Bahrain e San Paolo e il quarto posto del Fuji, quest’anno arriverà per Rigon  il debutto nella competizione più prestigiosa nel panorama endurance: la 24 Ore di Le Mans, in programma il week end del 14-15 giugno.

Otto palcoscenici tra i più prestigiosi attendono Rigon in questo 2014. La prima di campionato è fissata per il 20 aprile sullo storico tracciato di Silverstone, per volare successivamente tra gli spettacolari scenari di Spa-Francorchamps (3 Maggio) e nella magia della 24H. Il 20 settembre il circus si trasferirà invece in America per poi passare in Giappone (12 ottobre), Cina (2 novembre), Bahrain (15 novembre) prima del gran finale ad Interlagos (Brasile) il 30 novembre.

Il 25/26 gennaio  Davide ha inaugurato la sua stagione sportiva prendendo parte alla 24H di Daytona al volante della Ferrari 458 GT

E’ un sogno che ogni giorno diventa realtà. La Scuderia Ferrari è la mia seconda famiglia ed è una grandissima soddisfazione poter collaborare con la squadra più blasonata e importante al mondo. In queste stagioni abbiamo impostato un programma ben definito e potergli dare un seguito è di grande stimolo.  Ci aspettano importanti sfide tecnologiche e siamo pronti ad affrontarle con la massima determinazione. Un ringraziamento particolare lo rivolgo al Presidente Luca Cordero di Montezemolo, al Team Principal Stefano Domenicali e a tutto lo Staff della Minardi Management, al mio fianco da 10 anni” commenta entusiasta Davide Rigon al sito www.minardi.it

Sul fronte GT non vedo l’ora di salire in macchina per la prima gara. Poter correre nel Mondiale FIA WEC è un grande traguardo. Farlo con la Ferrari 458 campione in carica lo rende speciale. La 24H di Le Mans sarà la ciliegina sulla torta” prosegue il vicentino “Daytona è stata una bella esperienza. Grazie a Ferrari ho avuto la possibilità di imparare molti aspetti legati a queste gare” conclude Rigon “Mi sono trovato a mio agio sulla 458 e sono contento dei miei stint. Non ho commesso errori nonostante il gran traffico, visto che c’erano più di sessanta vetture in pista”.

Devo fare i miei più sinceri complimenti a Davide per i risultati conquistati nell’anno appena concluso, grazie ai quali si è meritato il rinnovo della fiducia da parte della Scuderia Ferrari. Come Minardi Management abbiamo lavorato costantemente tutta la stagione per raggiungere gli obiettivi in ottica 2014. Sono convinto che Davide e Ferrari potranno raggiungere importanti traguardi anche in una stagione così ricca di sfide. Per Davide sarà un anno impegnativo, considerando le novità regolamentari della Formula 1 e gli impegni nel Gran Turismo” commenta il manager Giovanni Minardi “ora per lui si aprono gli scenari del FIA WEC. Quest’anno avrà la possibilità di essere al via fin dal primo appuntamento. Il passaggio dalle GT3 alle GT2 era il nostro principale obiettivo per la stagione e come Minardi Management siamo lieti di averlo raggiunto. Partecipare alla 24H di Le Mans sarà sensazionale” conclude il manager faentino