Articoli

Rigon saluta il FIA WEC con il secondo posto in Bahrain e il titolo per 8Star

Non poteva esserci miglior finale di stagione per Davide Rigon che sul tracciato di Sakhir, teatro dell’ultimo appuntamento Mondiale FIA WEC, conquista con la sua Ferrari 458 GTE il secondo posto, contribuendo in modo determinante alla conquista del titolo Team per l’8Star Motorsport e Costruttori per la Ferrari.

Un ruolino di marcia impressionante quello firmato dal vicentino che, nei quattro appuntamenti in cui ha preso parte al Mondiale, ha conquistato per tre volte il podio, con la vittoria di Shanghai, due secondi posti (Brasile e Bahrain) e il quarto del Fuji per un bottino complessivo di 24 punti.

Come già  successo nell’International GT Open al volante della Ferrari 458 del Villorba Corse il driver veneto ha messo in pista tutto il suo talento e la professionalità che lo hanno contraddistinto in questi anni, aiutando prima Andrea Montermini nella conquista del titolo piloti e ora la compagine 8Star con il successo tra i team su un palcoscenico mondiale, dimostrando di avere tutte le carte in regola per competere tra gli scenari più importanti “Sono veramente felice per questo nuovo podio con cui ho contribuito alla vittoria finale per il team e per la Ferrari. Sono particolarmente felice perché al debutto in un campionato così selettivo e impegnativo come il Mondiale FIA WEC ho conquistato in soli quattro appuntamenti la bellezza di una vittoria, due secondi posti e un quarto” analizza Davide Rigon “Devo ringraziare anche tutto il team con cui si è creato un feeling fantastico. La 458 si è dimostrata una macchina sensazionale come conferma il successo tra i costruttori di Ferrari. Le vetture GT2 sono veramente divertenti da guidare

Per il driver a disposizione della Scuderia Ferrari si chiude una stagione ricca di appuntamenti tra Blancpain Endurance Series, International GT Open e FIA World Endurance Championship, senza dimenticare l’intenso lavoro svolto ai rookie test sulla pista di Silverstone al volante della Ferrari F138  “E’ stato un anno impegnativo e ricco di appuntamenti sia in pista che fuori. All’intenso lavoro al Simulatore Ferrari e sulla F138, ho avuto la possibilità di mettermi alla prova su palcoscenici internazionali e al volante di vetture competitive come la 458” conclude il ventisettenne

Davide Rigon pronto per la 1000 Km del Nurburgring

Ormai ci siamo. L’attesa è finita. Questo fine settimana sul tracciato del Nurburgring si accenderanno i riflettori sull’ultimo e decisivo appuntamento della Blancpain Endurance Series. Tutto si giocherà nell’arco di 6Ore e sulla distanza di 1000Km.

Davide Rigon, insieme ai team-mate Zampieri e Ramos, andrà a caccia del titolo al volante della Ferrari 458 GT3 dopo aver guidato la classifica fin dal primo appuntamento di Monza, quando la rossa di Maranello #44 passava per prima sotto la bandiera a scacchi. Dimenticato l’amaro risultato della 24H di Spa, il talentuoso driver veneto è pronto a tornare in pista dopo aver conquistato nelle ultime settimane un’esaltante secondo posto Mondiale al debutto nel campionato WEC e la strepitosa vittoria di Spa-Francorchamps nell’International GT Open, sempre al volante della Ferrari 458 GT2

Abbiamo individuato e risolto il problema che ci ha fermato alla 24H di Spa, e questo è sicuramente l’aspetto principale. Il campionato si deciderà in 1000Km. E’ come se la stagione iniziasse e finisse al Nurburgring. Il tracciato è di quelli storici con un sedime stradale stretto. Sarà importante non commettere errori” analizza Davide Rigon “Fin dalla gara inaugurale di Monza abbiamo dimostrato tutto il nostro potenziale ma purtroppo siamo stati rallentati da eventi poco favorevoli, come a Spa dove senza il problema avremo potuto chiudere il campionato

Il week end tedesco prenderà il via sabato con l’unico turno di prove libere da 90’ in preparazione delle Pre-Qualifiche (12.50-14.20) e delle qualifiche (16.50-17.50) che determineranno lo schieramento di partenza della 6H, in programma domenica a partire dalle 11.45 “Le prove libere daranno un primo responso sul nostro potenziale. Siamo pronti per la sfida finale

Siamo all’atto conclusivo di uno dei campionati più importanti nel panorama del GT e andiamo ad affrontare la gara del Nurburgring da primi in classifica, anche se con un po’ di rammarico, visto il risultato negativo di Spa che ci avrebbe fatto stare più tranquille nell’affrontare questo evento.” analizza il manager Giovanni Minardi “Davide però, a differenza degli altri piloti, viene da un mese molto intenso e ricco di importanti risultati, tenendo soprattutto in considerazione che parliamo di due esordi, come un secondo posto nel WEC e due primi nel GT Open. Credo sia in ottima forma e carichissimo per provare a portarsi a casa questo prezioso titolo che anche la Ferrari vuole.  Ce la giocheremo fino alla fine

Da San Paolo al Nurburgring passando per Spa. Tante e nuove sfide per Rigon

Finale di stagione da cardiopalma, ricco di novità e appuntamenti per Davide Rigon. Nei prossimi quattro week end il neo 27enne driver vicentino, a disposizione della Scuderia Ferrari per le attività sportive e di sviluppo tecnico, sarà impegnato  in tre appuntamenti diversi in altrettanti campionati.

Davide inaugurerà questo fine settimana la “Maratona” firmando il suo debutto nel Mondiale FIA WEC (World Endurance Championship) in occasione della 6 Ore di San Paolo, quarto round di campionato. Ancora una volta il talentuoso vicentino sarà al volante di una vettura di Maranello, la 458 GT2 del team 8Star Motorsport, squadra gestita dall’AF Corse, dividendo l’abitacolo arancio con Ruy Aguas e Vicente Potolicchio.

Lasciato il Brasile volerà alla volta del Belgio, sul tracciato di Spa-Francorchamps dove il prossimo 7 e 8 settembre prenderà il via alla sesta prova stagionale dell’Internationa GT Open al volante della 458 GT2 del Team Villarba Corse, attualmente secondo nella classifica a squadra. Rigon sarà chiamato a sostituire l’amico Luca Filippi per far coppia con Andrea Montermini.

Per me sarà un onore correre con Villorba Corse” dichiara Rigon “Sono stato in sede e la collaborazione è iniziata bene. La 458 mi è piaciuta subito ed è un’auto che per tanti aspetti già conosco. Di sicuro per Spa è una bella responsabilità prendere il posto di Luca al fianco di Montermini, Sarà un’esperienza molto interessante e darò il massimo.”

Era importante continuare nella logica che ha contraddistinto la nostra stagione sino a oggi” analizza il team principal Raimondo Amadio sull’accordo “quindi abbiamo cercato di rimpiazzare Filippi con un pilota di alto valore. Davide sicuramente rappresenta un ottima scelta. È un ragazzo in gamba con indubbie doti velocistiche e credo che in una squadra come la nostra possa fare davvero bene. A inizio agosto è stato da noi in azienda per i dettagli di routine sulla sistemazione del posto guida e l’ho visto davvero motivato e felice. Poter collaborare inoltre con un pilota di ambito Ferrari è per noi motivo di orgoglio e prestigio.”

Da Spa al Nurburgring. Il week end del 21/22 settembre Davide riprenderà le redini della 458 GT3 #44 del team Kessel Racing per l’ultimo e decisivo appuntamento della Blancpain Endurance Series. Dopo l’esaltante vittoria sulla pista di Monza, in coppia con Zampieri e Ramos, ha proseguito la cavalcata guidando costantemente la classifica PRO. Archiviata anche la 24 Ore di Spa, la 1000 Km del Nurburgring si trasformerà in una vera e propria finale per il titolo 2013 “Tutto si deciderà sulla distanza di 1000 km. Siamo ancora in testa al campionato e vogliamo chiudere alla grande la stagione” conclude Davide

Rigon e kessel sfiorano il podio a Le Castellet

Con l’appuntamento sul tracciato francese del Paul Ricard, la Blancpain Endurance Series è entrata nella seconda parte di stagione e Davide Rigon e Kessel Racing si confermano leader in entrambe le classifiche.

Al volante della Ferrari 458 il talentuoso driver veneto, in coppia coi team-mate Ramos e Zampieri, ha sfiorato ancora una volta il podio conquistando punti importanti in ottica mondiale e dimostrando un’importante forma fisica in vista della 24Ore di Spa-Francoshamps, in programma a fine mese “La 24h di Spa è l’appuntamento più importante e atteso. Un week end che vale quanto un’intera stagione. Un campionato all’interno di un campionato” analizza Rigon

Solo uno “stop and go” inflitto nell’ultima ora di gara ha negato la soddisfazione al Trio Kessel di conquistare un meritato podio che gli avrebbe permesso di allungare ulteriormente in classifica “Sinceramente la penalità è stata troppo severa e ci è costata un podio più che meritato. Nonostante questo arriviamo a Spa in testa al campionato e abbiamo dimostrato di poter essere tra i protagonisti in qualsiasi situazione e pista. Rimane comunque il rammarico per avere perso qualche punto” analizza Davide

Proprio in questi giorni il driver veneto ha preso parte ai test collettivi sulla pista delle Ardenne in preparazione della 65esima edizione della 24Ore dove saranno attese più di 70 vetture GT3 “Abbiamo girato parecchio, ma purtroppo il lavoro è stato condizionato dalla forte pioggia e dal maltempo. Come sottolineavo prima questo week end sarà fondamentale per la classifica in quanto i punteggi saranno attribuiti dopo 6, 12 e 24 ore. Questo significa che tutto potrà ancora cambiare. Basterà il minimo errore per rovinare il lavoro di un’intera stagione” conclude il pilota veneto

Davide Rigon conserva la leadership a Silverstone

Dopo la vittoria nell’appuntamento inaugurale della Blancpain Endurance Series sul tracciato di Monza, Davide Rigon, in coppia con i compagni Cesar Ramos e Daniel Zampieri, conquista nuovamente la zona punti su un tracciato tanto tecnico quanto impegnativo come Silverstone.

Il talentuoso driver veneto ha così salutato il secondo appuntamento ancora al comando della classifica, anche se nel  fine settimana inglese ha dovuto cedere il podio ai suoi avversari. Al volante della Ferrari 458 GT3 il trio italo brasiliano sfiora la top five in qualifica fermandosi a poco meno di quattro decimi dalla pole position, dopo aver lavorato duramente nelle due sessioni per trovare il miglior set-up della rossa del team Kessel.

Il tracciato inglese mette in mostra il valore tecnico del 26enne che nel primo stint di gara riesce a rimontare velocemente posizione su posizione fino a portare le Ferrari #44 al terzo posto, prima di cedere il volante ai compagni per la fase finale “E’ stato un fine settimana veramente intenso e sapevamo fin dal principio che non sarebbe stato facile ripetere il successo di Monza” analizza Rigon “Con Daniel e Cesar abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra nelle prove libere e pre-qualifiche per preparare al meglio la macchina. La top 5 era veramente alla nostra portata, ma purtroppo ci è sfuggita per pochissimo”

Al via delle tre ore di gara Davide si cala per primo nell’abitacolo riuscendo a chiudere il suo stint al terzo posto “La progressione è stata veramente buona, nonostante il forte traffico e diversi doppiati che non hanno facilitato certamente il compito, dovendo  rischiare  più del dovuto per evitare di perdere il contatto con la test della corsa. Sinceramente alcuni driver dovrebbero essere più attenti, soprattutto quando negli specchietti arrivano vetture più veloci” racconta Rigon

Nei primi stint il nostro ritmo era veramente buono e abbiamo avuto la conferma di potercela giocarcela con i principali avversari. In vista del Paul Ricard dovremmo analizzare cosa non ha funzionato nell’ultima parte in quanto il passo non era ottimale

“Per quanto riguarda le Aston erano su un altro pianeta, anche se davano l’impressione di girare senza balance…” conclude Davide “Al Paul Ricard vogliamo tornare sul podio. Non dobbiamo avere paura di nessuno perché il nostro obiettivo è uno solo” Il prossimo appuntamento è quindi sul tracciato di Le Castellet il 29-30 giugno

Rigon, a Silverstone per ripetere Monza

A poco più di un mese dal successo di Monza, Davide Rigon si prepara a tornare al volante della Ferrari 458 del team Kessel Racing.

Teatro del secondo round della Blancpain Endurance Series sarà lo storico quanto affascinante tracciato inglese di Silverstone, cornice del Mondiale di Formula 1 dagli anni ’50. Sui 5891 mt di asfalto il talentuoso driver veneto, in coppia con i team-mate Zampieri e Ramos, cercherà di difendere con i denti la leadership nel campionato confermando quanto di impressionante messo in mostra sui lunghi rettilinei del circuito brianzolo.

Marchio di fabbrica del tracciato sono sicuramente le famose curve Maggots, Becketts e Chapel che immettono sul lungo rettilineo Hangar Straight  “Sono le tre curve più importanti per segnare il tempo a Silverstone, soprattutto con vettura GT dove abbiamo meno carico aerodinamico. E’ fondamentale prendere il ritmo giusto fin dalla prima curva” analizza Davide Rigon “Non vedo l’ora di tornare alla guida della Ferrari 458. E’ passato ormai un mese dal successo di Monza. Arriviamo a Silverstone carichi e con la consapevolezza di poterci giocare ancora una volta il successo anche se non sarà facile. Bisognerà stare attenti in particolar modo a McLaren e Audi. Sono molto contento anche delle gomme Pirelli che si adattano molto bene alla nostra vettura” Quando si parla di Silverstone l’incognita tempo fa parte del gioco “A Silverstone la pioggia arriva sempre, quindi sarà una variabile in più”

“A Monza hanno dato una grande prova di forza risultando i più veloci in pista e imponendo in gara un ritmo insostenibile per tutti . Pertanto resto fiducioso anche in ottica Silverstone dove si presentano da leader. Faccio un grande in bocca al lupo a Davide e a tutto il team” commenta il manager Giovanni Minardi

Il primo semaforo verde del week end si accenderà sabato alle 11.00 con l’unico turno di prove libere da 90 min in preparazione delle Pre-qualifiche che scatteranno alle 16.35. Domenica il via al turno di qualifiche (ore 9.00) che determinerà lo schieramento delle tre ore di gare con start alle 14.50

La gara di Silverstone sarà visibile in streaming sul sito istituzionale del campionato, oltre che su Bloomberg Television e su Eurosport in tutta Europa.

Davide Rigon rinnova con Kessel per la Blancpain Endurance Series

Accordo dell’ultimo minuto tra Davide Rigon e il team Kessel Racing. Continua anche nel 2013 il sodalizio tra il talentuoso driver veneto e la scuderia di Lugano diretta da Ronnie Kessel nel campionato Blancpain Endurance Series, i cui riflettori si accenderanno questo fine settimana sulla pista di Monza.

Per il secondo anno consecutivo Davide sarà quindi al via della serie al volante della Ferrari 458 , con l’obiettivo di migliorare il terzo posto conquistato al Paul Ricard nella passata stagione contando su una maggiore esperienza sia a livello di campionato che della vettura.

Sono veramente contento di questo accordo e di poter proseguire il progetto con il team Kessel. Inizio questa nuova sfida con un anno in più di esperienza sia nel campionato che al volante di questa fantastica Ferrari 458 Italia. L’anno scorso ero arrivato a Monza senza aver percorso neanche un km di test, mentre ora potrò contare sull’esperienza di un’intera stagione. Spero di trovare un week and asciutto in modo da capire fin da subito i valori in campo” analizza Rigon

La griglia di partenza sarà colorata da ben trentasei equipaggi, sessantuno vetture e nove costruttori diversi che si sfideranno su un calendario di cinque round. Dopo l’appuntamento italiano il campionato si trasferirà prima in Inghilterra (Silverstone 2 giugno) e successivamente in Francia (Paul Ricard 30 giugno), Belgio (Spa-Francorchamps 28 luglio) e Germania (Nurburgring 22 agosto) “Sarà una stagione difficile, sia per la qualità dei partecipanti, sai perché con sole cinnque gare ogni errore viene pagato pesantemente. Anche quest’anno l’appuntamento più atteso rimane la 24h di Spa, una gara che vale quanto una stagione sia per fascino che per punteggio” conclude il driver veneto

Sono molto contento che l’avventura di Davide continui con il team Kessel e nel bellissimo Campionato del Blancpain. Dopo una prima annata un po’ difficile, credo che quest’anno si possa veramente lottare per il titolo, grazie alla crescita della squadra, ad un ottimo feeling con l’ingegnere e di un buonissimo equipaggio, ma soprattutto per il grandissimo lavoro fatto dalla Michelotto nello sviluppo della vettura che l’ha resa ancor più performante ed affidabile.

Quest’anno finalmente spero che Davide si possa lasciare definitivamente alle spalle la brutta avventura che gli è capitata nel 2011 con l’incidente di Istanbul e tornare ai grandi successi che fino a quel momento aveva raccolto. Auguro un grosso in bocca al lupo a lui, ai suoi colleghi ed a tutto il team Kessel” commenta il manager Giovanni Minardi

Il sipario si alzerà sabato con i due turni di prove libere da 120 min ciascuno per proseguire domenica con la sessione di qualifica (ore 10.35) che determinerà la griglia di partenza della gara che scatterà alle 14.30 per concludersi alle 17.30