Articoli

F4 – Vittoria negata a Joao Vieira da un penalty

Sventola alta la bandiera brasiliana grazie a Joao Vieira che sul circuito del Misano World Circuit, teatro dell’ultimo appuntamento dell’Italian F4 Championship powered by Abarth, si è aggiudicato gara-2. Un bel risultato soprattutto dopo il terribile incidente di quindici giorni fa a Imola.

Purtroppo la festa e la gioia per aver conquistato il primo successo stagionale, dopo tanti problemi legati particolarmente al propulsore, dura troppo poco. Arriva infatti la doccia fredda delle penalizzazioni (per non aver rispettato il limite della pista oltre il quale non è più consentito scaldare le gomme durante il giro di allineamento) che coinvolgono il nostro Joao ed altri quattro colleghi.

Un fine settimana iniziato in salita per il driver giallo-oro. Dopo aver conquistata la sesta posizione in entrambe le manche di qualifica, i commissari hanno cancellato il crono alle tre vetture dell’Antonelli Motorsport. Scattato quindi dall’ultima fila in gara-1, Joao si rende protagonista dell’ennesima rimonta chiudendo al decimo posto, che gli consegna la pole di gara-2 valorizzata al massimo con una netta vittoria in pista, purtroppo annullata a fine gara. Causa anche i postumi dell’incidente di Imola, Joao viene tenuto fermo precauzionalmente in gara-3 “Da una parte sono contento perché nonostante le numerose difficoltà sono riuscito a fare un bella rimonta, andando poi a vincere la gara sprint. Peccato per la penalizzazione che proprio non ci voleva. Dal punto di vista della classifica non sarebbe cambiato nulla, ma resta la soddisfazione personale. In gara-3 ho preferito fermarmi, su suggerimento del mio manager, perché durante le gare precedenti avevo accusato dei dolori. Proseguitò i controlli e gli esami, prima di iniziare a pensare al 2016commenta Joao Vieira

Si chiude una stagione dal sapore amaro per Joao, causa i numerosi problemi che ha sofferto al suo motore. Queste penalizzazioni sono state la ciliegina sulla torta. Sono molto soddisfatto della sua reazione in pista. Non si è demoralizzato, dimostrando in gara tutto il suo valore. In gara-1 si è reso autore di un’altra bellissima e incredibile rimonta che l’ha portato in pole per gara-2. Ora proseguiremo gli accertamenti fisici prima di iniziare a programmare il 2016commenta il manager Giovanni Minardi

F4 – Botto a 200 km/h per Vieira a Imola “Per fortuna sto bene”

Un brutto incidente ad oltre 200 km/h, in prossimità della curva Tamburello del tracciato di Imola, ha condizionato il sesto e penultimo appuntamento dell’Italian Formula 4 Championship del brasiliano Joao Vieira. Il portacolori dell’Antonelli Motorsport è stato trasportato velocemente all’ospedale dove è stato sottoposto a diversi esami per valutare eventuali danni alla schiena

Fortunatamente Vieira non ha riportato conseguenze gravi, salvo un forte mal di schiena. Un fine settimana che vorrà dimenticare velocemente “Lo shock è passato e per fortuna sto bene, anche se ho ancora un grande mal di schienacommenta Joao Vieira che nei prossimi giorni proseguirà i controlliNon c’è molto da aggiungere. Sono contento che nel male sia andata bene, soprattutto vedendo la macchina così distrutta. Spero veramente di poter tornare in macchina in vista dell’ultimo appuntamento di Misano

Per Joao è stato un fine settimana disastroso. Vittima di incidenti in tutte e due le gare con conseguenze che potevano essere ben peggiori di quelle riportate. La scocca per fortuna ha resistito molto bene, mentre tutto il resto della vettura è andato in frantumi. Nei prossimi giorni proseguiranno i controlli. Vogliamo tornare in pista a Misano. Poteva essere un week-end a noi favorevole e invece si è concluso con uno zero. In più i commissari sono stati eccessivamente cauti con la penalizzazione verso chi ha causato l’incidente.” analizza il manager Giovanni Minardi

F4 – Rimonta da campione per Vieira ad Adria, rallentato ancora da problemi al motore

Week-end agro-dolce per Joao Vieira che sul tracciato di Adria si è visto sfuggire, nuovamente, un podio certo per un problema al propulsore della sua Tatuus #50. Fin dalla gara di apertura il driver brasiliano di casa Antonelli Motorsport è stato rallentato da problemi all’unità motrice, condizionandone in modo pesante e negativo il cammino nell’Italian Formula 4 Championship powered by Abarth.

Il quinto fine settimana era iniziato con la conquista della seconda fila nelle qualifiche 2, grazie al quarto crono ad appena 2 dec dalla pole position, dopo aver firmato la settima posizione nelle qualifiche 1. La gara di apertura purtroppo dura solo poche curve costringendolo così a partire dalla venticinquesima posizione nella gara sprint da 18’+ 1 giro. Nonostante l’ingresso di due safety-car, Joao compie in un tracciato lungo appena 2,702 km un vero e proprio miracolo mettendo insieme la bellezze di 17 sorpassi in meno di 10 giri con bandiera verde, riuscendo a rimontare con grande determinazione fino all’ottava piazza finale. Forte di questo importante risultato si presenta ai nastri di partenza di gara-3 con la voglia di salire sul podio. Proprio mentre occupava saldamente la terza posizione il propulsore infrange ogni sogno “E’ stato un fine settimana veramente frustrante. Ancora una volta il podio mi è sfuggito per poco, sempre per colpa del motore. A Imola cambierò per la quinta volta il motore. Sono però molto contento della bellissima rimonta in gara-2. Fare tutti quei sorpassi in così pochi giri è stato esaltantecommenta Joao Vieira

Non c’è molto da dire, tranne che il potenziale e il valore tecnico di Joao si è visto tutto in gara-2. Passare dalla 25esima posizione all’ottava, nonostante due safety car, in 19’ di gara è qualcosa di sensazionale. Certamente il podio in gara-3 avrebbe dato un senso al fine settimana, ma ancora una volta siamo stati fermati da problemi al motore. E’ frustrante. Non ci arrendiamo a aspettiamo con ansia e voglia di riscatto Imolaanalizza il manager faentino Giovanni Minardi

F4 – Joao Vieira in direzione del Mugello

Con ancora negli occhi la rabbia per i successi mancati nei primi appuntamenti, questo fine settimana Joao Vieira si getterà nel quarto appuntamento dell’Italian F4 Championship powered by Abarth con l’obiettivo dichiarato di riprendersi la rivincita con gli interessi.

Lungo i 5.245 mt dell’impegnativo quanto suggestivo tracciato toscano, il portacolori giallo-oro dell’Antonelli Motorsport proverà con tutta la determinazione a mettere la firma sulla prima pole position e vittoria stagionale, sfuggita fino ad ora principalmente per fattori esterni. Proprio l’anno scorso Joao si era messo in risalto conquistando un ottimo en-plein con tre arrivi a punti in altrettante manches insieme  al primo podio stagionale “Sarà un week-end caldissimo con temperature dell’aria intorno ai 37°C. Una difficoltà in più che caratterizza questo tracciato. Mugello è una pista che mi piace tantissimo e spero di poter festeggiare la prima vittoria. Purtroppo sono in debito con la dea bendata dopo le disavventure che hanno condizionato in modo negativo i primi appuntamenti. Non lasceremo nulla al caso. In classifica il distacco dai primi è importante, ma continuerò a vendere cara la pellecommenta il pilota della Minardi Management, Joao Vieira

Sono veramente contento che si torni in pista così presto, dopo l’amaro in bocca lasciato dall’appuntamento di Imola in cui ancora una volta non abbiamo raccolto quanto avremo potuto. Si riparte con più grinta che mai. Anche se la matematica non ci condanna ancora, per noi non sarà facile recuperare, ma fino alla fine proveremo a vincerlo. Ogni fine settimana sarà come una finale Mugello è una pista in cui Joao va forte e ce la metteremo tutta per portare a casa pole e vittoriaanalizza il manager Giovanni Minardi

F4 – Podio e rimonta per Joao Vieira a Imola

Sul circuito Internazionale di Imola, teatro del terzo round dell’Italian F4 Championship Powered  by Abarth, Joao Vieira si è dimostrato ancora una volta più forte della sfortuna e degli eventi esterni che ne hanno condizionato l’esito fin dalle prime battute. Il brasiliano di casa Antonelli Motorsport saluta l’appuntamento all’Enzo e Dino Ferrari con un positivo terzo posto e una rimonta in gara-1, chiusa in top-10.

Durante il primo turno di qualifica Joao è costretto a restare per quasi l’intera sessione fermo ai box per colpa di un problema alla valvola del pneumatico posteriore sinistro, montata erroneamente proprio dal fornitore dei pneumatici, sfilando al 23esimo posto su 27 partenti. Nel secondo turno arriva il pronto riscatto del brasiliano che firma il quarto miglior crono a soli 309 millesimi dalla pole-position nonostante un maggiore carico di benzina. Memore della bellissima rimonta di Monza, Joao non si arrende e lungo i 4.909 m del tracciamo imolese firma un’altra eclatante rimonta chiudendo al nono posto assoluto con all’attivo ulteriori 14 sorpassi in appena 17 giri. Il podio arriva in chiusura del week end, in gara-3, dopo l’ingresso di due safety-car “Come già successo a Vallelunga e Monza, anche qui a Imola non abbiamo raccolto quanto avremo meritato. Il fine settimana è partito in salita, con Joao costretto a saltare Qualifica-1 per un problema alla valvola del pneumatico dovuto agli uomini Pirelli. In Qualifica-2 Joao è stato molto bravo perché nonostante i 10 kg in più di benzina, e una sbavatura alla Rivazza, ha chiuso in P4. In gara-1 ha portato a termine un’altra incredibile rimonta a dimostrazione del potenziale, salutando il fine settimana col podio. In gara-2 ha provato a portare a casa la vittoria, ma per un errore causato dalla fretta ha avuto un incidente. Purtroppo il week end di Imola ci ha messo fuori dai giochi per il Campionato, però sono sicuro che venderemo cara la pela fino alla fine, partendo già dalla prossima gara del Mugelloanalizza il manager Giovanni Minardi

E stato un week end condizionato da fattori esterni, ma anche da miei errori, come in gara-2. Sono errori che si pagano e che non si dovrebbero fare, ma queste sono le corse. Sono molto contento della qualifica-2 dove ho sfiorato la pole nonostante un carico maggiore di benzina e della rimonta in gara-1. Purtroppo in gara-3 più di così non ho potuto fare. I primi due erano veramente troppo veloce per noi. Non mi arrendo e penso alla prossima sfida al Mugellocommenta il pilota della Minardi Management, Joao Vieira

F4 – Federico Iribarne-Mugello. Primo contatto

La giornata del test ufficiali dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth organizzata all’Autodromo del Mugello è stata l’occasione per Federico Iribarne di fare la conoscenza col tracciato internazione toscano, proseguendo il lavoro iniziato a Imola la scorsa settimana.

Al volante della Tatuus del team Antonelli Motorsport l’argentino di Lanus, attualmente impegnato nel Campionato Formula Metropolitan, accompagnato dall’ex pilota Miguel Angel Guerra, seguito da vicino dal manager Giovanni Minardi e sotto l’occhio vigile di Gian Carlo Minardi, si è messo a confronto con l’insidioso circuito che ospiterà le monoposto il prossimo 12 luglio in occasione del quarto round della F.4 Tricolore. Per Federico si è trattato del secondo contatto con la vettura e con lo staff di Marco Antonelli “E’ stato un test molto positivo. Non ha commesso errori nonostante un circuito insidioso girando su tempi interessanti con gomma usata. Vista la poca esperienza non è riuscito a sfruttare al meglio la mescola nuova, ma sono ottimista in vista delle prossime uscite analizza il manager faentino Giovanni Minardi

“Mi sono adattato molto bene alla pista riuscendo a girare su buoni tempi entrando nelal top-10. Purtroppo quando ho montato le gomme nuove non sono riuscito a sfruttare al meglio la macchina, ma era solamente la mia seconda uscita in assoluto. Ho avuto la possibilità di provare due piste (Imola e Mugello) molto diverse tra loro e questo è stato molto importante. Insieme a Miguel Anguel Guerra e Castor Gonzale proveremo a programma il 2016” commenta Federico Iribarne

F4 – Joao Vieira determinato per la gara di “casa” a Imola

Questo fine settimana sul circuito Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola torneranno ad accendersi i riflettori sull’Italian F4 Championship powered by Abarth per il terzo round in calendario, dopo gli appuntamenti al Piero Taruffi di Vallelunga e nel tempio della velocità di Monza.

Per Joao Vieira, portacolori del team Antonelli Motorsport, sarà la gara di casa considerando che in questo periodo dell’anno vive a poco più di mezz’ora dal tracciato. Un avvio di stagione caratterizzato da alcuni inconvenienti tecnici che hanno negato al portacolori verde-oro di raccogliere quanto meritato, nonostante le qualità velocistiche innegabile come dimostrano le oltre quaranta posizioni rimontate nelle due gara a Monza e il podio. Proprio nel mese di marzo, durante il test-day, Joao aveva girato sotto la pole della passata stagione “Voglio ripartire da questo risultato per iniziare al meglio il week end. Nei primi due appuntamenti i risultati sono stati sotto le nostre aspettative, soprattutto per causa di qualche problema tecnico di troppo, che ha condizionato anche l’ultimo test proprio a Imolacommenta il driver della Minardi Management, Joao Vieira. Nella giornata di martedì Joao è tornato al volante della Tauus #50 sul circuito internazionale del Mugello per il test collettivo che ha visto impegnati sulla pista 21 piloti “Al mattina è andata molto bene. Con la gomma usata ho girato su ottimi tempi. Nella sessione pomeridiana purtroppo ho commesso un errore. Sbattendo mi sono fatto anche male alla gamba. Sono poi tornato in pista, ma la macchina non era più performante come prima e così non sono riuscito a migliorarmi. Ora aspetto con entusiasmo le prime prove a Imola” conclude Joao

Abbiamo un conto aperto con la fortuna e all’Enzo e Dino Ferrari proveremo a riprenderci qualche rivincita. Abbiamo dimostrato di non avere nulla di invidiare agli altri, sia come qualità velocistiche che come preparazione della vettura. Purtroppo non siamo stati fortunati con i motori. Proveremo ad andare a caccia di quel risultato che ancora ci manca, la vittoria, con l’obiettivo di ridurre il gap dalla vetta. Il distacco è importante, ma il campionato è ancora lungo. Ci siamo lasciati alle spalle solamente due appuntamentianalizza il manager faentino Giovanni Minardi

F4 – Joao Vieira, un secondo posto per iniziare il Campionato

Un risultato che va certamente stretto a Joao Vieira e al team Antonelli Motorsport che sul circuito di Vallelunga, teatro della tappa inaugurale della seconda stagione dell’Italian F4 Champioship powered by Abarth, hanno inaugurato la stagione sportiva.

Il primo Racing week-end era iniziato sotto la migliore stella per il driver giallo-oro di Gurupi, Brasile, che porta la sua Tatuus #50 nelle posizioni di vertice conquistando la leadership nel secondo turno di prove libere, preludio della P3 e P2 conquistate nei due turni di qualifica validi per gara1-e gara3. Nella gara inaugurale Joao firma il primo podio, grazie al secondo posto alla conclusione dei 28’ + 1 giro di gara, seguito da un buon quarto posto nella sprint-race. Con la regola dell’inversione della griglia, il pilota gestito dalla Minardi Management scatta dalla nona posizione riuscendo a rimontare, in appena 13 giri, fino ai piedi del podio confermandosi al secondo posto in classifica piloti con 24 punti. Il rammarico più grande arriva in gara-3. Lo staff di Marco Antonelli si vede costretto a sostituirgli il propulsore Abarth, ma le prestazioni della Tatuus non sono più le stesse. Inizia una bella lotta con David Alexander Beckmann Il russo cerca di superare più volte il brasiliano, fino, purtroppo, ad un contatto con Vieira penalizzato con un drive-through, chiudendo così al dodicesimo posto e fuori dalla zona punti.

Il rammarico più grande è quanto successo in gara-3. Non trovo giusto il drive-through che mi hanno assegnato. Ho fatto vedere anche il filmato ai commissari ma non ce stato nulla da fare. Purtroppo mi è costato un terzo/quarto posto. Punti pesanti in ottica campionato. Un vero peccato. Sarà un campionato molto combattuto, ma abbiamo dimostrato di esserci anche noi per la vittoria. Ora aspetto Monza per il pronto riscatto. Siamo solo al primo dei sette appuntamenti. La stagione è ancora lunghissimacommenta Joao Vieira

Fino alla gara-2 il week-end stava andando per il verso giusto. Joao si era dimostrato tra i più veloci in pista riuscendo a conquistare il secondo posto in gara-1, mettendo insieme una bella rimonta in gara-2. Purtroppo il risultato di gara-3 ci lascia molto amaro in bocca. Tra gara-2 e gara-3 il team ha dovuto cambiare il motore a Joao. Essendo una nuova unità era ancora da rodare e pertanto non al 100% Purtroppo è arrivato anche il drive-through che ci ha negato un quarto posto finale e, di conseguenza, punti importanti per il campionato. Sinceramente non siamo d’accordo con questa decisione, ma accettiamo e restiamo concentrati in vista dell’appuntamento di Monzaanalizza il manager Giovanni Minardi

Prossimo appuntamento dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth è a Monza in programma il fine settimana del 31 maggio.

F4 – Joao Vieira a Vallelunga pensando al Campionato

Ultimi due giorni di lavoro per Joao Vieira che, in preparazione della gara di apertura dell’Italian F4 Championship powerd by Abarth, si è trasferito sul circuito capitolino di Vallelunga. Il driver verde-oro dell’Antonelli Motorsport è tornato al volante della Tatuus F4 focalizzando il lavoro sul racing week-end del 1-3 maggio, provando diversi set-up.

Lungo i 4.085 mt del tracciato internazionale “Piero Taruffi” Joao ha svettato nella prima giornata portando a termine il programma studiato dallo staff di Marco Antonelli, segnando il miglior crono della giornata in 1’34”414. Secondo giorno meno fortunato e condizionato da un problema al cambio che lo ha rallentato il lavoro, costringendolo a chiudere in anticipo la giornata. Con le due giornate di test di Vallelunga si è concluso il percorso pre-stagionale che ha visto il pilota della Minardi Management segnare il nuovo record a Monza e Imola, presentandosi ai nastri di partenza tra i pretendenti alla vittoria del Campionato “Sono stati due giorni intensi e molto importanti, in cui abbiamo provato diverse configurazioni. Dopo aver segnato il miglior crono alla fine della prima giornata, la sessione di sabato è stata condizionata da un problema al cambio che non ci ha permesso di girare. In vista della gara inaugurale del campionato però abbiamo già individuato il nostro set-up ideale e, per questo, restiamo fiduciosi. Abbiamo percorso molti chilometri durante i test, raccogliendo informazioni molto utili e fondamentali per la stagionecommenta Joao Vieria

“Sono soddisfatto del lavoro svolto da Joao in queste due giornate conclusive. Sono state provare diverse soluzioni in vista della gara di apertura in programma il prossimo week-end. Purtroppo siamo stati rallentati da un problema nell’ultima sessione, ma il miglior crono nella giornata di apertura è un’ulteriore segnale positivoanalizza il manager Giovanni Minardi