Articoli

Rigon saluta il FIA WEC con il secondo posto in Bahrain e il titolo per 8Star

Non poteva esserci miglior finale di stagione per Davide Rigon che sul tracciato di Sakhir, teatro dell’ultimo appuntamento Mondiale FIA WEC, conquista con la sua Ferrari 458 GTE il secondo posto, contribuendo in modo determinante alla conquista del titolo Team per l’8Star Motorsport e Costruttori per la Ferrari.

Un ruolino di marcia impressionante quello firmato dal vicentino che, nei quattro appuntamenti in cui ha preso parte al Mondiale, ha conquistato per tre volte il podio, con la vittoria di Shanghai, due secondi posti (Brasile e Bahrain) e il quarto del Fuji per un bottino complessivo di 24 punti.

Come già  successo nell’International GT Open al volante della Ferrari 458 del Villorba Corse il driver veneto ha messo in pista tutto il suo talento e la professionalità che lo hanno contraddistinto in questi anni, aiutando prima Andrea Montermini nella conquista del titolo piloti e ora la compagine 8Star con il successo tra i team su un palcoscenico mondiale, dimostrando di avere tutte le carte in regola per competere tra gli scenari più importanti “Sono veramente felice per questo nuovo podio con cui ho contribuito alla vittoria finale per il team e per la Ferrari. Sono particolarmente felice perché al debutto in un campionato così selettivo e impegnativo come il Mondiale FIA WEC ho conquistato in soli quattro appuntamenti la bellezza di una vittoria, due secondi posti e un quarto” analizza Davide Rigon “Devo ringraziare anche tutto il team con cui si è creato un feeling fantastico. La 458 si è dimostrata una macchina sensazionale come conferma il successo tra i costruttori di Ferrari. Le vetture GT2 sono veramente divertenti da guidare

Per il driver a disposizione della Scuderia Ferrari si chiude una stagione ricca di appuntamenti tra Blancpain Endurance Series, International GT Open e FIA World Endurance Championship, senza dimenticare l’intenso lavoro svolto ai rookie test sulla pista di Silverstone al volante della Ferrari F138  “E’ stato un anno impegnativo e ricco di appuntamenti sia in pista che fuori. All’intenso lavoro al Simulatore Ferrari e sulla F138, ho avuto la possibilità di mettermi alla prova su palcoscenici internazionali e al volante di vetture competitive come la 458” conclude il ventisettenne

Rigon alla 6H del Bahrain nel FIA WEC

Forte del successo alla 6H di Shanghai Davide Rigon questo fine settimane tornerà al volante della Ferrari 458 GTE del team 8Star Motorsport, nell’ultimo appuntamento del FIA World Endurance Championship sulla pista di Sakhir.

Il driver vicentino, a disposizione della Scuderia Ferrari, firmerà così la sua quarta apparizione nel Mondiale Endurance dopo il secondo posto al debutto  ad Interlagos, il quarto di Fuji e la vittoria in Cina, con l’obiettivo di prendere parte all’intera stagione nel 2014 che dal prossimo anno vedrà anche l’arrivo di Mark Webber. Nella 6H del Bahrain, Davide metterà a disposizione il suo talento per aiutare la scuderia a vincere il titolo GTE AM. Dopo il successo di Shanghai la vetta è lontana solamente cinque lunghezze. Il tutto si giocherà quindi in 6H di gara

Vincere a Shanghai è stato fantastico. E’ la mia prima vittoria in questo mondiale, dopo il successo nel 2008 nella 24H di Spa nel Mondiale FIA GT con la F430. Mi trovo veramente a mio agio con la vettura di Maranello e con il team si è creato un ottimo feeling. Anche a Sakhir scenderò in pista per dare il 100% ed aiutarli a vincere il titolo, come già successo con Andrea nel GT Open

Per il vicentino si tratterà di un ritorno sulla pista del Bahrain, quattro anni dopo il terzo posto conquistato al volante della Dallara GP2 “Nel 2009 avevo conquistato un ottimo terzo posto in GP2. Ora al volante della Ferrari spero di migliorare quel risultato. In ottica 2014 mi piacerebbe prendere parte a tempo pieno a questo campionato. Le vetture GT2 sono belle da guidare” commenta il pilota della Minardi Management

Successo Mondiale per Rigon a Shanghai

Dopo il secondo posto di Interlagos e il quarto sotto il diluvio del Fuji, Davide Rigon ha messo il sigillo personale sulla prima vittoria nel FIA World Endurance Championship. Allo scoccare della sesta ora a Shanghai il talentuoso driver veneto, a disposizione della Scuderia Ferrari F1, è passato per primo sotto la bandiera a scacchi al volante della Ferrari 458 GTE del team 8Star Motorsports, condivisa con  Enzo Potolicchio e Rui Aguas

Un successo conquistato in pista e fortemente voluto, iniziato fin dalle prove libere con il miglior tempo della Ferrari #81 che conferma l’ottima stato anche in qualifica firmando il terzo tempo a pochi millesimi dalla pole position. Con una condotta di gara perfetta Rigon detta il suo ritmo segnando il miglior giro di gara, regalando il successo alla Scuderia di Maranello

E’ stato un week end praticamente perfetto. Fin dalle prove libere abbiamo dimostrato il nostro ottimo stato di forma e la pole ci è sfuggita veramente per un niente. In gara abbiamo dato il massimo e dopo aver preso nuovamente le redini del mio “cavallino” per l’ultimo stint, ho spinto al massimo segnando il miglior giro, recuperando il distacco fino a conquistare la vittoria” analizza Davide Rigon “Anche senza il ritiro delle Aston sono sicuro che avremmo vinto. Giravamo su ottimi riscontri cronometrici e mi stavo avvicinando velocemente. E’ un successo di tutto il team. Con Enzo, Rui  e tutto lo staff 8Star si è creato un ottimo feeling e questo aiuta a raggiungere risultati importanti come quello di Shanghai” analizza il driver della Minardi Management. Grazie a questo successo il team 8Star porta a sole cinque lunghezze il gap dalla vetta GTE AM. L’ultimo round in Bahrain sarà quindi decisivo.

L’Asia orientale continua a sorridere a Davide che aggiunge al suo curriculum anche questa vittoria, dopo aver portato al successo nel 2008 i colori del Beijing Guoan nella Superleague Formula