Articoli

Kart – Secondo posto per Karol Basz nella WSK Master in ottica FIA-CIK

Dopo il trionfo nella WSK Gold Cup e i successi nei primi due appuntamenti della WSK Super Master Series ad Adria e Castelletto, Karol Basz ha chiuso il quarto, ed ultimo, appuntamento del campionato con il secondo posto assoluto. Una vittoria sfuggita solamente all’ultima manche, dopo aver guidato la classifica fin dalla prima giornata.

Un risultato che darà al driver polacco della Kosmic Racing Team la giusta grinta e determinazione fin dal prossimo appuntamento in terra portoghese, a Portimao, nel primo racing week-end del Campionato Europeo.

Sul circuito internazionale di Sarno, Karol si era presentato in pista tra i favoriti portando il materiale della Kosmic nelle posizioni di vertice, conquistando il terzo, secondo e quinto posto nelle Qualifying Heat. “E’ stato un week-end difficile per noi, forse il più difficile dall’inizio della stagione. Nei primi due giorni sono stato molto veloce. Purtroppo dopo non siamo riusciti a ripeterci. Non capisco come mai. Speriamo di risolvere i nostri problemi in vista del primo appuntamento del Campionato Europeo” commenta Karol Basz, pilota della Minardi Management

Non è certamente il finale che avevamo in mente, ma sono contento per il lavoro svolto in questi primi mesi dell’anno. La vittoria nella Gold Cup e un secondo posto nella Master Series sono un ottimo biglietto da visita in vista del Campionato Europeo e del Mondiale. E’ sicuramente una lezione di maturità che farà crescere ancora di più Karol. La Finale è stata una bella gara, corsa con grinta. Non siamo però rimasti molto soddisfatti dei 10” di penalità inflitti a Karol, ma le gare sono anche questo e accettiamo il verdetto” commenta Alberto Tonti

Sono dispiaciuto per il secondo posto di Karol, poiché ha dimostrato di meritare la vittoria. Sono molto contento del suo lavoro. Sono certo che sia nell’Europeo che nel Mondiale saremo tra i protagonisti” analizza Giovanni Minardi

Karol è tornato subito al volante del kart per una due giorni di test sulla pista di Sarno con la Bridgestone, prima di volare in Portogallo per testare il materiale in vista della prima prova del campionato europeo, in programma il week end del 10 maggio.

Foto: Alex RaceBox

F4 – Joao Vieira a Vallelunga pensando al Campionato

Ultimi due giorni di lavoro per Joao Vieira che, in preparazione della gara di apertura dell’Italian F4 Championship powerd by Abarth, si è trasferito sul circuito capitolino di Vallelunga. Il driver verde-oro dell’Antonelli Motorsport è tornato al volante della Tatuus F4 focalizzando il lavoro sul racing week-end del 1-3 maggio, provando diversi set-up.

Lungo i 4.085 mt del tracciato internazionale “Piero Taruffi” Joao ha svettato nella prima giornata portando a termine il programma studiato dallo staff di Marco Antonelli, segnando il miglior crono della giornata in 1’34”414. Secondo giorno meno fortunato e condizionato da un problema al cambio che lo ha rallentato il lavoro, costringendolo a chiudere in anticipo la giornata. Con le due giornate di test di Vallelunga si è concluso il percorso pre-stagionale che ha visto il pilota della Minardi Management segnare il nuovo record a Monza e Imola, presentandosi ai nastri di partenza tra i pretendenti alla vittoria del Campionato “Sono stati due giorni intensi e molto importanti, in cui abbiamo provato diverse configurazioni. Dopo aver segnato il miglior crono alla fine della prima giornata, la sessione di sabato è stata condizionata da un problema al cambio che non ci ha permesso di girare. In vista della gara inaugurale del campionato però abbiamo già individuato il nostro set-up ideale e, per questo, restiamo fiduciosi. Abbiamo percorso molti chilometri durante i test, raccogliendo informazioni molto utili e fondamentali per la stagionecommenta Joao Vieria

“Sono soddisfatto del lavoro svolto da Joao in queste due giornate conclusive. Sono state provare diverse soluzioni in vista della gara di apertura in programma il prossimo week-end. Purtroppo siamo stati rallentati da un problema nell’ultima sessione, ma il miglior crono nella giornata di apertura è un’ulteriore segnale positivoanalizza il manager Giovanni Minardi

Kart – Battesimo con podio per Matteo Nannini in KFJ

Non poteva esserci un miglior battesimo per il giovanissimo Matteo Nannini nella classe KFJ. Impegnato nel circuito Internazionale 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo, il driver forlivese ha firmato con un ottimo terzo posto il suo primo week-end col 125 Energy preparato dal New Technology  di Fabio Urgnani.

Chiusa la parentesi nella Rok 60 col secondo posto di Nizza Monferrato nel mese di marzo, Matteo non si è fatto intimidire dai nuovi colleghi di campionato, mettendo  a segno due spettacolari sorpassi in curva e firmando il miglior crono della Finale in 50″444 con una velocità media poco sotto agli 83 km/h, dimostrando anche un’ottima preparazione atletica. Scattato in Finale dalla sesta posizione, chiude la sua prima apparizione in KFJ nel Campionato Rok Nord con un’importante terzo posto alla fine dei 18 giri. “Sono veramente contento per questo primo podio. Mi sono adattato velocemente al nuovo kart e anche dal punto di vista fisico non ho sofferto. La KFJ è una categoria molto più combattuta e impegnativa. Mi sono divertito tantissimo, soprattutto nei due sorpassi nella Finale, segnando anche il giro più veloce della garacommenta il pilota della Minardi Management, Matteo Nannini

Sono molto contento dell’esordio di Matteo in KF, anche se questo terzo podio non è una sorprese. Ero sicuro che sarebbe stato fin da subito competitivo e il podio ne è una conferma. L’aspetto più importante è come sia arrivato questo risultato, con un doppio sorpasso su un circuito in cui sorpassare non è cosa scontata. Bravo Matteo!” analizza il manager Giovanni Minardi

Il week end del 10 maggio Matteo tornerà nuovamente in azione a Pavia per il quinto appuntamento, il secondo in KFJ

 

F4 – Primo contatto con la pioggia del Mugello per Joao Vieira

A poco più di un mese dal week-end di Vallelunga, che inaugurerà la seconda stagione dell’Italian F4 Championship power by Abarth, Joao Vieira è tornato al lavoro col team Antonelli Motorsport al Mugello Circuit.

Una giornata di test condizionata fortemente dalla pioggia, che ha dato la possibilità al giovane brasiliano di casa Minardi Management di prendere confidenza col selettivo tracciato toscano nelle difficili condizioni di pista bagnata. Per Joao e lo staff diretto da Marco Antonelli si è trattato della prima esperienza col bagnato, dopo il podio della passata stagione su pista asciutta “E’ stata una giornata molto proficua. Non avendo mai girato in queste condizioni, è stata l’occasione per fare la giusta esperienza visto che parliamo di un tracciato impegnativo già in condizioni ottimali. Non avevamo i riferimenti con l’anno scorso, ma sono soddisfatto poiché non ho commesso errori. Abbiamo preso come nostro punto di riferimento le Formula 3 presenti in pista e i riscontri cronometrici ci stanno dando ragionecommenta Joao Vieira.

Non avendo i riferimenti col 2014 è difficile dare un giudizio. Causa pioggia e le numerose bandiere rosse le condizioni della pista non erano mai uguali. Non siamo riusciti a fare più di tre giri cronometrati consecutivi purtroppo. Sono comunque soddisfatto dal lavoro svolto da Joao che non ha mai commesso alcun errore, nonostante fosse al suo primo contatto col Mugello in condizioni da bagnatoanalizza il manager Giovanni Minardi

F4 – A Monza Joao Vieira segna il nuovo record

Joao Vieira è tornato sui banchi di “scuola”. Teatro del nuovo programma di studi il Tempio della Velocità di Monza. Prosegue dunque a ritmo serrato l’avvicinamento del giovane brasiliano di casa Minardi Management alla gara di apertura dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth, in programma il prossimo 3 maggio sul tracciato di Vallelunga.

Il velocissimi tracciato brianzolo ospiterà le Tatuus F4 nel secondo appuntamento stagionale e Joao ha continuato il lavoro di sviluppo sulla vettura preparata dal team Antonelli Motorsport, percorrendo oltre 500 chilometri, abbassando di oltre 6 dec. il tempo della pole position del 2014. Nella passata stagione Joao aveva conquistato un perentorio secondo posto portando a termine un week-end corso costantemente al vertice.

E’ stata una giornata di lavoro molto intensa e positiva. Abbiamo percorso veramente tanti chilometri raccogliendo numerosi dati che ci saranno utili per il week end di gara. Rispetto alla passata stagione abbiamo fatto delle piccole variazione di set-up, segnando un crono più veloce di oltre 6 dec rispetto alla pole della passata stagionecommenta il driver della Minardi Management, Joao Vieira

“Sono veramente molto soddisfatto del lavoro svolto da Joao. Ha potuto completare oltre 90 giri migliorando costantemente, fino a segnare il miglior crono di giornata tra le altre Tatuus F4 presenti, nonchè battuto il crono della pole 2014. Le condizioni della pista erano veramente ottimali e questo ha inciso, ma  parliamo di un risultato prezioso che dimostra la maturazione di Joao e l’ottimo felleing raggiunto con vettura, pista e teamanalizza il manager Giovanni Minardi

Kart – Minardi Management, benvenuto Matteo

La Minardi Management di Giovanni Minardi, insieme al talent-scout Alberto Tonti, è lieta di annunciare l’inizio della collaborazione con Matteo Nannini

L’accordo col giovanissimo faentino Matteo, classe 2003, consolida la presenza della Minardi Management nel mondo del karting, primo vero scalino della piramide della Motor-sport. Matteo si affianca ai kartisti Karol Basz, impegnato quest’anno coi colori della Kosmic Racing Team nel CIK FIA Europeo e CIK FIA Mondiale, e Gianni Vigorito, portacolori dell OK1 Racing Team nella WSK Series, e al brasiliano Joao Vieira impegnato nell’Italian F4 Championship powered by Abarth col team Antonelli Motorsport.

Nel 2009 Matteo inizia la sua avventura con il kart Delfino e, nel 2012 segna già il primo record partecipando al Campionato ChampionKart – categoria Rocky 50 cc – col Team Sprintkart.  In tutte le tappe in calendario conquista il podio, chiudendo la stagione con il terzo posto in classifica. Nel 2014 arriva il Titolo di Campione Italiano – categoria 60 mini –  nel campionato Academy Promotion della Parolin grazie a otto vittore, cinque pole-position, tre secondi e un terzo posto. Nell’Internazionale di Jesolo  si aggiudica gara-1, chiudendo la Finale con un bel secondo posto.

In questa stagione Matteo Nannina calcherà gli scenari della Rok – Area Nord – composta da dieci appuntamenti sulle piste Winner di Nizza Monferrato, South Garda Karting di Lonato, Pista 7 Laghi e all’Adria International Raceway.

Sono molto contento di aver siglato un contratto a lungo termine con Matteo. Finalmente torno alle origini. Dopo tanto tempo torno a lavorare insieme ad un “romagnolo” DOC. Era dai tempi di Luca Casadei che non avevo la fortuna di collaborare, e condividere la mia passione, con un conterraneocommenta il manager faentino Giovanni Minardi.

Si forma nuovamente una coppia che già nel passato ha scritto una parte importante del Motor-sport italiano sia in F.2 che in F.1: Minardi-NanniniL’albero genealogico di Matteo comprende anche uno dei miei piloti preferiti che ha già corso sotto i nostri colori, ovvero il grande Alessandro Nannini. Matteo è un ragazzo molto veloce e determinato, con ottime prospettive di crescita. Ho avuto la possibilità di osservarlo da vicino l’anno scorso dominando l’intera stagione nel  Campionato Mini Accademy di Parolin. Quest’anno è chiamato ad una nuova sfida nella Rok. Sono certo che lotterà comunque per la vittoria fin dalla prima gara” conclude Minardi

La nuova stagione finalmente sta per iniziare e questo fine settimana sarò in pista a Lonato per i test in vista della sfida al South Garda Karting del 13-15 marzo. Sarà un anno di novità e voglio iniziare al meglio. Nuovo campionato e nuovo kart, che nel rettilineo tocca i 120 km/h. Rispetto a quello dell’anno scorso è più pesante e per questo ogni sera seguo un allenamento preciso per le braccia” commenta Matteo Nannini.

Tramite la sua pagine Facebook, Matteo ha voluto presentare anche la livrea del nuovo casco

 

 

Kart – Minardi Management e Vigorito insieme nella WSK

In occasione della WSK Gold Cup è arrivata la firma che sancisce l’inizio della collaborazione tra la Minardi Management e Gianni Vigorito. Con il campione sturnese si consolida la presenza della Minardi Management nel mondo del karting, che aggiunge un ulteriore tassello alla sua squadra dopo Karol Basz e Joao Vieira.

A quasi dodici mesi di distanza dall’ultima gara in KF l’appuntamento all’Adria International Raceway è servito al portacolori della OK1 Racing Team per ritrovare il giusto ritmo. Un fine settimana contraddistinto da alcuni inconvenienti tecnici e da una foratura che hanno negato a Gianni la possibilità di esprimere al meglio il suo potenziale, chiudendo l’appuntamento con il dodicesimo posto in Finale. Dalla prossima settimana, sempre sul tracciato rodigino dell’Adria International Raceway si accenderanno i riflettori sulla WSK Master Series.

Sono veramente contento di poter iniziare a lavorare al fianco di Gianni. E’ dal 2012 che cercavo di farlo entrare nel mio team. La Gold Cup è servita a togliere un po’ di ruggine, dopo un 2014 lontano dalle piste. Abbiamo firmato un contratto con OK1 Racing Team molto interessante soprattutto in prospettiva futura. Ad Adria non è stato particolarmente fortunato, ma certamente già dal prossimo fine settimana potremo lottare per posizioni più importanticommenta il manager Giovanni Minardi

Calcolando che era la mia prima gara con il nuovo team, dopo un anno in cui sono stato fermo, non è andata male. Siamo stati sfortunati nelle manche del sabato in cui non ho fatto neanche un giro, partendo così ultimo nella pre-finale. Sono però riuscito a rimontare fino alla 12esima posizione. In Finale ho fatto una bellissima partenza portandomi fino al quinto posto, ma a causa di qualche problema di troppo ho chiuso in P12. Sono cosciente del fatto che ci sia molto lavoro da fare, ma sono qui per questo. Quest’anno inizia una nuova parentesi della mia attività sportiva al fianco della Minardi Management. Uno stimolo in più per far bene commenta Gianni Vigorito

Non è stato certamente il week-end più fortunato per Gianni, ma nonostante questo ha dimostrato di aver ritrovato velocemente ritmo e prestazioni per poter stare tra i primi sei della classe. E’ tornato alla competizioni dopo quasi dodici mesi di assenza e la Gold Cup si è dimostrata l’occasione giusta per togliere un po’ di “ruggine”. Ho visto un buon passoanalizza il responsabile del settore kart Minardi, Alberto Tonti

F.4 – Joao Vieira scopre il Misano World Circuit

Continua l’avvicinamento alla nuova stagione sportiva di Joao Vieira nell’Italian F4 Championship powered by Abarth. Dopo la due giorni di test al “Piero Taruffi”, il brasiliano ha firmato il suo debutto sul tracciato del Misano World Circuit, teatro del settimo e ultimo appuntamento del calendario 2015 della serie tricolore.

Al volante della Tatuus F4 del team Antonelli Motorsport, è andato alla scoperta dei segreti dei 4.226 mt del tracciato Santa Monica intitolato a Marco Simoncelli, proseguendo contestualmente il lavoro di sviluppo della monoposto programmato insieme allo staff di Marco Antonelli.

Circuito tanto bello quanto impegnativo. E’ stata certamente una giornata molto interessante poiché ho avuto la possibilità di conoscere un tracciato su cui non avevo ancora mai corso, potendo proseguire il lavoro di sviluppo con l’ingegnere e lo staff. Bellissimo tornare a correre con regolarità. Aspetto con entusiasmo il 3 maggio” analizza il driver della Minardi Management, Joao Vieira.

“Giornata molto proficua sotto tutti gli aspetti. Joao ha avuto la possibilità di coprire molti chilometri su una pista che ancora non conosceva, proseguendo il programma col suo team. Nonostante le temperature basse, non è piovuto permettendoci di completare il lavoro. Ora proseguiremo il nostro avvicinamento alla prima gara di Vallelunga” commenta il manager Giovanni Minardi 

F.4 – Joao Vieira prepara la nuova stagione al “Piero Taruffi”

La nuova stagione sportiva di Joao Vieira è pronta ad entrare nel vivo sabato 14 e domenica 15 febbraio. Sul tracciato capitolino “Piero Taruffi” di Vallelunga il giovane brasiliano, la cui carriera è seguita dalla Minardi Management di Giovanni Minardi, tornerà al volante della Tatuus F.4 del team Antonelli Motorsport per prendere parte alla prima due giorni di test pre-stagionale.

Dopo il debutto nella passata stagione nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth, Joao proseguirà il lavoro con la compagine di Marco Antonelli mettendo a frutto il know-how acquisito, con l’obiettivo di puntare al titolo tricolore. L’impegnativo circuito di Campagnano terrà a battesimo il primo (dei sette) round del Campionato 2015. Successivamente il Circus della F.4 si trasferirà a Monza, Franciacorta, Mugello, Adria, Imola e Misano per il gran finale. L’anno scorso, lungo i 4.085 mt, si era messo in evidenza con belle battaglie risultando costantemente tra i più veloci del lotto e chiudendo le tre manche a punti.

Sono veramente contento di tornare in macchina, a distanza di quattro mesi dalla gara di Adria. Il meteo promette pioggia e questo mi permetterà di familiarizzare con il circuito in queste condizioni, lavorando sul set-up. L’anno scorso ho dovuto imparare a conoscere tuto velocemente: team, macchina e tracciati. Quest’anno invece avrò l’occasione di mettere a frutto tutto il lavoro di un anno. L’obiettivo è di partire subito forte fin dalla prima gara a Monza” commenta Joao Vieira, pronto a partire per Vallelunga

Sono contento che finalmente si riaccendano i motori. Dopo la positiva esperienza del 2014, sono certo che per Joao sarà un anno ricco di soddisfazioni in cui potrà lottare per la vittoria del campionato” analizza il manager Giovanni Minardi

FIA WEC – Ancora un podio mondiale per Davide Rigon nella 6 Ore Bahrain

E tre! Per il terzo appuntamento consecutivo Davide Rigon, in coppia con il team-mate James Calado, conquista il podio nel Campionato del Mondo Endurance al volante della Ferrari 458 GTEPro. Dopo Fuji e Shanghai, è arrivato il turno di Sakhir, teatro del settimo appuntamento del FIA World Endurance Championship, portando, così, a quattro i podi conquistati, con un ultimo appuntamento ancora in calendario.

Fin dalle prime battute, Davide e James si sono messi in evidenza sull’impegnativo circuito del Bahrain, portando la Ferrari #71 del team di Amato Ferrari nelle posizioni di vertice della classe Pro. Dopo aver preso le giuste misure nelle due sessioni di prove libere, hanno siglato il terzo migliore crono alle spalle della vettura gemella #51 dei neo Campioni del Mondo Bruni-Vilander, nonostante le gomme hard. La 6 Ore si dimostra una gara tirata fin dai primi passaggi, a causa di una pressione costante da parte delle Porsche e delle alte temperature dell’atmosfera e dell’asfalto. Senza commettere errori nonostante il calare della notte, Davide e James si sono dati il cambio, tenendo alto il ritmo e regalando un nuovo podio alla Ferrari ed al team AF Corse, chiudendo un fine settimana sensazionale per i colori di Maranello. “Siamo veramente contenti per questo nuovo podio, che ci ha fatto fare un nuovo passo avanti nella classifica piloti”, commenta Davide Rigon di ritorno dal Bahrain. Grazie al terzo posto aggiunge ulteriori 15 punti, entrando nella Top Six dei migliori piloti in assoluto nel panorama GT. “Siamo rimasti molto soddisfatti del tempo segnato in qualifica, visto che avevamo deciso di puntare sulle Hard. In gara, poi, abbiamo lottato costantemente con le Porsche, i nostri principali avversari. Dopo aver ceduto qualche posizione al via per portare in temperatura le nostre gomme, sono riuscito a recuperare, girando su ottimi riscontri cronometrici”, prosegue Davide. “Nel primo stint, l’entrata della safety-car ci è costata un po’ di tempo. Un podio, comunque, è sempre una grande soddisfazione, soprattutto perché parliamo del palcoscenico più importante”.

Doppia gioia in casa AF Corse, che ha festeggiato non solo il Titolo Team, ma anche il Titolo Piloti, con i compagni ben più esperti Bruni e Vilander. “E’ stato un fine settimana sensazionale per tutti noi del team. Come AF, abbiamo vinto il titolo Team, mentre Gimmi e Toni hanno vinto il titolo piloti”. Per il team piacentino è dunque il terzo titolo in tre stagioni. A questo punto, perché la stagione sia indimenticabile, la Ferrari deve centrare anche il titolo Costruttori, una missione che bisognerà cercare di portare a termine nell’ultima gara stagionale in programma fra due settimane ad Interlagos, in Brasile. “Tra quindici giorni si tornerà in pista, a San Paolo, per l’ultimo appuntamento. Il mio obiettivo è quello di regalare alla Ferrari il Titolo Costruttori”, conclude il driver veneto. Grazie a questi nuovi risultati, la casa di Maranello consolida ulteriormente la sua leadership con 261 punti.

Sono molto contento per l’ottimo weekend di Davide. E’ mancata solamente un pizzico di fortuna in gara. Probabilmente il secondo posto era alla sua portata. Si chiude un fine settimana veramente positivo con la vittoria del Campionato Piloti di Bruni-Vilander e Team per AF Corse“, commenta il manager Giovanni Minardi. “Ora manca l’ultimo tassello, quello più importante: il Titolo Costruttori per Ferrari. Speriamo di portarlo a casa nell’ultimo appuntamento in Brasile. Nella seconda parte del campionato, corsa su piste già conosciute, abbiamo fatto un grande passo in avanti. Classifica alla mano, purtroppo ci mancano i punti pesanti della 24h di Le Mans. Davide avrebbe potuto lottare per il podio“, conclude Minardi.

F.4 – Vittoria e secondo posto per Joao Vieira all’Adria Winter Trophy

Non poteva esserci finale di stagione migliore per Joao Viera, che, nel Winter Trophy all’Adria International Raceway, fa sventolare alta la bandiera brasiliana e suonare l’inno verde-oro, grazie al successo in gara-2, dopo aver conquistato il podio con un ottimo secondo posto nella prima gara.

Il 16enne brasiliano di casa Antonelli Motorsport chiude con una vittoria, un secondo posto e il titolo di vice-campione all’ Adria Winter Trophy, la sua prima stagione europea in monoposto, risultato più che meritato dopo un anno in forte crescendo nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth.

Tornato sul circuito su cui aveva inaugurato la sua avventura nella serie Tricolore, Joao ha messo a frutto tutta l’esperienza acquisita in poco più di quattro mesi, rendendosi autore di ottimi sorpassi e chiudendo il week-end rodigino, per un solo punto, con il secondo posto assoluto. “Non posso che essere soddisfatto per quanto conquistato da Joao in questo fine settimana. Un secondo posto e soprattutto quella vittoria che ci era sfuggita nell’Italian F.4”, analizza il manager Giovanni Minardi.E’ stato autore di bellissimi sorpassi, sia in gara-1 che in gara-2. Purtroppo ci è sfuggita la pole, che avrebbe potuto consegnarci la vittoria del Trofeo. A parte questo, il week-end di Adria è la consacrazione di quanto mostrato in campionato. Siamo partiti da zero una settimana prima del campionato, senza conoscere macchina e piste, e quattro mesi dopo siamo arrivati alla vittoria”, conclude Minardi.Questa è stata la sua prima stagione in monoposto, arrivando direttamente dal karting, e la crescita dopo ogni gara è il segnale più importante del valore di questo ragazzo”.

“Finalmente. Alla fine è arrivata la vittoria, che ho tanto inseguito. Sono veramente contento di come sia andato il week-end ad Adria. Chiudere la stagione con un secondo posto, una vittoria e il titolo di vice-campione non è davvero niente male”,  commenta un sorridente Joao Vieira. “L’Italian F.4 Championship è stato veramente impegnativo e mi ha permesso di crescere e imparare molto. Esperienza che metterò certamente a frutto il prossimo anno”. Ora, Joao lascerà qualche giorno l’Italia, per trasferirsi in Brasile, prima di partire per Las Vegas. “Andrò qualche giorno in Brasile, a casa, per poi preparare la Supernationals kart race in programma il prossimo 23 novembre, conclude il pilota del Minardi Management.

Joao Vieira presente all’ Adria Winter Trophy

A tre settimane dall’ultimo appuntamento dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth, Joao Vieira è pronto a tornare al volante della sua Tatuus #28 in occasione del Winter Trophy 2014 sul circuito dell’Adria International Raceway

Per Joao è un ritorno sul tracciato rodigino: nel mese di giugno i 2702 mt sono stati teatro del primo week-end di gara in Europea e al volante di una monoposto per il 16enne brasiliano. Rappresenterà il party di chiusura di una stagione corsa in costante crescita che lo ha portato a lottare velocemente coi primi della classe, conquistando podi e punti importanti nell’arco dei sette round inseriti in calendario. In questi quattro mesi il driver seguito dalla Minardi Management ha scalato vertiginosamente lo schieramento di partenza, sfiorando anche pole position e vittoria in diverse occasioni “Purtroppo è mancata solamente la vittoria. Sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Questo fine settimana però si torna in pista” commenta soddisfatto JoaoAd Adria chiudo la stagione, proprio dove quattro mesi fa avevo iniziato questa fantastica avventura. Sarà l’ultimo appuntamento stagione al volante di una monoposto, in attesa di definire i programmi 2015. Il 23 novembre infatti volerò poi a Las Vegas per la “Supernationals kart race” Competizione che viene ritenuta l’evento dell’anno nell’ambito kartistico americano e che il giovanissimo driver si è già aggiudicato “Proverò ad andare a caccia del bis

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento stagionale. Il Winter Trophy di Adria è anche l’ultima occasione per Joao di portarsi a casa una vittoria più che meritata, considerando l’importante crescita gara dopo gara e l’ottimo feeling raggiunto con il team di marco Antonelli e la vettura. Sarà anche l’occasione per arricchire la bacheca personale con un bel trofeo. Ci prepariamo a mandare in archivio una stagione assolutamente positiva. Proseguendo su questa strada anche il prossimo anno, potremo lottare costantemente per la vittoria fin dalle prime gare, qualunque sia il campionato” commenta il manager Giovanni Minardi

Un evento che coinvolgerà automobilismo e karting, nel medesimo impianto, dove per la prima volta kart e Formula 4 saranno impegnati dal vivo in contemporanea. La WSK Final Cup fa tappa quest’anno al nuovissimo Karting Raceway di Adria. Il programma di gare è imperniato sulle due giornate di sabato 1 e domenica 2 novembre, successive alla serie di prove libere che sono previste venerdì 31 ottobre. Ognuna delle due giornate prevede warm up e qualifiche la mattina, cui seguirà la gara del pomeriggio, sulla classica durata di 28′ più un giro. La nuova monoposto sarà la regina di un weekend che insieme al Trofeo 500 Abarth ospiterà anche le gare delle Turismo e GT, classificate come Adria Trophy, e delle F.2 dell’Italian Trophy

FIA WEC – Secondo posto Mondiale per Davide Rigon alla 6Ore Fuji. Completa la doppietta Ferrari

Sul circuito del Fuji, davanti ad un pubblico di oltre 50.000 spettatori, Davide Rigon (insieme al team-mate James Calado), ha conquistato e pieni voti l’obiettivo del podio, grazie ad un perentorio secondo posto nel Mondiale FIA WEC alle spalle solamente della vettura gemella n.51.

Dopo aver preso la giusta confidenza coi 4.563 metri della pista giapponese durante le prove libere, Davide e James piazzano in qualifica la Ferrari 458 GTE-Pro #71 al quarto posto, davanti ai compagni ferraristi nonchè leader di classifica Bruni e Vilander, per chiudere la sesta ora di gara con il secondo gradino del podio ed il miglior risultato di stagione, regalando al team AF Corse e alla Ferrari una doppietta tanto splendida quanto importante. Grazie a questa prova di forza, la Scuderia di Maranello allunga nella classifica Costruttori, portando il suo bottino a 200 punti, davanti ai diretti avversari dell’Aston Martin, fermi a 171 punti. “E’ stata una gara tiratissima fin dall’inizio; abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra. Siamo riusciti ad esprimere al meglio il nostro potenziale, su una pista che conoscevo già in parte, avendo preso parte alla tappa nella passata stagione, poi annullata per maltempo dopo pochi passaggi”, commenta Davide Rigon, di ritorno dal Giappone.

Dopo aver corso metà campionato su piste completamente sconosciute, ora arriviamo su tracciati a me già noti. Questo si potrà trasformare in un vantaggio in più, poiché alcuni segreti si scoprono solo in gara. Tornando alla corsa, con il secondo posto abbiamo completato l’ottimo week-end sia per noi di AF Corse sia per Ferrari, che consolida la leadership di classe tra i costruttori”.

Importante balzo in avanti in classifica anche per il vicentino “Un podio che ci da la consapevolezza di lavorare nella direzione giusta e di essere entrati nella top-10, tra i migliori del campionato”. Un successo dedicato all’amico Jules Bianchi, che proprio in Giappone sta combattendo la sua battaglia più importante, dopo il terribile incidente. “Siamo tutti con Jules. Questa doppietta la vogliamo dedicare 100% a lui augurandoci che torni presto a correre”.

Finalmente si è visto il potenziale di Davide nel Mondiale. Fino ad oggi, purtroppo, non era riuscito ad esprimerlo al 100%, per mancata conoscenza delle piste e per qualche problema tecnico. Alla prima occasione, però, ci è riuscito alla grande. Sono sicuro che saremo competitivi in tutte le ultime gare, in modo da aiutare, da protagonisti, la Ferrari a vincere il titolo Costruttori”, commenta il manager Giovanni Minardi.

Il prossimo appuntamento con il Campionato FIA WEC è fissato per il 2 novembre in Cina, dove si correrà la 6 Ore di Shanghai.