Articoli

Kart – Matteo Nannini “Week-end rovinato dai contatti”

Prosegue il rapporto burrascoso di Matteo Nannini con l’Adria Karting Raceway, teatro della finale nazionale italiana Rok. Sul tracciato rodigino il giovane kartista forlivese e alfiere della RB Racing nella Junior Rok, ha provato ad andare alla conquistata del titolo italiano  mettendosi in evidenza fin dalle prove libere, portandosi nelle posizioni di vertice del suo gruppo fermando il cronometro a pochi decimi dalla pole position.

A rovinare e condizionare il risultato è un contatto che lo costringe a chiudere la Pre-finale al sedicesimo posto, ricevendo successivamente dai commissari sportivi una sanzione di 10”, precipitando così fino alla 26esima piazza. Nella Finale Matteo cerca il pronto riscatto, ma dopo aver recuperato diverse posizioni un nuovo contatto lo porta a chiudere fuori dalla top 20.

Non è certamente stato il fine settimana che auspicavo. E’ una pista che mi piace molto, ma ancora una volta il risultato è stato condizionato da un contatto. Il kart andava bene e questa è la cosa importante, in vista dei prossimi appuntamenti. Ora voglio lasciarmi alle spalle questa finale e pensare avanticommenta Matteo Nannini

 

Kart – Matteo Nannini ad Adria in ottica Finale Italiana e Mondiale

Week-end di apprendistato per il neo 12enne Matteo Nannini che sul circuito di Adria, teatro dell’ultimo appuntamento del Campionato Rok Nord, ha firmato il suo debutto coi colori della RB Racing. Le impervie condizioni climatiche che hanno caratterizzato l’area del tracciato rodigino, hanno permesso al forlivese di prendere le giuste misure col nuovo materiale Exprite in vista della Finale Italiana, in programma a inizio settembre, proprio all’Adria International Raceway e del Mondiale di Lonato.

Matteo ha avuto l’occasione di prendere confidenza con la pista bagnata, condizione in cui il giovane kartista vanta un’esperienza minima, soprattutto dopo il passaggio a stagione in corso alla categoria KFJ. Per l’occasione ha avuto l’appoggio di uno specialista come Karol Basz, di ritorno dalla tappa svedese nell’Europeo, che ha aiutato Matteo a cominciare a conoscere il materiale OTK.

E’ stato un week-end utile perché ho avuto la possibilità di percorrere chilometri col nuovo materiale in vista degli appuntamenti di Settembre. Mi sto trovando molto bene sia con il team che col kart. Per me era la prima volta con la pioggia al volante del 125 e così ho avuto la possibilità di fare anche questa esperienza, affiancato da karol. Il mio obiettivo è la Finale Italianecommenta Matteo Nannini

Abbiamo trovato un team molto disponibile che ha aiutato Matteo. Nonostante un week-end dai risultati a noi non favorevoli, Matteo ha avuto la possibilità di iniziare a lavorare in un vero team. Mi ha fatto piacere vederlo seguire attentamente i consigli di Karol Basz, uno specialista del bagnatoanalizza Alberto Tonti

Essendo arrivati in KFJ a stagione inoltrata, non avevamo nessun obiettivo nel Campionato. La tappa di Adria ci è stata molto utile per provare il nuovo materiale sia nelle condizioni di pista asciutta che bagnata. Un test molto importate in vista della Finale Italiana che si correrà proprio ad Adriacommenta il manager Giovanni Minardi