Vicky Piria entra nella Minardi Management

Share via email

vicky_pria.jpg'Fiocco rosa alla Minardi Management. Con la nuova stagione il manager Giovanni Minardi prende per mano la carriera della giovanissima pilota italo- inglese, classe 1993, Vittoria “Vicky” Piria con l’obiettivo di raggiungere fin da subito risultati e palcoscenici importanti.Nonostante la giovane età Vicky può contare su una buone esperienza nel mondo dei motori. Nel 2003 il primo contatto alla guida di un Kart.

Dopo aver scalatotutte le classifiche e aver solcato con il proprio Kart tutte le piste della Nazione, nel 2008 arriva il grande passo: il debutto al volante di una monoposto grazie alla Scuola Piloti di Henry Morrogh, il quale l’accetta al suocorso di Adria nel mese di novembre. Vicky, così, può festeggiare il suo 15° compleanno a bordo di una Formula Ford 1600 CC.

Dopo aver frequentato nel 2009 il corso “Scuola piloti Milano” e aver conseguito la licenza di abilitazione alla guida di vetture fino a 2000cc superando il Corso Federale Csai partecipa al Campionato di Formula Renault 2000 Light ed ad una prova del Campionato Italiano di Formula Renault, prima di firmare il suo debutto nel 2010 nel nuovo campionato Formula ACI- CSAI Abarth.

Il 2011 vedrà ancora una volta Vicky sulla griglia di partenza della Formula ACI CSAI Abarth pronta a difendere i colori del team Prema di Angelo Rosin “Sarà la mia seconda stagione nel campionato italiano e per questo cercherò di occupare saldamente le posizioni di vertice. Sono molto contenta di poter affrontare questa sfida con un team importante come Prema” commenta Vicky

“Sono molto contento di poter lavorare accanto a Vicky. Sono certo che sia stata fatta un’ottima scelta sua nella scelta del campionato sia nel team. Abbiamo tutte le carte in regola per dimostrare il suo valore” commenta il manager Giovanni Minardi

Vicky si unisce così alla numerosa famiglia Minardi che può contare tra le sue fila talenti del calibro di Davide Rigon, Daniel Zampieri, Gabriele Lancieri, Luca Casadei oltre al giovanissimo Lozenzo Camplese e alla lady Alessandra Neri.