WSR 3.5 – Davide Rigon al Paul Ricard con BVM Target

rigon_wrs_big
Share via email

Giorni ricchi di emozioni e di appuntamenti per Davide Rigon. Dopo l’esperienza al volante della F2012 nel rookie test di Magny-Cours e gli impegni al volante della 458 nel campionato Blancpain Series, il talentuoso driver veneto si preparare a tornare al volante di una monoposto in una competizione ufficiale.

In occasione della penultima tappa della World Series by Renault 3.5 sul tracciato francese del Paul Ricard il team BVM-Target ha deciso di affidare il volante della sua Dallara al talento del nostro Davide che sarà chiamato ad un lavoro tutt’altro che semplice, visto che si tratterà di un debutto a tuttotondo.

In pochissimo tempo Rigon dovrà scoprire tutti i segreti della vettura italiana spinta dal V8 da 530 CV, adattarsi al format del week end che prevede due gare e due qualifiche e trovare il giusto feeling con il team per andare a caccia di un importante risultato, confrontandosi con piloti che hanno alle spalle una stagione praticamente intera.

Gli oltre 700 chilometri percorsi al volante della vettura di Maranello sulla pista francese hanno evidenziato l’ottima forma fisica e atletica di Davide e che il terribile incidente di un anno fa è solo un lontano ricordo.

Davide Rigon
“Le chiamate improvvise come queste fanno sempre piacere. Sono veramente contento di poter tornare a correre un in week end di gara con una monoposto. Come ho già dimostrato a Magny-Cours l’incidente di Istanbul è solo un lontano ricordo. Avrò tantissimo lavoro da fare in pochissimo tempo, ma le sfide mi sono sempre piaciute. Sarà importante iniziare con il piede giusto per scoprire velocemente tutti i segreti della macchina. Ringrazio il team BVM-Target per aver pensato a me e spero di poter ripagare la fiducia con un bel risultato”

Giovani Minardi (manager)
Sono veramente contento per questa occasione, arrivata così all’improvviso. La sfida al Paul Ricard è un altro traguardo, in quanto rappresenta il ritorno ufficiale di Davide in una competizione a ruote scoperte. Sarà un’esperienza interessante in cui affronterà diverse sfide: una macchina completamente nuova, lavorare con un team che non conosce e confrontarsi con piloti che hanno alle spalle una stagione quasi completa. ll test di Magny-Cours ha messo in evidenza quanto sia in forma fisicamente e che Istanbul è solo un lontano ricordo. Sono convinto che ancora una volta non tradirà le attese e potrà aiutare il team dando il massimo. Naturalmente ringrazio BVM-Target per aver pensato a noi e a Davide

rigon.jpg'