F1 – GP Belgio: IL PUNTO….di Gian Carlo Minardi

Share via email

win.jpg'Il cerchio intorno ai piloti che da qui fino alla fine potranno lottare per il mondiale si estringe sempre più e Lewis Hamilton, proprio grazie alle sue qualità tecniche, è certamente tra i favoriti. È in queste condizioni che si vedono i veri campioni.

Domenica si è reso protagonista di una bellissima gara senza grandi errori, salvo il lungo sul finale che poteva costargli caro, a differenza dai suoi avversari: Mark Webber è stato molto lento al via, Kubica con il suo pit stop, mentre la Ferrari ha ottenuto il massimo ma solo con Felipe Massa. Alonso, che aveva compromesso la sua gara con il decimo tempo in qualifica, stava cercando la rimonta e incolpevolmente è stato messo KO da Barrichello. Proprio in quell’occasione è stata fatta entrare in pista la safety car e sinceramente non ho capito bene il motivo e non ne ho visto la necessità.

mclanre.jpg'

Weekend sotto tono, quindi, per la rossa e delle “sette finali”, come sono stati definiti gli ultimi Gran Premi da Fernando Alonso, questa è venuta certamente a mancare. Salvo il primo giorno, sono stati sempre in difficoltà, anche se lo spagnolo stava tentando una bella rimonta, completando ogni giro fuori dai limiti. Quando si corre in queste condizioni è molto facile incappare in un errore. A mio avviso ha fatto molto bene a prendere questo tipo di rischio, in quanto nella sua condizione di classifica due punti in più o in meno non fanno la differenza. Ora, però, sono rimasti solo più sei appuntamenti, sperando che il GP della Corea si possa disputare. Più passano le gare e più diventa difficile colmare il gap, anche se abbiamo visto come sia estremamente facile scrivere uno zero nella casella. Fino ad oggi Webber ne ha fatto solo uno durante il GP d’Europa, Hamilton in Ungheria mentre Alonso ha già toccato quota tre.

ferrari.jpg'

In casa Red Bull Mark Webber è riuscito a prendere un buon margine di vantaggio su Vettel e ora sarà interessante vedere cosa deciderà il team, anche in funzione di interessi di tipo commerciale, dove un giovane come Sebastian è certamente avvantaggiato su un “vecchio”. Mi auguro che non gettino per aria un campionato anche se, egoisticamente parlando, andrebbe tutto a vantaggio dello spettacolo. Con una partenza migliore Webber avrebbe potuto lottare meglio per la vittoria e in questo momento cinque punti in più potevano fare comodo.

Sebastian Vettel in questo momento è sotto pressione e proprio quando aveva la possibilità di scavalcare in classifica il proprio compagno di squadra ha commesso un errore importante. Il podio è poi stato completato da Kubica e molto probabilmente la Renault non si sarebbe mai aspettata questo tipo di risultato. Hanno fatto una qualifica al di sopra delle loro aspettative con il polacco, che anche in gara ha saputo sfruttare molto bene il potenziale della macchina, Unico neo della giornata, l’errore in corsia box che gli ha fatto perdere secondi preziosi e il secondo posto.

red_bull.jpg'

Mi ha fatto molto piacere l’aggressività e la gara di Nico Rosberg che si è reso protagonista di una manovra corretta e decisiva ai danni di Michael Schumacher, che aveva tentato ancora una volta di chiudergli la porta. Nico ha nuovamente dimostrato, a parità di mezzi meccanici, di essere più veloce del suo compagno, di meritare un posto tra i migliori ed in un top team potrà dimostrare ancora meglio le sue doti.

A questo punto entriamo veramente nella zona calda del campionato dove anche la fortuna, insieme all’affidabilità, giocheranno un ruolo fondamentale. Lo stesso Hamilton a Spa ha commesso un piccolo errore, per fortuna sfiorando soltanto le barriere di protezione. Ora andremo a Monza, dove ancora una volta saranno evidenziale le prestazioni delle monoposto. Proprio il Gran Premio d’Italia incomincia ad essere, se non l’ultima spiaggia, quantomeno la penultima possibilità per la Ferrari di tentare un aggancio ai primi due, che possono contare su un buon margine di vantaggio. Poi ci sarà la trasferta di Singapore, dove sarà veramente difficile portare via dei punti alla Red Bull.

mercedes.jpg'

Gian Carlo Minardi

NEWS CORRELATA

win.jpg'GP Ungheria: IL PUNTO…di Gian Carlo Minardi

MINARDI_TV.jpg'[VIDEO] – Guarda i video della Minardi TV