“Imola torna in pista” e la Minardi è tra i protagonisti

Share via email

Il 3 e 4 maggio l’autodromo di Imola, dopo un lungo periodo di chiusura dovuto ai lavori di ammodernamento a tutte le strutture e al tracciato, ha riaperto i propri battenti con una manifestazione ribattezzata “Imola torna in pista” in cui i colori del Minardi Team non potevano mancare.

Nella giornata di sabato gli appassionato hanno potuto visitare i nuovi box e le strutture e nel pomeriggio sono tornare a sfrecciare le monoposto di F1 realizzate dai due storici team Italiani, Ferrari e Minardi, mentre per la moto era presente ovviamente la Ducati.

Minardi.jpg'

La PS04, tornata a calcare l’asfalto di un autodromo storico come quello di Imola, è stata affidata per l’occasione al suo “papà”, l’ing Gabriele Tredozi che si è esibito in alcuni giri di pista.

Tra i presenti ovviamente anche l’ex costruttore faentino e fondatore del Minardi Team, il Dott. Gian Carlo Minardi che, al volante della GM 75 realizzata nel 1948 da suo padre, è tornato ad indossare il casco esibendosi anche lui in alcune tornate.

Minardi.jpg'

Gian Carlo Minardi vuole ringraziare Bruno Brusa, proprietario della GM 75 per avergli concesso l’onore di realizzare alcuni giri di pista con questa straordinaria vettura.

Per la Ferrari era prensente un grande amico del Minardi Team e di Gian Carlo Minardi, il collaudatore Luba Badoer.

Minardi.jpg'

“E’ stata una giornata davvero stupenda.” commenta Gian Carlo Minardi “Dopo due anni di inattività uno dei circuiti che ha fatto la storia dell’automobilismo e più belli, ha riaperto i suoi cancelli a tutti gli appassionati. Certamente non sarà facile ricominciare, ma tutti hanno il dovere di crederci, dai nuovi gestori a tutti gli Imolesi e i tifosi.

Poter girare sulla pista di Imola con la prima Minardi della storia realizzata da mio padre, la GM 75, è stato un vero onore e per questo voglio ringraziare nuovamente il Sig. Bruno Brusa, così come aver fatto rivivere una parte della storia di Imola portando in pista una Minardi F.1”