Brena

Share via email

Il grande giorno della prima Finale Europea targata Birel è arrivato. Ecco gli straordinari ingredienti che hanno fatto da contorno ad un week end pieno di colpi di scena per la giovane Alessandra Brena: Polonia, autodromo Poznan, 120 piloti provenienti da 10 paesi diversi, 37 iscritti nella categoria 100 cc, 1540 mt di tracciato, 14 metri di larghezza, 140 km/h velocità massima, 92 km/h di velocità media e un 4 posto finale; il tutto condito da un pizzico di sfortuna…..

I turni di prove libere, in programma da martedì 19 fino al giovedì, hanno messo in mostra un’Alessandra in grande spolvero: la giovane “tigre” infatti riesce a portare costantemente il suo kart 38 nelle prime posizioni, portando all’interno del team una grande speranza in vista delle qualifiche. Purtroppo la sfortuna non ha abbandonato Alessandra e nelle prove libere ufficiali due propulsori cedono a causa delle forti sollecitazioni. Come se questo non fosse già abbastanza il giorno successivo, durante le prove cronometrate, un commissario attraversa la pista proprio mentre sta per transitare il kart 38, costringendo così la Brema ad alzare il piede;

Alessandra Brena

successivamente ben due forature le fanno perdere ulteriore tempo. Alla fine delle sessioni Alessandra si deve accontentare del 19° tempo, prestazione che certamente non rispecchia il vero potenziale portato in pista. Nonostante la posizione in griglia la Brena è determinata a dare il massimo per portarsi a casa un altro esaltante risultato. Al via riesce a mantenere la sua posizione, ma al quinto passaggio occupa già saldamente la 12ma posizione, a dieci secondi dal leader. In seguito ad un incidente la gara viene interrotta e, alla ripartenza, Alessandra riesce a infilare tre avversati entrando di prepotenza nella top ten. Ovviamente la kartista non si accontenta e, giro dopo giro, mette insieme una serie di sorpassi, passando sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione, ad appena 2 sec dal vincitore, il ceco Radim Maxa.

Alessandra Brena

“Sono felicissima per questo importante risultato” commenta Alessandra Brena appena scesa dal kart “Avevo paura che la sfortuna non mi lasciasse concludere la gara. Forare con i kart è praticamente impossibile, mentre io ci sono riuscita in tutte e due le crono. Senza quel problema avrei potuto fare una migliore qualifiche e lottare con Maxa. La gara è stata molto bella con curve in parabolica e rettilinei lunghissimi. Questo quarto posto mi fa ben sperare in vista delle finali di campionato italiano e mondiale, in programma ad ottobre”

Alessandra Brena