Ciao Justin

E’ con grande rammarico che ricordo Justin Wilson, il “Gigante Buono”. Un pilota veloce che ha iniziato l’avventura in F1 con la Minardi e si è poi distinto in più occasioni in Formula Indy.

Un pilota manager, il primo ad anticipare il crowdfunding nel Motorsport, era riuscito a creare attorno alla sua immagine simpatia e supporto alla carriera, purtroppo una tragica fatalità ci ha privato di uno dei “nostri ragazzi”.

Ciao Justin

Rigon a Silverstone sulla F138 negli Young Driver Test

A partire da domani, e fino a venerdì, il nostro Davide Rigon sarà al volante della Ferrari F138 partecipando così per il secondo anno consecutivo ai test aperti ai giovani piloti. Il talentuoso driver vicentino, a disposizione della Scuderia dal 2011, lascerà l’abitacolo a Massa solamente venerdì mattina per assaggiare le nuove mescole Pirelli.

Questa decisione consentirà a Davide di lavorare sullo sviluppo tecnico della vettura e offrirà a Felipe tempo utile nel ‘cockpit’ nel suo desiderio di riscatto dopo il GP di Germania.

Il programma del test pneumatici, aperto ai piloti titolari per effetto di una deroga concessa dalla Federazione in seguito alle problematiche emerse proprio a Silverstone durante il Gran Premio del 30 giugno scorso, prevede un lavoro definito esclusivamente dalla Pirelli e approvato dalla FIA con un numero limitato di set di gomme da utilizzare.

Il leader della Blancpain Endurance Series torna così al volante di una monoposto di F1 del Cavallino in un appuntamento ufficiale, dopo il grande lavoro svolto nella passata stagione quando prese parte ad una delle tre giornate, alternandosi al volante con Bianchi, oggi pilota Marussia

Buon Lavoro CAMPIONE!

Davide Rigon e Kessel Racing si impongono a Monza

Prima gara e prima vittoria. Non ci poteva essere miglior inizio di stagione per Davide Rigon e il team Kessel Racing che sul tracciato internazionale di Monza hanno conquistato con grande autorevolezza e determinazione la vittoria nella gara inaugurale della Blancpain Endurance Series GT.

Al voltante della Ferrari 458 Italia GT3 #44 il talentuoso driver veneto e i team-mate Ramos e Zampieri hanno dominato la scena tagliando il traguardo delle tre ore di gara al comando, lasciandosi alle spalle una flotta di 60 vetture delle nove più importanti case costruttrici. Dopo aver firmato il secondo miglior tempo nel secondo stint di qualifiche, Davide prende parte alla prima ora di gara scattando dalla quarta fila con l’ottavo tempo. Senza indugi il ferrarista scala velocemente la classifica portandosi inizialmente alle spalle del podio, conquistando la testa della gara al trentesimo passaggio. La rossa di Maranello n.44 è la vettura più veloce in pista e firma anche il giro più veloce della gara in 1.50.414. La strategia e la prestazione degli uomini in rosso ai pit stop si dimostra perfetta e Davide consegna il volante della 458 a Ramos in testa alla corsa. Il brasiliano prosegue il capolavoro confermandosi in testa al gruppo, prima di passare il testimone a Zampieri che concluderà l’opera.

Torna così sul gradino più alto del podio, dopo quel terribile gran premio della Turchia targato 2011 che gli costò la frattura di tibia e perone e ventuno chiodi nella gamba sinistra “E’ fantastico tornare alla vittoria a due anni di distanza da quel terribile 2011. Era dalla gara di Adria in SF che non assaporavo questa straordinaria sensazione” commenta Davide “E’ stata una gara perfetta dove tutto è stato perfetto. Siamo stati bravissimi a non commettere nessun errore e anche i ragazzi al pit stop sono stati fenomenali. Rispetto alla passata stagione il team ha lavorato molto per migliorare sotto questo aspetto e il lavoro ha dato i suoi frutti. Siamo stati costantemente tra i più veloci in pista. Non esiste miglio modo per iniziare una stagione in un campionato così competitivo con così tante vetture. Rispetto il 2012 il livello del campionato è cresciuto e questo ci da ancora più fiducia. Un grazie a tutti i ragazzi del team Kessel e ai miei compagni Cesar e Daniel” conclude il vicentino

Fine settimana sensazionale concluso nel migliore dei modi. Vittoria e giro più veloce in pista. Peccato solamente per il traffico trovato in pista durante le qualifiche che ci ha penalizzati leggermente. Davide è stato superlativo in partenza e nella prima parte portandosi al comando della corsa. I miei complimenti vanno anche a Ramos, Zampieri e a tutto il team Kessel per il lavoro svolto. Pit stop e strategia perfetti. Hanno fatto un ottimo lavoro sulla 458 migliorando notevolmente i pit stop, il tallone d’Achille della passata stagione. Era importante partire con il piede giusto considerando che il campionato è composto solamente da cinque gare. Questo risultato è il giusto premio per tutto quello che ha dovuto passare Davide da quel terribile 2011” analizza il manager Giovanni Minardi

Davide Rigon rinnova con Kessel per la Blancpain Endurance Series

Accordo dell’ultimo minuto tra Davide Rigon e il team Kessel Racing. Continua anche nel 2013 il sodalizio tra il talentuoso driver veneto e la scuderia di Lugano diretta da Ronnie Kessel nel campionato Blancpain Endurance Series, i cui riflettori si accenderanno questo fine settimana sulla pista di Monza.

Per il secondo anno consecutivo Davide sarà quindi al via della serie al volante della Ferrari 458 , con l’obiettivo di migliorare il terzo posto conquistato al Paul Ricard nella passata stagione contando su una maggiore esperienza sia a livello di campionato che della vettura.

Sono veramente contento di questo accordo e di poter proseguire il progetto con il team Kessel. Inizio questa nuova sfida con un anno in più di esperienza sia nel campionato che al volante di questa fantastica Ferrari 458 Italia. L’anno scorso ero arrivato a Monza senza aver percorso neanche un km di test, mentre ora potrò contare sull’esperienza di un’intera stagione. Spero di trovare un week and asciutto in modo da capire fin da subito i valori in campo” analizza Rigon

La griglia di partenza sarà colorata da ben trentasei equipaggi, sessantuno vetture e nove costruttori diversi che si sfideranno su un calendario di cinque round. Dopo l’appuntamento italiano il campionato si trasferirà prima in Inghilterra (Silverstone 2 giugno) e successivamente in Francia (Paul Ricard 30 giugno), Belgio (Spa-Francorchamps 28 luglio) e Germania (Nurburgring 22 agosto) “Sarà una stagione difficile, sia per la qualità dei partecipanti, sai perché con sole cinnque gare ogni errore viene pagato pesantemente. Anche quest’anno l’appuntamento più atteso rimane la 24h di Spa, una gara che vale quanto una stagione sia per fascino che per punteggio” conclude il driver veneto

Sono molto contento che l’avventura di Davide continui con il team Kessel e nel bellissimo Campionato del Blancpain. Dopo una prima annata un po’ difficile, credo che quest’anno si possa veramente lottare per il titolo, grazie alla crescita della squadra, ad un ottimo feeling con l’ingegnere e di un buonissimo equipaggio, ma soprattutto per il grandissimo lavoro fatto dalla Michelotto nello sviluppo della vettura che l’ha resa ancor più performante ed affidabile.

Quest’anno finalmente spero che Davide si possa lasciare definitivamente alle spalle la brutta avventura che gli è capitata nel 2011 con l’incidente di Istanbul e tornare ai grandi successi che fino a quel momento aveva raccolto. Auguro un grosso in bocca al lupo a lui, ai suoi colleghi ed a tutto il team Kessel” commenta il manager Giovanni Minardi

Il sipario si alzerà sabato con i due turni di prove libere da 120 min ciascuno per proseguire domenica con la sessione di qualifica (ore 10.35) che determinerà la griglia di partenza della gara che scatterà alle 14.30 per concludersi alle 17.30

F3 – Nicholas Latifi “Obiettivo Top 3 entro Monza”

L’Italian Formula 3 European Series si prepara ad entrare nella seconda parte e per Nicholas Latifi è tempo di bilanci.

Dopo i primi quattro appuntamenti di apprendistato, il 17enne italo-canadese è pronto a raccogliere i frutti del duro lavoro e andare a caccia del primo podio, sfiorato a Budapest.

Nella scorsa settimana il driver JD Motorpsort è tornato al volante della sua Mygale #18 al Red Bull Ring, partecipando al test collettivo organizzato dal campionato in preparazione della prossima sfida proprio sulla pista austriaca. Nelle due giornate Nicholas ha confermato i miglioramenti delle ultime uscite scalando la classifica fino al secondo posto.

Che lavoro hai svolto sulla pista del Red Bull Ring con il team JD Motorsport e il tuo ingegnere?
Le due giornate al ed Bull Ring sono state molto simile ai test di Imola. Fin da subito abbiamo trovato un buon bilanciamento della vettura chiudendo la prima sessione con il quarto tempo, per poi salire fino al secondo posto nella giornata conclusiva. Ogni volta che arrivo su una pista nuova, prima di iniziare il lavoro con l’ingegnere, vado alla scoperta di tutti i segreti del tracciato. Solo successivamente iniziamo il lavoro di messa a punto.

Ti piace la pista?
La pista è una dei migliori tracciati, con dislivelli naturali e curve medio-veloci. Presenta diversi punti per poter provare dei sorpassi.

Siamo arrivati al giro di boa. Qual è il tuo giudizio dopo i primi quattro appuntamenti?
Le prime quattro gare sono state di apprendistato. Arrivando dal kart è stata un’esperienza molto importante, anche se non sono particolarmente soddisfatto dei miei risultati. Se non vinco sono mi ritengo soddisfatto, anche se in confronto a tutti gli altri ho molta meno esperienza. Devo continuare a migliorare il mio feeling con la vettura e con le piste. Per me è tutto nuovo. Sono sicuro che entro la fine della stagione i risultati arriveranno.

Qual è il tuo obiettivo entro la fine della stagione?
Mi sono prefissato di poter arrivare a lottare con i top 3 del campionato. E’ un obiettivo importante, ma fin quando non avrò la possibilità di lottare per la vittoria non potrò ritenermi soddisfatto. Sono determinato e concentrato a raggiungere questo traguardo. Pertanto dovrò migliorare i miei risultati, sia in gara che in qualifica.

In questa prima parte di stagione ha avuto la possibilità di guidare sia la Dallara che la Mygale.
Sono entrambe due vetture molto competitive, ma forse il telaio francese si adatta meglio al mio stile di guida. Il passaggio è stata una mossa importante anche se non facile. Avevo percorso tantissimi chilometri e tutti i test invernali con la Dallara. Ho dovuto ricominciare da zero, ricalibrando il stile di guida.

Arrivando dal kart, è stato difficile adattarsi allo stile di guida di una vettura di Formula 3?
Il passaggio è stato certamente impegnativo, soprattutto dal punto mentale. Ci sono differenze significative tra i due mezzi. Ad esempio una vettura di F.3 è molto più severa in caso di errore. Si perde subito tantissimo tempo, mentre un kart ti permette di recuperare con più facilità. Inoltre mi sto ancora abituando al forte carico aerodinamico, che limita la lotta testa a testa con gli avversari. Durante una gara di kart puoi arrivare a sorpassarti anche 3-4 volte nello stesso giro.. Queste battaglie mi mancano.

Vive e studi in Canada, ma corri in Europa. Una sfida in più per te. Come ti sei organizzato?
Il viaggio è sicuramente la parte più impegnativa. Le ore di volo sono tante, per non contare i cambi di aereo e il tempo passato negli aeroporti. Insieme alla mia famiglia siamo sempre in cerca di una soluzione migliore per ridurre al minimo gli spostamenti. Dal prossimo anno cercheremo altre soluzione. In occasione della gara di Valencia sono rimasto molto colpito dal jet lag. Per questo sto lavorando molto sia fisicamente che mentalmente per affrontare al meglio le trasferte.

Qual è il tuo obiettivo al Red Bull Ring?
Abbiamo una buona vettura e anche il mio feeling è migliorato molto, soprattutto per quanto riguarda la gestione della gomma nuova. Pertanto sono molto fiducioso e spero di concretizzare al meglio il lavoro.

nicholas_latifi.jpg'

Davide Rigon subito a podio nella Speed Euroseries

Fine settimana strepitoso per Davide Rigon. Al debutto nella Speed Euroseries e al volante della Tatuus PY 02 CN2 #12 il talentuoso driver veneto ha lasciato il segno sul tracciato di Imola collaborando a stretto contatto con lo staff del costruttore nello sviluppo del prototipo e conquistando un ottimo secondo posto in gara-1.
Continua a leggere

Davide Rigon debutta a Imola nella Speed Euroseries

rigon.jpg'Nuova sfida per Davide Rigon. Questo fine settimana il talentuoso driver veneto si cimenterà al volante della vettura Tatuus #12 nel terzo appuntamento della Speed Euroseries, in programma sul tracciato intitolato a Enzo e Dino Ferrari.
Continua a leggere

F.3 – Mugello amaro per Nicholas Latifi

Arrivato sul tracciato toscano, teatro del terzo round del’Italian Formula 3 European series e della tappa inaugurale della serie tricolore, determinato ad ottenere un importante risultato dopo aver sfiorato il podio in Ungheria e le ottime prestazione nei test di Vallelunga e Imola, Nicholas Latifi ha salutato il Mugello con la consapevolezza di aver compiuto un passo in avanti ma di aver raccolto meno di questo meritato.

Tra i saliscendi toscani il 16enne pilota italo-canadese della JD Motorsport ha messo in evidenza i progressi evidenziati nelle ultime uscite avvicinando il suo passo ai top driver e migliorando i riscontri cronometrici dopo ogni sessione. Alla fine del secondo turno di qualifiche Nicholas stacca un ottimo 1’40″714, a poco più di 5 dec. dalla pole. Dopo aver chiuso gara-1 all’ottavo posto, nella seconda manche Nicholas lotta alla pari con i suoi avversari entrando di prepotenza nella top five. Un contatto di gara lo costringe ad una sosta ai box non programmata per sostituire l’ala anteriore danneggiata, compromettendo il risultato finale.

Nicholas Latifi: “Dopo i risultati in Ungheria e le prestazioni di Vallelunga e Imola, ero arrivato in toscano fiducioso. Dopo ogni sessione sono riuscito a migliorare le mie prestazioni e in gara-2 ero riuscito a colmare il gap con i top drivers. Purtroppo un contatto di gara mi ha tolto dalla lotta. Ora non vedo l’ora di tornare a guidare a Misano per proseguire il mio apprendistato”

David Tennyson (coach driver)Nicholas ha continuato a migliorare il suo feeling con una vettura di Formula 3. Il week end del Mugello è stato caratterizzato da alcuni incidenti che hanno condizionato il risultato. Mi ha fatto molto piacere vedere i progressi di Nicholas. In gara-2 ha dimostrato di poter guidare insieme ai primi cinque piloti. Purtroppo solo un contatto di gara gli ha negato la conquista di un buon risultato.”

Il prossimo appuntamento è programmato per il week end dell’8 luglio a Misano, sulla pista intitolata al compianto Marco Simoncelli

nicholas_latifi.jpg'

F.3 – Nicholas Latifi carico in vista del Mugello

Questo fine settimana l’autodromo del Mugello farà da cornice al terzo appuntamento dell’Italiano Formula 3 Euroepan Series, segnando al tempo stesso il via della serie tricolore che si articolerà su sei appuntamenti in concomitanza proprio con la serie continentale.

Ad un mese di distanza dal podio sfiorato in Ungheria, il 16enne Nicholas Latifi è pronto a tuffarsi nuovamente nella serie e a firmare il suo debutto sul tracciato toscano. Per l’italo-canadese sarà l’occasione per mettere in mostra i progressi evidenziati già a Budapest e per avvicinarsi ulteriormente alla zona calda dello schieramento. Per preparare minuziosamente la trasferta toscana Nicholas ha diviso gli sforzi lavorando con la Mygale del team JD Motorsport sulle piste di Vallelunga e Imola, proseguendo il suo apprendistato con una F.3 sia in condizioni di pista asciutta che con poca aderenza.

Nicholas Latifi: “I due giorni di lavoro sulla pista romana di Vallelunga sono stati molto importanti in quanto mi hanno permesso di andare alla scoperta di un altro tracciato che incontrerò più avanti. Poter guidare in condizioni di pista asciutta e firmare il secondo miglior tempo è stato fantastico. Mi ha aiutato ad acquisire maggiore esperienza con una vettura di F.3 sul bagnato. Il layout è molto bello in quanto ha settori impegnativi e tecnici. Non vedo l’ora di tornarci per il week end di gara e poter migliorare ulteriormente le mie performance. Imola è stata un’esperienza incredibile. Firmare il primo e secondo miglior cromo nella due giorni è stato un grande successo. Sono stato molto veloce sia con pista asciutta sia con pista bagnata e in condizioni di bassa aderenza. Ora sono determinato più che mai a continuare la mia progressione e il lavoro con il team e l’ingegnere per sviluppare al meglio la monoposto. In vista del Mugello ho cercato di lavorare anche in ottica qualifiche. La pista mi piace e sono fiducioso

David Tennyson (coach driver)Sono veramente contento della progressione di Nicholas in questa prima parte di campionato. Alla sua seconda gara ha quasi sfiorato il podio. La performance nel test di Imola dimostra la sua eccezionale abilità di adattamento e il suo talento naturale. E’ fortemente motivato e concentrato in vista del Mugello

GT – Silverstone amara per Davide Rigon

Week end inglese poco felice per il nostro Davide Rigon. Impegnato nel secondo round della Blancpain GT Endurance Series sul tracciato di Silverstone, il talentuoso driver veneto ha vissuto un fine settimana condizionato da un problema al sensore del motore che ha compromesso gran parte del lavoro delle prove libere costringendolo a presentarsi al turno di qualifiche con soli 6 giri sulle spalle.

L’alfiere del team Kessel Racing prende il via alla prima parte della qualifica consegnando i comandi della 458 ai compagni Gattuso e Zampieri in undicesima posizione, per poi concludere la sessione con il diciottesimo tempo.

Dopo una prima parte di gara caratterizzata da una pioggia battente e da una sbavatura nel primo pit stop, Davide prende le redini della macchina nel terzo e conclusivo stint passando sotto la bandiera a scacchi ai piedi della top ten.

Durante il turno di prove libere abbiamo accusato un problema con il sensore del motore proprio mentre ero in pista, che ci è costato un’ora di lavoro. Mi sono presentato in qualifica con appena 6 giri. Per me sarebbe stato molto importante fare esperienza con pista asciutta. Visti i pochi chilometri ho corso la prima parte di qualifica, quella con più benzina a bordo, concludendo in undicesima posizione. In gara poi, in condizioni di pista bagnata, siamo riusciti a recuperare diverse posizioni ma un errore ai pit stop ha vanificato il lavoro di Daniel” analizza l’alfiere del cavallino

Con il secondo cambio gomme tutto si è svolto alla perfezione, ma purtroppo non siamo riusciti a ripetere i tempi della prima parte. Quando la pioggia è cessata la macchina non era più la stessa. Ora analizzeremo nel dettaglio la telemetria per capire cosa non abbia funzionato. E’ stato un week end sfortunato ma certamente non dobbiamo demordere. Il mio feeling con la vettura è migliorato, e questo è importante. Al Paul Ricard ci aspettano temperature ben diverse” conclude Davide Rigon.

Il prossimo appuntamento con Davide Rigon è per il week end del 29 giugno in terra francese, nella cornice del Paul Racard.

davide_rigon.jpg'

GT – Davide Rigon si prepara per Silverstone

davide_rigon.jpg'A più di un mese dalla gara di apertura sulla pista di Monza, Davide Rigon si prepara a tornare al volante della sua Ferrari 458 per il secondo round della Blancpain GT Endurans Series sul tracciato storico di Silverstone
Continua a leggere

F.3 – Nicholas Latifi sfiora il podio a Budapest

BUDAPEST -In soli due appuntamenti Nicholas Latifi ha scalato lo schieramento dell’Italian Formula 3 European Series portandosi a ridosso del podio, lottando con caparbietà con piloti che possono vantare una buona esperienza tra le monoposto e al volante della Dallara.

L’italo-canadese proveniente dal mondo del kart si è reso protagonista di un’ottima partenza nella gara sprint che ha concluso il week end ungherese, conquistando alla fine della prima curva la terza posizione tenendo poi un buon ritmo e resistendo fino a due giri dalla fine ai numerosi attacchi di Visoiu. Il driver BVM si è difeso con i denti dal forte pressing dell’FDA Brandon Maisano, passando sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione.

Nicholas saluta l’Hungaroring con un bottino di 13 punti, ma soprattutto con tanti altri chilometri sulle spalle e molta esperienze in un campionato che si sta preannunciando combattuto e selettivo. Il prossimo appuntamento è per il week end del 8-10 giugno sul tracciato toscano del Mugello, con la prima tappa valida anche per la serie tricolore

Nicholas Latifi:E’ stato un week end positivo in quanto sono riuscito ad avvicinarmi al resto del gruppo. In gara-3 mi sono divertito molto girando su buoni riscontri cronometrici, anche se mi è spiaciuto non salire sul podio. In staccata la macchina si scomponeva leggermente e alla chicane Visoiu mi ha infilato. Sarà per la prossima volta. Per me è comunque importante crescere week end per week end. La Dallara è una macchina molto impegnativa e il livello del campionato è alto.

Giovanni Minardi (consulente sportivo): “Sono contento dell’atteggiamento tenuto da Nicholas a Budapest. Ha lottato con piloti esperti che possono contare su una migliore conoscenza delle vetture considerando il loro passato in F. Abarth e Formula 3. Rispetto a Valencia è migliorato anche sotto l’aspetto fisico e mentale. In questo momento Latifi deve accumulare chilometri ed esperienza, senza dimenticarci che arriva dal kart e il passo verso la Formula 3 è importante. Si sta dimostrando un pilota determinato a raggiungere gli obiettivi e di questo passo il podio potrebbe non essere troppo lontano

slatifi_budapest_mini.jpg'

F3 – Arriva il Live Timing direttamente dall’Hungaroring

slatifi_budapest_mini.jpg'BUDAPEST – In occasione del secondo appuntamento dell’Italian Formula 3 European Series sul tracciato dell’Hungaroring, Minardi.it regala un’altra grande novità ai suoi tifosi per vivere al meglio il week-end di gara: arriva il LIVE TIMING
Continua a leggere