Domani la prima luce verde in Bahrain

Share via email

La Formula 1 è pronta a riaccendere i propulsori per il secondo turno di prove collettive. Il circus arriva in Bahrain dove troverà, oltre alle alte temperature, anche la Lotus E22 di Grosjean e Maldonado. Il transalpino sarà il primo a scendere in pista per lasciare il sedile al neo-compagno nelle ultime due giornate (venerdì e sabato).

Tutti gli occhi saranno puntati sul V6 Renault e sulla Red Bull, autori di un inizio di stagione travagliato e caratterizzato solamente da 21 tornate. I Campioni del mondo in carica saranno chiamati ad un tour-de-force non indifferente dopo l’intenso lavoro in fabbrica. Il primo a scendere in pista a Sakhir sarà Sebastian Vettel, al volante della vettura realizzata da Adrian Newey nelle giornate di mercoledì e giovedì, prima di cedere il volante al compagno Daniel Ricciardo. Il motorista francese potrà contare su tutti i suoi partners per raccogliere il maggior numero di informazioni in vista del debutto di Melbourne.

La Mercedes proverà a confermare le buone sensazioni spagnole con Hamilton e Rosberg chiamati ad una staffetta al volante della W05. I due drivers si alterneranno in modo equo proseguendo il programma di sviluppo su vettura e propulsore. La Ferrari ripartirà dai buoni riscontri e dagli oltre 1000 km macinati nella prima uscita da Alonso e Raikkonen per proseguire la messa a punto della F14-T, portando in pista importanti novità. Dopo aver omaggiato il suo 056 otto cilindri da 2,4 litri, cuore pulsante in 139 gran Premi delle vetture dal 2006 al 2013 con un palmares di due titoli mondiali costruttori, un campionato piloti, 39 vittorie, 122 podi, 29 pole position e 48 giri più veloci, la neonata power-unit 059/3 di Maranello ripartirà dagli oltre 400 giri messi insieme ai suoi clienti Sauber e Marussia, dimostrando già un buon livello di affidabilità.

Occhi puntati anche sulla Williams-Mercedes di Massa e Bottas che, dopo un anno 2013 difficile, cerca il pronto riscatto. Nell’ultima giornata di Jerez il team inglese aveva chiuso le danze con la migliore prestazione lanciando segnali importanti. In questa prima sessione in Bahrain la compagine si presenterà ancora con una livrea ibrida color blu scura, prima di presentare in modo ufficiale la partnership e la livrea Martini Racing. I veli sulla nuova livrea – bianca con le tradizionali strisce blu e rosse che hanno reso celebre il marchio torinese nelle competizioni automobilistiche – dovrebbero cadere in occasione della terza e ultima sessione di test, sempre in Bahrain dal 27/02 al 2/03.

In casa McLaren sarà kevin Magnussen a portare per primo in pista la MP4-29, lasciando il compito a Button di chiudere i lavori. A Jerez Magnussen aveva messo tutti in riga segnando il miglior riscontro cronometrico della terza giornata. La Sauber intanto ha annunciato la collaborazione con Simona De Silvestro. L’obiettivo sarà quello di far ottenere alla ragazza elvetica, impegnata in Indycar, la Superlicenza. La De Silvestro si unisce così ai collaudatori Giedo van der Garde (nel ruolo anche di terzo pilota) e Sergey Sirtokin