F.1 – GP del Giappone: Il punto di Gian Carlo Minardi

Share via email

Formula1'Il gran premio di Suzuka non ci ha regalato grani emozioni, a differenze delle qualifiche dove abbiamo potuto vedere diversi errori. E’ un circuito su cui non si correva da un po’, con guard rail molto vicini che non perdonano.

Sebastian Vettel è stato veloce per tutto il week end e questa volta è stato molto bravo in fase di partenza e anche se si trova a corto di propulsori non si è risparmiato, così come Jarno Trulli che ha lottano giro dopo giro strappando ad Hamilton il secondo posto. In questo gran premio ho visto un piccolo miglioramento da parte di Giancarlo Fisichella che ha accusato solamente 8 dec. dal suo compagno di scuderia. Sinceramente pensavo gli servisse meno tempo per avere in mano la macchina, ma dopo ogni gara c’è un netto e costante miglioramento. La famosa forbice tra lui e il Raikkonen si sta assottigliando. Purtroppo è partito indietro per non aver interpretato al meglio la Q1. Con le vetture di oggi non è facile risalire. Il tempo sul giro fa capire che si è avvicinato ed è anche più costante Speriamo che questo risultato sia di buon auspicio e che abbia compreso al meglio la Ferrari per poter dare così il suo contributo per la conquista del terzo posto nella classifica costruttori. Nell’uscita dei box non è stato perfetto perché doveva marcare Kovalainen. In quell’occasione si è fatto prendere in contropiede. Ferrari che avendo congelato lo sviluppo della sua F60 non può essere all’altezza dei suoi avversari.

ferrari'

Ennesima conferma da parte della Williams con un Rosberg galvanizzato dalle ultime voci di mercato. Sta certamente dando il meglio di se confermandosi sui livelli di questa stagione. Oggi è sicuramente la scuderia più piccola e corre praticamente con un solo pilota. Lontano dalla zona interessante della classifica la Brawn GP che inizia a sentire il peso del budgets. L’inizio di stagione è ormai lontano, ma è anche vero che con il vantaggio accumulato possono gestire i punti. Molto probabilmente Rubens Barrichello ha già dato tutto quello che era nel suo potenziale, anche se il campionato non è chiuso. Tra due settimane andremo in un circuito caldo in tutti i sensi, dove il tifo potrà aiutare il brasiliano. Button invece lo vedo troppo sulla difensiva. Fossi in lui starei molto attento perché la matematica non gli da ancora ragione.

brawn'

Dopo le novità introdotte nell’ultimo gran premio la BMW Sauber conferma le buone prestazioni, dopo un inizio di campionato molto difficile e completamente sotto le aspettative di tutti. Fin qui potremmo dire che non c’è nulla di strano, in quanto in ogni campionato abbiamo scuderie che da metà stagione in poi cambiano marcia, tranne per il fatto che la BMW ha già annunciato da tempo il suo ritiro dalla Formula 1 e che attualmente il team siaè fuori dalla lista per il 2010. E’ veramente inspiegabile perché con quello che hanno speso in questi ultimi gran premi avrebbero potuto fare quasi un’altra stagione. Purtroppo il ritiro vanificherà tutto questo lavoro, ed è sicuramente un gran peccato.

bmw'

Suzuka ci ha consegnato ancora una volta in questa stagione un grande Alonso che si è reso protagonista di una corsa strepitosa perché il valore della Renault è più vicino ai risultati di Roman Grojan che a quelli dello spagnolo, che come si vede ci sta veramente mettendo del suo.

In Brasile tra quindici giorni la Brawn cercherà di chiudere i conti a suo favore anche se abbiamo un Sebastian Vettel pronto a sfruttare ogni occasione lasciata dai due piloti di testa per poter posticipare il gran finale al 30 ottobre.

red_bull'

NEWS CORRELATE

Formula1'F.1 – GP Singapore: Il punto di Gian Carlo Minardi

SPEED' MINARDI TV – Guarda tutte le puntate di Speed