F1 | A Sepang debutta Gasly, Minardi “Toro Rosso vuole attaccare la Williams”

Share via email

A sorpresa la Scuderia Toro Rosso ha annunciato l’ingaggio di Pierre Gasly, il giovane driver francese già all’interno del Junior Team Red Bull e protagonista nella Super Formula in Giappone nonché campione in carica della Gp2 (ora Formula 2).

Il suo arrivo alla corte di Franz Tost era stato dato per certo nelle settimane scorte vista l’imponente corte della Renault per portare ad Enstone Carlos Sainz Jr proprio a partire dal gran premio della Malesia, in sostituzione di Jolyon Palmer. Con la rinuncia della buona uscita di 3 milioni di dollari offerta dal costruttore transalpino al figlio d’arte britannico si pensava che il debutto fosse ormai posticipato alla prossima stagione.

Nel fine settimana di Sepang, così come nei prossimi cinque appuntamenti, Gasly farà coppia proprio con lo spagnolo prendendo il posto di Daniil Kvyat, autore di una stagione travagliata e ricca di incidenti ed errori. Nella classifica costruttori, la Toro Rosso occupata il sesto posto con 52 punti – dieci in più della Renault e sette in meno della Williams – di cui solamente 4 sono stati portati dal pilota russo.

“Troppo pochi confrontando i 48 punti conquistati fino ad oggi dal suo compagno di squadra” commenta Gian Carlo Minardi interpellato dai microfono di www.Minardi.it “Attualmente la Toro Rosso occupa la sesta posizione nel mondiale, ma da qui alla fine della stagione vuole giocare tutte le carte per attaccare la Williams espropriandola della quinta posizione.

Per raggiungere questo ambizioso obiettivo da solo Sainz non può bastare” prosegue il manager faentino “Provano a sfruttare la voglia di emergere di un giovane pilota. Sono sicuro che Kvyat saprà trovare il riscatto dopo una stagione difficile”