F1 – Gp America: PAGELLE

Share via email

E’ sempre bello poter dare i voti dopo un gran premio divertente e movimentato come quello di Austin. Faccio i miei complimenti a Lewis Hamilton per la conquista del terzo titolo Mondiale, ma il voto più alto lo attribuisco a:

Sebastian Vettel – 9 autore di una gara perfetta in cui ha spremuto al limite la sua Ferrari senza commettere il minimo errore. Costretto a partire dalla 13esima posizione per la sostituzione del motore, è riuscito a rimontare fino al terzo posto, sfiorando anche la seconda posizione. Perfetto in ogni circostanza nonostante le condizioni non facili, lottando con il coltello tra i denti. Come certi campioni, riesce ad esaltare la sua Ferrari, a differenza del compagno di box.

Max Verstappen – 8+ ancora una volta ci ha dimostrato di che pasta è fatto, soprattutto con ottime staccate

Carlos Sainz Jr – 8 passato attraverso a qualche errore che però l’hanno fortificato permettendogli di portare a termine una grande gara. Sia lui che il compagno stanno portando la STR verso il sesto posto, fino a qualche mese fa insperato, nonostante i punti persi causa affidabilità.

Lewis Hamilton – 7,5 dobbiamo ricordarci sempre che macchina ha a disposizione. In questo fine settimana non è stato certamente perfetto anche se vanno i miei complimenti per il terzo titolo

Sergio Perez – 7 un’altra gara dove il messicano ha dimostrato di avere temperamento e di saperci fare. Insieme a Hulkenberg stanno portando la Force India versso livelli insperati ad inizio campionato. Il quinto posto è consolidato

Daniel Ricciardo – 7 l’australiano mi è veramente piaciuto tanto, sia in qualifica che in gara. Fin quando ha avuto la possibilità, ha lottato come un leone dimostrando di essere della partita anche quando le condizioni sono difficili

Daniil Kvyat – 6 peccato per l’errore di gioventù con cui ha vanificato quanto di buono aveva fatto fino a quel momento

Nico Rosberg – 5,5 il tedesco mi ha deluso fortemente. Con la macchina che si ritrova a guidare, ogni tanto commette errori da seconda guida. Non ci siamo proprio.

Kimi Raikkonen – 5 per simpatia nei confronti della Ferrari, ma è ora di smettere di difenderlo oppure ci devono dire quale sia stato il problema tecnico. E’ indecente il raffronto col compagno