F1 | Gp Austria, MINARDI “La vera sfida è alle spalle dei tre top team”

Share via email

La Formula 1 arriva in Austria, circuito tanto veloce quanto corto dove un giro viene completato in poco più di un minuto. L’anno scorso il record di Bottas è stato di 1’.03” e questo fine settimana quasi certamente sarà ritoccato verso il basso.

Parliamo di una pista in cui trazione e frenata sono una componente importante, così come le gomme particolarmente sollecitate. Per la prima volta i tre top team hanno optato, almeno sulla carta, per una strategia diversa con Mercedes che porterà 9 set di soft contro le 8 della Red Bull con Verstappen e le 7 di casa Ferrari.

Viste le caratteristiche tecniche del “Ring” speriamo di assistere ad un gran premio più combattuto e meno noioso di quanto visto in Francia lo scorso fine settimana. Trovandosi ad un’altitudine di 667 metri le condizioni atmosferiche, insieme all’ingresso della safety car, potrebbero essere una variabile importante da prendere in considerazione.

Certamente tutti dovranno fare i conti con questa super Mercedes che si appresta a battere ogni record. Se i pronostici non saranno disattesi, come successo al Paul Ricard, la Ferrari dovrà fare attenzione alla Red Bull. Alle loro spalle però c’è una interessante bagarre con la McLaren in crescita e in piana lotta per il quarto posto tra i costruttori con la Renault. Auspichiamo che, anche questa domenica, non sia condizionata da penalità come successo negli ultimi due gran premi. Così come con Vettel, anche la decisioni su Ricciardo in Francia, mi è sembrata troppo severa.

Gian Carlo Minardi