F1 – GP Italia: IL PUNTO… di Gian Carlo Minardi

Share via email

win.jpg'Nel Gran Premio d’ Italia la Ferrari ha regalato a tutti i suoi tifosi accorsi in autodromo (dove si sono superate le 120.000 presenze in tutto il weekend) una bella reazione. Gli uomini in rosso hanno sfruttato al meglio la strategia, anche se rimane il rammarico per la partenza al rallentatore di Alonso.

Il mondiale si è riaperto e grazie all’errore di Lewis Hamilton e al weekend non perfetto di Webber sono tornati ad essere cinque i piloti che possono giocarsi il titolo. Ora ci aspettano ancora cinque round e due di questi dovrebbero essere, almeno sulla carta, favorevoli alla scuderia di Maranello. Sarà molto importante conquistare con regolarità il podio. Come ho già sottolineato negli appuntamenti precedenti la fortuna sarà una componente molto importante in questo mondiale, anche se bisogna aiutarla in quanto l’inglese di casa McLaren ha commesso un errore molto importante cercando di passare dove non c’era spazio. A sua volta Felipe Massa è stato molto fortunato a non riportare nessun danno alla sua monoposto.

ferrari.jpg'

Ancora una partenza non perfetta da parte di Mark Webber che al pronti-via ha perso diverse posizioni. Proprio per quanto riguarda la corsa della Red Bull mi è venuto da sorridere quando ho visto il sorpasso dell’australiano ai danni del suo compagno, soprattutto ripensando alle dure parole usate da Chris Horner sui giochi di squadra. Rimanendo in casa RB, Sebastian Vettel ha corso tutto il Gran Premio con le gomme soft, anche se ormai non si possono più definire tali. La Bridgestone, per non fare brutte figure, sta portando in pista due mescole molto vicine come caratteristiche, perché se andiamo indietro nel tempo le gomme morbide non sarebbero durate così a lungo, mantenendo buone prestazioni. Nei giri finali ha fatto segnare il suo miglior tempo e questo significa che i pneumatici erano ancora performanti.

Nei team di seconda fascia Nico Rosberg conferma la sua leadership nei confronti del suo compagno di squadra all’interno della Mercedes. Grazie a questo prezioso quinto posto il tedesco tiene aperta la lotta con Felipe Massa per la sesta piazza in classifica generale, anche se credo che il ferrarista non farà difficoltà a difendere la sua posizione. La Renault a Monza ha deluso un po’ le aspettative. Kubica si è lamentato spesso. Sorprendente invece Nico Hulkenberg che, nonostante la sua Williams disponga del propulsore meno potente del lotto, è riuscito a difendere la sua posizione. L’ottima crescita del team inglese è dimostrato anche dal decimo posto di Barrichello.

mercedes.jpg'

Tra quindici giorni il circus della F1 si trasferirà in quel di Singapore per l’appuntamento in notturna. Per le caratteristiche di questo tracciato vedo una Red Bull favorita su Ferrari e McLaren. Sarà interessante vedere chi tra i due team farà più punti per rimanere in scia alla corsa del mondiale. Bisogna però considerare anche i possibili errori che Vettel e Webber potranno commettere, senza contare gli ingressi della safety car, che tradizionalmente su questa pista ricopre un ruolo molto importante, e i possibili “guastafeste”.

Guardandoci intorno, oltre alla Formula 1, l’appuntamento italiano ha sorriso in particolar modo al tricolore: in GP2 il team italiano Rapax si è aggiudicato il titolo con il venezuelano Pastor Maldonado, un pilota estremamente veloce che alterna belle prestazioni ad errori importanti. A Monza non ha visto la bandiera a scacchi nelle due gare. Vedo per lui un futuro nella massima serie, anche perché supportato da uno sponsor molto importante. Quando aveva 18 anni ha avuto modo di provare anche la Minardi e già in quell’occasione aveva mostrato il suo talento. In GP3 invece Mirko Bortolotti ha chiuso la stagione con un sesto e secondo posto.

red_bull.jpg'

Prima di salutarvi un’ultima considerazione che non mi fa certamente piacere: in queste ore si legge che Nick Heidfeld, tester ufficiale Pirelli, ha firmato un contratto per correre la ultime cinque gare con il team Sauber, prendendo il posto di Pedro De La Rosa… Non mi sembra una cosa molto corretta, ma anche questo fa parte della F1!

Gian Carlo Minardi

NEWS CORRELATE

MINARDI_TV.jpg'[VIDEO] – Guarda i video della MinardiTV

win.jpg'GP Belgio: IL PUNTO….di Gian Carlo Minardi