F1 – GP Turchia: Il commento dei protagonisti

Share via email

red_bull.jpg'Emozioni a non finire sul finale del gran premio di Turchia con il team Red Bull che getta via una doppietta praticamente già scritta, regalando di fatto l’1-2 ai due campioni del mondo di casa McLaren, con Lewis Hamilton che firma la sua prima vittoria stagionale davanti al compagno di scuderia. Nonostante il colpo di scena al 41° passaggio il poleman Mark Webber riesce ad agguantare il podio, davanti al duo tutto tedesco di casa Mercedes.

Al 48° passaggio la coppia Hamilton-Button regala al pubblico una bella lotta interna a suon di sorpassi e controsorpassi comunque corretti che hanno riconsegnato la leadership al campione del mondo 2008.

Nei giri finali c’è ancora spazio per un brivido, con Fernando Alonso che sopravanza un bravissimo Petrov. La posteriore destra del ferrarista si tocca con l’anteriore sinistra della Renault, con il russo costretto ad uno stop forzato per la sostituzione del pneumatico forato.

Gara incolore dunque per le monoposto di Maranello, apparse addirittura come quinta forza in campo oggi in termini di competitività. A punti anche la Force India con Sutil e la Sauber con Kobayashi.

Ecco il commento dei protagonisti:

mclaren.jpg'

1° Lewis Hamilton: McLaren Mercedes
E’ stata una gara molto movimentata,” riconosce Hamilton. “Non ho fatto una grande partenza, ma per fortuna alla terza curva sono poi riuscito ad attaccare Sebastian Vettel, riconquistando la mia seconda posizione. Poi mi sono gettato all’inseguimento di Webber. Poi con il pit stop mi sono trovato dietro alle secondo Red Bull e non è stato certamente facile. Avevo un buon ritmo gara, anche se ho dovuto tenere d’occhio il consumo del carburante. Grazie alla loro collisione siamo poi riusciti a passare in testa.
Sul finale ho avuto una bella lotta con Jenson, e sinceramente non mi aspettavo un suo attacco. Non ci sono ordini di scuderia però bisogna stare molto attenti, perché comunque facciamo parte della stessa squadra e vogliamo vincere entrambi i titoli. Sono molto felice per questa vittoria, anche perché è avvenuta davanti alla mia ragazza e in occasione del 50° compleanno di mio padre,”

2° Jenson Button: McLaren Mercedes
Che gara pazza. Ho avuto una buona partenza anche se sono rimasto bloccato dietro a Lewis. Dopo l’attacco di Michael, io e Lewis ci siamo buttati all’inseguimento delle due Red Bull. Dopo il contatto abbiamo cercato di risparmiare gomme e carburante. Sul finale ho visto che Hamilton aveva rallentato e così ho provato il sorpasso. Abbiamo dato vita ad una bella battaglia in cui ci siamo scambiati di posto diverse volte, ma all’ultima curva mi sono posizionato sul lato sbagliato e Lewis è tornato al comando. Poi dai box mi hanno detto di risparmiare il carburante”.

red_bull.jpg'

3° Mark Webber: Red Bull Racing
“Sebastian aveva un leggero vantaggio in termini di velocità di punta e si è inserito all’interno. Sono rimasto sorpreso quando improvvisamente si è spostato sulla destra. Il tutto è successo in modo molto veloce ed è un peccato per il team. Non è stata una bella giornata. La McLaren ha fatto una gara solida. Sia io che Sebastian siamo qui per vincere. Siamo due persone adulte e nei prossimi giorni cercheremo di chiarirci, anche se potremmo avere due opinioni diverse.

Ritiro – Sebastian Vettel: red Bull Racing“Guardando i replay in tv si può vedere benissimo la dinamica dell’incidente. Io ero all’interno e ero praticamente davanti a Mark. A quel punto mi sono concentrato solamente sulla staccata, ma poi ci siamo toccati. La macchina di Mark ha colpito la mia ruota posteriore destra e così sono andato fuori pista. Non c’è molto altro da aggiungere. Ero leggermente più veloce di due/tre decimi. Sono incidenti che possono capitare”

4° Michael Schumacher: Mercedes GP
La mia gara è iniziata come speravo cercando di attaccare fin da subito. Purtroppo il giro di ricognizione è stato piuttosto lento e la pressione delle gomme si è abbassata. Per questo non sono riuscito a tenere il passo di Jenson. Ho fatto anche fatica a tenere in pista la vettura durante il primo giro. Da li in poi ho mantenuto la mia posizione. E’ stata una gara facile dal mio punto di vista. Tutto sommato per noi è stata una gara positiva in cui abbiamo fatto un passo in avanti”.

5° Nico Rosberg: Mercedes GP
Sono abbastanza soddisfatto del quinto posto. Ero leggermente più veloce di Michael ma non c’è stata la possibilità di attaccarlo. Ho dovuto anche controllare Robert che andava molto forte. La parte più emozionante della mia gara sono stati i giri prima del pit stop in cui andavo veramente forte. Anche se il nostro ritmo gara deve migliorare sono soddisfatto del risultato finale”.

6° Robert Kubica: Renault
“Per noi è stato un buon week end. Purtroppo abbiamo iniziato la gara dietro la Mercedes e sono rimasto bloccato dietro di loro per tutto il pomeriggio, anche se la mia macchina era leggermente più veloce. Speravo di poterli sopravanzare durante la sosta ai box, ma il loro pit deve essere un poì più veloce del nostro. Per tutta la gara la macchina è andata bene e questo ci da i giusti stimoli con le prossime gare”

ferrari.jpg'

7° Felipe Massa: Ferrari
“E’ stata una gara molto noiosa per me, dal primo all’ultimo giro, ma anche molto difficile. Sono sempre rimasto intruppato dietro Kubica e le due Mercedes, che avevano un passo simile al mio. Ogni tanto riuscivo ad avvicinarmi ma non ho mai avuto una vera possibilità di superare Robert. Ero consapevole che, partendo dall’ottava posizione, sarebbe stata dura e così è stato. Ora dobbiamo rimanere calmi e cercare di migliorare in fretta la vettura, sin dalla prossima gara in Canada. Qui c’è mancata prestazione, soprattutto nelle curve veloci. La pioggia? Le poche gocce che sono cadute negli ultimi giri non hanno influito sulla guida”

8° Fernando Alonso: Ferrari
“Abbiamo limitato i danni in un fine settimana molto difficile per noi. Il nostro obiettivo in questo campionato è lottare con McLaren e Red Bull per il podio non certo con la Renault per l’ottavo posto, con tutto il rispetto per la mia ex-squadra. Dobbiamo migliorare la nostra prestazione: a Valencia avremo un importante aggiornamento della vettura che, speriamo, ci potrà far tornare dove vogliamo essere. Sono convinto che già in Canada le cose andranno meglio perché quella è una pista che si adatta meglio alle caratteristiche della nostra monoposto. I rapporti di forza in campo possono cambiare di gara in gara, come abbiamo visto a Monaco dove avevamo il potenziale per lottare per la vittoria. Alla fine ho attaccato Petrov e spero che i due punti così guadagnati possano tornare utili alla fine dell’anno: mi dispiace che lui abbia riportato una foratura che gli ha impedito di finire in zona punti perché ha fatto una bella corsa. Nonostante tutto, sono ancora in una buona posizione per lottare per il titolo. Ora però è tempo di reagire.”

9° Adrian Sutil – Force India“E’ stata una bella gara, l’unico lato negativo è stato il pit stop in cui ho perso alcuni secondi e alcune posizioni, così ho dovuto lottare per passare Kobayashi,”

10° Kamui Kobayashi – BMW Sauber
“La nostra strategia non è stata semplice. La vettura andava meglio con le gomme dure, per cui il nostro primo stint con le morbide è stato cortissimo. Mi sono fermato dopo dieci giri e il resto della corsa l’ho disputata con lo stesso treno di gomme, che alla fine era molto usurato. Per questo non ho potuto difendermi da Sutil.”

renault.jpg'

15° Vitaly Petrov – Renault
“Anche se sono deluso per l’epilogo del gran premio, la gara che ho disputato mi è piaciuta. La macchina andava molto bene. Durante la gara ho pensato che potesse arrivare la pioggia, che avrebbe reso le cose ancora più interessanti, ma alla fine la perturbazione è stata minima. Quando ero in lotta con Alonso le gomme erano usurate. Mi ha attaccato alla curva 3 e la mia macchina ha perso aderenza causando così il contatto con la Ferrari, forando la gomma anteriore destra. Peccato perché ero in zona punti. Il ritmo della macchina era da top 10 e questo mi fa ben sperare per il Canada.

Tra le new-entry solo la Virgin di Glock e Lucas Di Grassi vedono il traguardo grazie alle 18esima e 19esima piazza del suoi due alfieri.

18° Timo Glock: Virgin Racing“E’ stata una gara difficile per la squadra oggi ed è stato fantastico per noi portare entrambe le macchine al traguardo, la giusta ricompensa per il duro lavoro di questo fine settimana. La mia partenza non è stata ottima, perchè sono stato passato da Senna. Sono rimasto bloccato dietro di lui per i primi 18 giri e non riuscivo ad avvicinarmi per tentare il sorpasso. Alla curva 12 sopo poi riuscito a sopravanzarlo. Da quel momento sono andato piu’ veloce ed ho avuto una buona gara. Abbiamo avuto una buona sosta e con le option la macchina ha funzionato bene. Nonostante un problema tecnico a cinque giri dalla fine sono riuscito a proseguire fino alla fine,”

Ritiro – Jarno Trulli: Lotus
“E’ stato difficile all’inizio con le gomme dure, e il team mi diceva che il mio compagno con le option era piu’ veloce. Era su una strategia diversa e così mi ha passato. Sono riuscito a distanziare i nostri rivali diretti ma purtroppo un guasto ha messo fine alla mia bella gara.”

Ritiro – Karun Chandhok – HRT
E’ un po’ frustrante essere classificati ventesimi. Nel primo stint sono stato alle prese con un ritmo piu’ basso di Bruno e delle Virgin. Una volta sostituite le gomme sono riuscito a girare su dei buoni tempi. All’inizio della gara, il rifornimento è fallito ed ho lottato con la scarsa velocità sul rettilineo. Quando mi sono ritirato mancavano solo cinque giri,”

virgin.jpg'

NEWS CORRELATE

red_bull.jpg' GP Montecarlo: Il punto di Gian Carlo Minardi

MINARDI_TV.jpg'[VIDEO] – Guarda le puntata di Speed dedicate al mondiale di Formula 1 con ospite Gian Carlo Minardi