Articoli

Kart – Le Mans positiva per Negro e Vigorito con OK1

Il prestigioso circuito Internazionale di Le Mans è stato teatro degli appuntamenti nell’International KZ2 Super Cup e World KZ Champs. Sulla griglia di partenza del tracciato transalpino, a difendere i colori della Minardi Management, erano presenti Riccardo Negro e Gianni Vigorito col materiale della OK1, gestito da Lorenzo Foschiani, del gruppo IPKarting che racchiude anche i marchi Praga e FK.
Un fine settimana positivo sia per Riccardo (KZ2), tornato a difendere i colori di una compagine ufficiale grazie anche all’interessamento della Iame, che per Gianni (KZ), autori di una pausa forzata che li ha tenuti lontani dalle competizioni di alto livello.

Dopo una lunga cavalcata e una griglia composta da oltre 100 piloti, per Riccardo Negro si sono aperte le porte della Finale, grazie alla 32esima piazza assoluta conquistata nella Pre-Finale (16esimo nel gruppo 1). In Finale si rende protagonista di una bella rimonta dimostrando di poter puntare alla top 10, girando solamente a 1 dec dalla migliore prestazione della gara. Purtroppo la rottura del manicotto dell’acqua lo obbliga al ritiro.  Nella categoria regina KZ, Gianni Vigorito si rende protagonista di un’importante progressione al fianco dell’ OK1 spinto dalla TM, gestito dalla FG Racing di Udine, dopo la partecipazione nella WSK Super Master Series. Contro i “”mostri sacri”” del karting Gianni si difende adattandosi velocemente anche ai pneumatici Bridgestone e trovando un buon setup, chiudendo l’esperienza mondiale con un 23esismo posto assoluto.

Correre un mondiale nella categoria KZ è fantastico e non posso che essere soddisfatto per questo fine settimana. Col team ho lavorato molto bene e siamo sulla strada giusta. Temevo le gomme Bridgestone, ma sono riuscito ad adattarmi bene trovando dopo un paio di turni il giusto setupcommenta Gianni Vigorito

“I primi turni sono stati solamente di rodaggio, lasciando da parte la messa a punto. Il meteo molto incerto non mi è stato di aiuto, ma col 16esimo posto della pre-Finale sono riuscito ad agguantare la Finale. La pista nel frattempo si è asciugata e il mio passo gara era buono in quelle condizioni, ma purtroppo la rottura del manicotto dell’acqua mi ha costretto al ritiro prematurocommenta Riccardo Negro

Sono veramente contento del comportamento in pista sia di Riccardo che di Gianni. Sono tornati ad una competizioni di altissimo livello dopo diversi mesi di stop forzato. In particolar modo per Negro si sono riaperte le porte di un team ufficiale dopo oltre 9 mesi. Ha  ritrovato velocemente il ritmo e la forza come dimostrano gli ottimi tempi cronometrici fino alla fine, girando solamente ad 1 dec dalla migliore prestazione. Purtroppo il cedimento del manicotto dell’acqua gli ha negato un bel risultato in Finale. Autore di una bella rimonta avrebbe potuto lottare tranquillamente per la decima-dodicesima posizione. Molto bene anche Vigorito sia sul bagnato che con l’asciutto, alla prima esperienza in KZ. Ha gestito bene le impegnative gomme giapponesi, dopo aver corso l’intera stagione con LeCont, trovando dopo pochi giri un buon setupanalizza Alberto Tonti

Non possiamo che ritenerci più che soddisfatti per quanto visto in pista. Ritrovare il ritmo dopo un periodo così lungo di stop non è mai facile. Le Mans è stato il primo appuntamento di alto livello sotto la nostra gestione e non sarà che l’inizio. Riccardo e Gianni hanno dimostrato di meritarsi palcoscenici importantianalizza il manager faentino Giovanni Minardi

Foto: Alexandros Vernardis/The Racebox

Kart – Negro e Vigorito a Le Mans con OK1

Giornate di test per i kartisti Riccardo Negro e Gianni Vigorito sulla pista internazionale di Lonato, in preparazione  dell’appuntamento di Le Mans.

Nel territorio francese Riccardo e Gianni difenderanno i colori del gruppo IP Karting col materiale della OK1 gestito da Lorenzo Foschiani, rispettivamente nell’International KZ2 Super Cup e World KZ Champs. Per Riccardo si tratterà dunque di un ritorno in una compagine ufficiale dopo la pausa forzata, grazie anche all’ interessamento della Iame che fornirà i motori ufficiali, mentre il cuore pulsante del mezzo dello sturnese sarà il TM gestito dalla FG Racing di Udine. Due giorni di test che hanno permesso ai ragazzi di riprendere confidenza con il kart e il nuovo materiale in vista dell’importantissimo appuntamento.

Le sessioni di test a Lonato sono andate molto bene in vista del Mondiale di Le Mans. Ho dovuto provare diverse novità alquanto positive e sono veramente contento dei riscontri. Le gomme Bridgestone, rispetto alle mescole LeCont, richiedono una guida più precisacommenta Gianni Vigorito

 Sono rimasto molto contento del materiale e della presenza esclusiva della Iame. Arrivando da un lungo periodo di fermo sono riuscito a mettere insieme pochi giri consecutivi, ma con riscontri cronometrici fin da subito interessanti. In queste settimane che mi separano da Le Mans lavorerò duramente in pista per farmi trovare prontocommenta Riccardo Negro

Sono stati due giorni tanti intensi quanto proficui perché fin da subito abbiamo avuto ottimi riscontri da entrambi i ragazzi. Riccardo era la prima volta che correva col nostro materiale ed è restato particolarmente impressionato dall’impianto frenante, mentre per Vigorito l’incognita maggiore era dettato dalle gomme Bridgestone. Gli sono bastati pochi giri per cancellarli tutti adattandosi velocemente anche al set-up. In occasione del test collettivo a Le Mans avremo i primi riscontri ufficiali, ma sono sicuro che sia Gianni che Riccardo sapranno andare molto fortecommenta il Team Manager della OK1, Lorenzo Foschiani

Sono molto contento di questa nuova sfida con OK1 per i due ragazzi. Riccardo finalmente torna in una realtà ufficiale e importante come quella di IP Karting, grazie anche all’appoggio della Iame che gli fornirà i motori col quale andrà all’attacco della KZ2, mentre Gianni in KZ1 avrà i motori TM. Dopo il periodo di stop forzato Riccardo dovrà ritrovare velocemente il ritmo, mentre Gianni dovrà abituarsi alle gomme Bridgestone che richiedono una guida molto pulitaanalizza puntualmente Alberto Tonti

Sono contento per entrambi i nostri alfieri, che potranno essere tra i protagonisti al Mondiale di Le Mans con l’appoggio di una casa ufficiale. Sono convinto che entrambi sapranno mettersi in mostracommenta il manager faentino Giovanni Minardi

Kart – Gianni Vigorito a Sarno affina il feeling in KZ2

Sul circuito internazionale di Sarno, teatro del quarto e ultimo appuntamento del Campionato WSK Super Master Series, Gianni Vigorito ha proseguito il suo feeling col nuovo materiale dell’OK1 Racing Team nella selettiva KZ2, iniziato a La Conca.

Il talentuoso driver sturnese ha lavorato in funzione dei prossimi impegni, da programmare successivamente all’esame di maturità in Scienze Umane, con la mente però rivolta al Mondiale e soprattutto ad un 2016, il cui obiettivo sarà quello di essere presente in pista con maggiore costanza, per affrontare i principali impegni. Senza perdersi d’animo Gianni ha lottato con determinazione raccogliendo informazioni utili sia a lui che al team “E’ stato un week end certamente non facile, ricco di insidie. In qualifica ho raccolto il diciassettesimo posto dopo aver accusato anche la rottura della frizione. E stato importante fare tanti giri raccogliendo informazioni utili in questa categoria che vede al via piloti con grande esperienza a livello mondialecommenta Gianni Vigorito

Gianni sta dimostrato di avere una buna base su cui lavorare. Ha firmato il suo passaggio in KZ2 e La Conca e l’appuntamento di Sarno è stata l’occasione giusta per proseguire il suo affinamento col nuovo materiale. Parliamo di una categoria in cui ci sono “mostri sacri” del karting, con esperienza mondiale. Insieme al suo team proveremo a programma gli impegni futuri, anche in funzione all’esame di maturità. Certamente Gianni è un pilota che avrebbe bisogno di correre con costanza per mostrare il suo valoreanalizza Alberto Tonti

Sul circuito internazionale di Sarno, teatro del quarto e ultimo appuntamento del Campionato WSK Super Master Series, Gianni Vigorito ha proseguito il suo feeling col nuovo materiale dell’OK1 Racing Team nella selettiva KZ2, iniziato a La Conca.

Il talentuoso driver sturnese ha lavorato in funzione dei prossimi impegni, da programmare successivamente all’esame di maturità in Scienze Umane, con la mente però rivolta al Mondiale e soprattutto ad un 2016, il cui obiettivo sarà quello di essere presente in pista con maggiore costanza, per affrontare i principali impegni. Senza perdersi d’animo Gianni ha lottato con determinazione raccogliendo informazioni utili sia a lui che al team “E’ stato un week end certamente non facile, ricco di insidie. In qualifica ho raccolto il diciassettesimo posto dopo aver accusato anche la rottura della frizione. E stato importante fare tanti giri raccogliendo informazioni utili in questa categoria che vede al via piloti con grande esperienza a livello mondiale” commenta Gianni Vigorito

“Gianni sta dimostrato di avere una buna base su cui lavorare. Ha firmato il suo passaggio in KZ2 e La Conca e l’appuntamento di Sarno è stata l’occasione giusta per proseguire il suo affinamento col nuovo materiale. Parliamo di una categoria in cui ci sono “mostri sacri” del karting, con esperienza mondiale. Insieme al suo team proveremo a programma gli impegni futuri, anche in funzione all’esame di maturità. Certamente Gianni è un pilota che avrebbe bisogno di correre con costanza per mostrare il suo valore” analizza Alberto Tonti

Foto: Alex RaceBox

Kart – Debutto in KZ per Gianni Vigorito a La Conca “Molto soddisfatto”

Debutto in grande stile per Gianni Vigorito che sul tracciato Internazionale di La Conca, teatro del terzo round della WSK Super  Master Series, ha firmato il suo debutto nella massima categoria KZ.

L’alfiere dell’OK1 Racing Team si è messo in gioco contro piloti con alle spalle esperienze nel Mondiale e nell’Europeo portando a termine una bella rimonta, che lo ha visto recuperare in Finale la bellezza di 14 posizioni in appena venti passaggi. Scattato dalla ventiseiesima posizione è riuscito a c’entrare la top-ten. Un fine settimana non certamente facile e privo di problemi tecnico che ha costretto il suo team anche a sostituirgli anche il telaio nel warm-up, mentre in pre-finale un problema ai freni lo costringe al ritiro dopo solamente quattro giri. Nonostante le disavventura il portacolori di casa Minardi Management non molla e in Finale mette in atto una preziosa rimonta che porta a conquistare la decima posizione.

E’ stata la mia prima gara in KZ e mi sono trovato a dover lottare con piloti di grande esperienza anche a livello internazione. Il passaggio di categoria era già programmato, ma insieme al team abbiamo deciso di anticiparlo di un week- end. I problemi purtroppo non sono mancati, ma in Finale è andato tutto per il meglio. Scattato dalla 24esima piazza sono riuscito a rimontare fino alla decima posizione. Niente male. Ora aspetto la sfida di Sarno con grande trepidazionecommenta Gianni Vigorito

Un debutto a livello internazionale in KZ per Gianni sopra le aspettative, risultando il secondo miglior telaio IPK conquistando anche la top-10. Il suo passaggio di categoria era già programmato da tempo, ma abbiamo pensato di anticiparlo in vista dell’ultimo appuntamento a Napoli. Un fine settimana non privo di problemi, ma ha saputo mantenere i nervi saldi continuando a lottare in pista. A Sarno potrà mettere in pista l’esperienza acquistata qui” analizza Alberto Tonti

Il prossimo appuntamento per Gianni Vigorito sarà il quarto, ed ultimo, round della WSK Super Master Serie in programma sul tracciato internazionale di Napoli dal 23 al 26 aprile.

Foto: Alex RaceBox

Kart – Week-end in recupero per Gianni Vigorito a Castelletto

Prosegue a ritmo serrato la nuova stagione sportiva di Gianni Vigorito nella WSK Super Master Series, impegnato a trovare il giusto feeling con il nuovo kart e il nuovo team. Nel secondo round sul Circuito Internazionale 7 laghi di Pavia, il portacolori di casa Minardi Management si è reso protagonista di importanti rimonte, nonostante le difficili condizioni atmosferiche caratterizzate da una forte pioggia.

Dopo aver chiuso la qualifica con il trentesimo posto, l’alfiere dell’OK1 Racing Team riesce a rimontare fino alla dodicesima piazza in pre-finale, nonostante un contatto alla prima curva. Scattato dalla ventiquattresima posizione in Finale, in appena nove giri scala la classifica a suon di sorpassi fino alla dodicesima posizione, prima di dover alzare bandiera bianca per il cedimento della catena

Purtroppo ancora un week-end condizionato dalla sfortuna. Nonostante la pioggia battente sia in pre-finale che in finale ero riuscito a rimontare diverse posizioni, sfiorando la top ten. In finale, al nono giro, purtroppo la catena si è rotta costringendomi al ritiro anticipato. Ora la mente è già rivolta al prossimo impegno sul tracciato di La Concacommenta Gianni Vigorito

Prosegue il cammino di Gianni, impegnato a trovare il giusto feeling con il nuovo materiale e il nuovo staff. Nonostante le difficili condizioni era riuscito a recuperare diverse posizioni, ma purtroppo il cedimento della catena ha vanificato il lavoro del week end. Certamente la classifica non mette in risalto il vero valore di Gianni. Sono certo che già dai prossimi appuntamenti potrà conquistare quei risultati che sono alla sua portataanalizza Alberto Tonti 

Kart – Grande rimonta per Gianni Vigorito ad Adria nella WSK Super Master Series

Nella gara  di apertura della WSK Super Master Series all’Adria International Raceway Gianni Vigorito si è reso protagonista di un’importante rimonta. Tornato alle competizioni la settimana scorsa nella Gold Cup dopo un anno di assenza, il neo portacolori della OK1 Racing Team sta velocemente ritrovando ritmo e feeling con il mezzo e la nuova scuderia.

Causa anche una condizione fisica non perfetta, chiude le manche di qualificazione con il trentasettesimo posto mettendo però in scena una bella rimonta nella pre-finale, chiusa all’ottavo posto nel gruppo B che valgono i primi punti.

In Finale recupera ulteriori tre posizioni completando la rimonta con un incoraggiante tredicesimo posto. La top 10 è ormai messa nel mirino del campione sturnese

Purtroppo la febbre non ci voleva, ma nonostante questo sono riuscito a fare una bella rimonta a dimostrazione che sto ritrovando il giusto feeling con il kart. Insieme al team stiamo lavorando certamente nella direzione giusta e al momento è l’aspetto più importante. Proseguendo su questa strada anche i risultati arriveranno. Siamo solamente alla prima gara stagione. Il Campionato è ancora molto lungo. Ora la mente è già concentrata verso la prossima sfida sul circuito dei 7 Laghicommenta Gianni Vigorito

Nonostante un risultato condizionato certamente dalle condizioni fisiche e da alcune sfortune, siamo contenti del week-end di Gianni e di come si stia dando da fare, sviluppando insieme agli uomini OK1 il materiale KF. Sono sicuro che da Castelletto vedremo il vero valore di Vigorito. Sta maturando e si sta integrando nel miglior modo nella Scuderia Minardi” analizza Alberto Tonti, responsabile del settore kart Minardi

Kart – Minardi Management e Vigorito insieme nella WSK

In occasione della WSK Gold Cup è arrivata la firma che sancisce l’inizio della collaborazione tra la Minardi Management e Gianni Vigorito. Con il campione sturnese si consolida la presenza della Minardi Management nel mondo del karting, che aggiunge un ulteriore tassello alla sua squadra dopo Karol Basz e Joao Vieira.

A quasi dodici mesi di distanza dall’ultima gara in KF l’appuntamento all’Adria International Raceway è servito al portacolori della OK1 Racing Team per ritrovare il giusto ritmo. Un fine settimana contraddistinto da alcuni inconvenienti tecnici e da una foratura che hanno negato a Gianni la possibilità di esprimere al meglio il suo potenziale, chiudendo l’appuntamento con il dodicesimo posto in Finale. Dalla prossima settimana, sempre sul tracciato rodigino dell’Adria International Raceway si accenderanno i riflettori sulla WSK Master Series.

Sono veramente contento di poter iniziare a lavorare al fianco di Gianni. E’ dal 2012 che cercavo di farlo entrare nel mio team. La Gold Cup è servita a togliere un po’ di ruggine, dopo un 2014 lontano dalle piste. Abbiamo firmato un contratto con OK1 Racing Team molto interessante soprattutto in prospettiva futura. Ad Adria non è stato particolarmente fortunato, ma certamente già dal prossimo fine settimana potremo lottare per posizioni più importanticommenta il manager Giovanni Minardi

Calcolando che era la mia prima gara con il nuovo team, dopo un anno in cui sono stato fermo, non è andata male. Siamo stati sfortunati nelle manche del sabato in cui non ho fatto neanche un giro, partendo così ultimo nella pre-finale. Sono però riuscito a rimontare fino alla 12esima posizione. In Finale ho fatto una bellissima partenza portandomi fino al quinto posto, ma a causa di qualche problema di troppo ho chiuso in P12. Sono cosciente del fatto che ci sia molto lavoro da fare, ma sono qui per questo. Quest’anno inizia una nuova parentesi della mia attività sportiva al fianco della Minardi Management. Uno stimolo in più per far bene commenta Gianni Vigorito

Non è stato certamente il week-end più fortunato per Gianni, ma nonostante questo ha dimostrato di aver ritrovato velocemente ritmo e prestazioni per poter stare tra i primi sei della classe. E’ tornato alla competizioni dopo quasi dodici mesi di assenza e la Gold Cup si è dimostrata l’occasione giusta per togliere un po’ di “ruggine”. Ho visto un buon passoanalizza il responsabile del settore kart Minardi, Alberto Tonti

Podio per il Team Minardi by Pastina&Friends alla “Kart Memorial Senna 2014”

Sotto una pioggia torrenziale e con condizioni meteo che non hanno mai dato tregua, il team Minardi by Pastina&Friends ha conquistato il podio nella gara endurance, organizzata sul tracciato Enzo e Dino Ferrari di Imola in memoria di Ayrton Senna.

Sotto l’attenta direzione del Team Principal Roberto “Pastina” Bandini, il Direttore Sportivo Giovanni Minardi, in costante comunicazione con i suoi ragazzi, ha guidato la cavalcata di Gabriele Lancieri, Marco Zipoli, Gianni Vigorito ed Edgard Kanah alla conquista del terzo posto. Le difficoltà non sono certamente mancate con la compagine faentina costretta fin dalla prima battute ad intervenire pesantemente sul kart, sfilando così di conseguenza all’ultimo posto. Giro dopo giro i “Fantastici 4” hanno saputo recuperare mettendo in campo grinta e determinazione girando su ottimi riscontri cronometrici, recuperando i passaggi persi e scalando la classifica finale fino al podio, chiudendo la competizione alle spalle dei vincitori R3 4 Ayrton e della Porsche Driving School

A premiare le tre squadre il presidente dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari Uberto Selvatico Estense, il curatore del Tribute Ezio Zermiani e Gian Carlo Minardi.

Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi del team Minardi by Pastina&Friends per l’ottimo lavoro svolto, nonostante una pioggia che non ha mai dato tregua e le non poche difficoltà. Devo dire che in 6h e mezza di gara abbiamo risolto più problemi di quanto mai fatto in una 24H. Il terzo posto è veramente il minimo considerando il nostro passo” commenta Roberto Bandini “Ora ci prepareremo per la 24H di Pomposa in programma il 24-25 maggio