F1 | Gp Austria – IL PUNTO

Share via email
Get the Flash Player to see the wordTube Media Player.

Un gran premio affascinante con colpi di scena fino all’ultimo giro. Rosberg era riuscito a portarsi in testa partendo dalla sesta posizione e stava assaporando il successo. All’ultimo giro è arrivato leggermente lungo alla curva 2, essendo in debito di ossigeno sul fronte pneumatici e gomme, ma anche la manovra di Hamilton mi è sembrata alquanto aggressiva. Mentre scriviamo c’è un’investigazione in corso e mi auguro che non arrivi nessuna sanzione. Sono incidenti di gara che in una corsa come questa ci possono stare.

Se proprio vogliono arrivare ad una penalizzazione*, va divisa in egual modo tra i portacolori Mercedes, attribuendo così la vittoria ad un ottimo Verstappen che, ancora una volta, ci ha regalato bei sorpassi, insidiandosi al terzo posto e chiudendo la corsa al secondo posto grazi al contatto che ha visto protagonisti i due piloti Mercedes.

Sottotono ancora la Ferrari che ha osato decisamente troppo pur di provare ad annullare uno stratosferico gap con la Mercedes, tenendo in pista troppo a lungo Vettel. Il tedesco ha visto così esplodere il suo pneumatico posteriore al 27esimo giro. Podio per Kimi Raikkonen che sul finale però non è riuscito ad impensierire Verstappen, in difficoltà con le gomme.

In casa Mercedes Toto Wolff avrà il suo bel da fare per placare gli animi. Il rapporto tra Nico e Lewis è ai minimi storici. Ci aspetta un mese di luglio incandescente con 4 gran premi racchiusi in 5 domeniche. Da un lato è bene tornare subito in pista, anche se non c’è il tempo per stemperare gli animi

Umore ben diverso in casa McLaren, Haas e Manor che conquistano punti importanti. Molto bravo Jenson Button che ha saputo ottimizzare molto bene i suoi pneumatici e la sua macchina, portandola al traguardo in sesta posizione, davanti a Grosjean e Sainz.. La Manor conquista il suo primo punto mondiale grazie a Pascal Wehrlein, superando la Sauber

*A fine gara, Nico Rosberg è stato penalizzato con 10”, che gli valgono comunque il quarto posto al traguardo