F1 | Gp Giappone – Presentazione

Share via email

A una settimana dagli episodi di Sepang e dalla doppietta targata Red Bull, la Formula 1 arriva in Giappone su una pista storica e tecnica come Suzuka con poche vie di fughe dove ogni errore può costare caro ai piloti. Si arriva a casa della Honda che, forte della bella prestazione di Alonso e Button in Malesia, insieme ad una McLaren in crescita proverà a conquistare altri preziosi punti in vista di un 2017 maggiormente ricco di soddisfazioni.

Un plauso speciale bisogna farlo al pubblico giapponese che, da sempre, riempie gli spalti dimostrando un grande affetto nei confronti del Circus e, anche, del Minardi Team. Dopo la scomparsa di Ayrton Senna l’audience ha accusato un calo, ma un po’ alla volta stanno ritrovando  i fasti di un tempo.

Questo fine settimana toccheremo quota meno cinque gran premi alla conclusione del Mondiale, che vede Nico Rosberg davanti ad un Lewis Hamilton molto nervoso. Le dichiarazioni nel post-Sepang dell’inglese sono vergognose. E’ inaccettabile un attacco così verso il suo datore di lavoro. L’inconveniente potrebbe essere invece causata da alcuni test in vista della prossima stagione, rivolti soprattutto verso i lubrificanti.

In casa Ferrari Sebastian Vettel pagherà tre posizioni di penalità sulla griglia per il contatto al via. E’ il minimo che poteva ricevere dai commissari.  Una Ferrari che in questo finale di stagione sta dimostrando tutti i suoi limiti, non solo nei confronti della Mercedes. In Malesia Kimi Raikkonen, col quarto posto, ha raccolto il massimo e lo si è intuito anche dai team-radio tra pilota e muretto.

Sul fronte delle gomme, Pirelli porterà le mescole Hard, Medium e Soft. La Ferrari punta con decisione sulle soft con nove set a testa per Vettel e Raikkonen, contro gli otto set per Hamilton e Rosberg e sei in casa Red Bull. Soluzioni diverse in casa Mercedes con tre set di hard e due di medium per Hamilton contro le due hard e tre medium per Rosberg. Una sola mescola bianca medium per Vettel e tre rosse hard. Due set di hard e medium per il finlandese. Un’altra componente potrà essere il meteo, ancora molto variabile con temperature intorno ai 20°C e possibilità di pioggia per la giornata di sabato.

Ci sono tutte le caratteristiche per vivere una gara interessante su un circuito storico e tecnico con diverse possibilità di sorpasso, la lotta in casa Mercedes con un Hamilton nervoso e determinato e prendersi la rivincita e una Ferrari chiamata a rispondere dopo il quarto posto di Kimi Raikkonen e l’errore in partenza di Vettel.