F1 | Gp Montecarlo, Minardi “Ottimo Vettel. Strategie determinanti”

Share via email

Un Gran premio di Montecarlo all’insegna della Ferrari. Dopo aver conquistato la prima fila in qualifica si sono portati a casa anche una fantastica, quanto importante, doppietta in ottica mondiale. Un risultato che farà sicuramente morale, portandoli in vetta in entrambe le classifiche. Un weekend in cui tutti i record sono stati battuti. E’ incredibile vedere questi ragazzi sfrecciare tra le stradine del principato sfiorando i guard-rail.

Sebastian Vettel è stato bravissimo in tutte le fasi della corsa. Si merita un 10 pieno. Nel primo stint è stato in scia al compagno conservando al meglio le gomme, facendo poi la differenza nei momenti cruciali con giri-capolavori prima del suo pit stop e alla ripartenza dopo la safety-car in seguito all’incidente tra Button e Wherlein.

E’ stato un gran premio con pochi sorpassi, come da tradizione, in cui le strategie hanno avuto un ruolo importante. Col pit-stop di Max Verstappen la Red Bull ha commesso l’ennesimo errore di strategia, facendo cadere anche in tentazione la Mercedes con Bottas che ha concluso la corsa fuori dal podio e alle spalle di Daniel Ricciardo. Restando in pista più a lungo, Vettel e Ricciardo hanno avuto la meglio sui rispettivi compagni di box.

In ottica mondiale è importante che abbia vinto Sebastian, sia considerando il settimo posto di Lewis Hamilton sia per le possibili penalità che potrebbero arrivare in seguito alla sostituzione dei componenti della power-unit da qui alla fine della stagione.

Molto bravo anche Carlos Sainz, sesto con la Toro Rosso. Lo spagnolo si conferma a ridosso dei big, girando su tempo costanti per tutta la corsa. Peccato per l’irruenza di Perez che ha rovinato la corsa di Kvyat. Come successo in Spagna, è stato interessante seguire l’evoluzione della corsa dal monitor dei tempi, segnata da numerosi giri veloci.

Tra quindici giorni si arriverà in Canada, pista che mette a dura prova l’impianto frenante.

Gian Carlo Minardi