Gp Corea del Sud – PRESENTAZIONE

Share via email

Delle tre edizioni fin qui disputate sul tracciato coreano di Yeongam, Sebastian Vettel e la sua Red Bull hanno colorato e caratterizzato il gradino più alto e importante del podio delle ultime due edizioni, mentre Fernando Alonso ha avuto l’onore di battezzare l’albo d’oro nel 2010.

Il potenziale fin qui espresso dal tedeschino e dalla sua scuderia potrebbero far pensare ad un risultato già scritto anche in considerazione dell’importante margine acquisito e solamente eventi impensabili potrebbero contribuire a far cambiare il corso di un finale già bello che inciso. Nonostante questo, e un 2014 impegnativo sul fronte motori, consumi e aerodinamica Ferrari, Mercedes, Lotus, McLaren e Force India non alzeranno bandiera bianca visto che abbiamo una classifica costruttori ancora molto aperta, con la lotta per il secondo posto tra Maranello e Brackley e la sfida sull’asse McLaren – Force India per il quarto posto.

Ci aspetta quindi una gara importante e tatticamente molto differente dalla passata stagione in considerazione delle mescole portate dalla Pirelli: SuperSoft e Medium, diversamente da quanto accaduto nel 2012 con SuperSoft e Soft. Meteo alla mano sarà un gran premio all’insegna del caldo, acquazzoni improvvisi permettendo. Nonostante la conferma nel calendario 2014, il futuro del tracciato non appare così roseo e ci potrebbero essere difficoltà per il futuro. A proposito della prossima stagione il Consiglio Mondiale della FIA ha ufficializzato il programma con ben 22 gara in calendario. Sarà un anno molto impegnativo non solo per i piloti, ma anche per tutto lo staff del team che avrà poco tempo per ricaricare le batterie. Mi auguro che i piccoli team abbiano e sappiano gestire le risorse.

Restando nel panorama 2014 si parla di un possibile ritorno in F.1 di Rubens Barrichello, al fianco di Sirotkin in Sauber. Indubbiamente Rubens è un pilota esperto, ma sinceramente vedo molto difficile un suo ritorno anche se quasi certamente i colori verde-oro continueranno ad animare i gran premi, vista l’importanza per il mercato e il pubblico. Vedrei di buon occhio la permanenza nel circus di Felipe Massa, driver in azione e con altrettanta esperienza, oppure l’arrivo del nuovo volto Felix da Costa, molto vicino all’attuale sedile di Ricciardo in Toro Rosso. L’arrivo di Felix da Costa garantirebbe una continuità del programma giovani RB. E’ ancora molto presto e tutto può succedere.