F.4 – Joao Vieira, 10 punti a Magione per crescere

Si è concluso il quarto appuntamento dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth all’autodromo umbro di Magione e per Joao Vieira non si può dire sia stato un week-end molto positivo. I 10 punti ottenuti grazie al quinto posto di Gara 1 sono un bottino meno gratificante delle attese della vigilia, per il sedicenne pilota brasiliano.

Gara 2 è infatti stata compromessa da un errore e dal contatto alla prima curva, che ha posto fine alla gara.

In Gara 3 il portacolori dell’Antonelli Motorsport si è dovuto accontentare di un tredicesimo posto per un errore commesso anch’esso alla prima curva. La perdita di oltre dieci posizioni alla prima curva ha condizionato inevitabilmente il risultato finale.

“Un week end durante il quale non ho raccolto molto in termini di risultati e punti e me ne dispiaccio, ma importantissimo sotto il profilo dell’esperienza che ho maturato”, commenta Joao Vieira.

“È stato un week end molto intenso, concentrato in due soli giorni di gara e caratterizzato da alcuni errori di inesperienza che hanno condizionato tutte le tre gare. Sono certo che Joao farà tesoro di questa esperienza e la sosta estiva ci servirà  per ricaricare le batterie e darci la spinta per concludere in crescendo un finale di stagione che si preannuncia intenso”, commenta il Manager Giovanni Minardi.

Dopo la pausa estiva, la stagione riprenderà sull’impegnativo tracciato “Piero Taruffi” di Vallelunga nel week-end del 13 e 14 settembre 2014.

F.4 – Joao Vieira a caccia di un altro podio

Al giro di boa del F.4 Championship powered by Abarth, Joao Vieira da l’assalto al gradino più alto del podio sul tracciato di Magione.

Dopo la giornata di prove del 23 Luglio scorso sul medesimo tracciato e dopo gli ottimi tempi riscontrati, il 16enne brasiliano dell’Antonelli Motorsport cercherà di aumentare i punti in classifica, per risalirla come ha fatto nel weekend del Mugello, che l’ha portato dal 19° posto all’8°.

“Non vedo l’ora di risalire in macchina, perché mi sento pronto per provare a vincere la mia prima gara. Dopo il test sulla pista di Magione, dove mi sono trovato subito molto bene, penso ci si possa provare, anche se la concorrenza è molto agguerrita”, commenta Joao Vieira.

“Penso che il giro di boa del campionato sia il momento giusto per dare l’assalto al gradino più alto del podio e Joao sta facendo di tutto per guadagnarselo, tra allenamenti in palestra e in pista. Dal primo giorno che è salito in macchina ad oggi, è migliorato tantissimo e, se contiamo che è uno dei piloti con minor chilometraggio alle spalle, credo abbia fatto passi da gigante, visto l’alto livello e il buon numero dei partecipanti, 22, che troviamo in questo Campionato”, commenta il Manager Giovanni Minardi.

Il sipario sul Circuito dell’Umbria si alzerà Sabato 2 Agosto con i due turni di prove libere (ore 9.50 e 12.10) e i due turni di qualifiche (ore 16.00 e 16.25), che determineranno lo schieramento di partenza delle due manche di gara (28’ + 1 Giro), con start Domenica alle 9.00 e domenica alle 16.40. In mezzo, con partenza alle 12.30, la gara sprint (18’ + 1 Giro).

F.4 – Joao Vieira scopre Vallelunga e Magione

Sono stati due giorni di intenso lavoro per Joao Vieira sui circuiti di Vallelunga e Magione, teatro dei prossimi due appuntamenti dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth.

Il 16enne brasiliano di Gurupi ha iniziato il programma di avvicinamento alle seconda parte del neonato campionato, insieme allo staff dell’Antonelli Motorsport, prendendo il primo contatto coi 4.085 mt dell’impegnativo “Piero Taruffi” e le undici curve che caratterizzano i 2.507 mt del “Mario Umberto Borzacchini”, al volante della sua #28.

Dopo aver portato in alto sul podio del Mugello la bandiera brasiliana, Joao è determinato a continuare il trend positivo già dal prossimo appuntamento – in programma il 2-3 agosto – e, sul tracciato perugino, ha iniziato certamente con il piede giusto, segnando ottimi riscontri cronometrici, sfiorando la “pole” e dimostrando di essersi adattato velocemente al layout della pista.

Sono stati due giorni intensi, durante i quali ho lavoro a fianco del mio team in funzione dei prossimi due appuntamenti. Sono molto soddisfatto dei tempi segnati a Magione, mentre ho commesso qualche errore a Vallelunga. Per me ogni circuito è completamente una scoperta e il tempo per imparare è sempre molto poco. Ci stiamo avvicinando alla seconda metà di stagione e sono contento dei miei progressi. Per questo ci tengo a  ringraziare anche tutto lo staff dell’Antonelli Motorsport”, commenta il pilota della Minardi Management.

Sono veramente contento del lavoro svolto in questi due giorni da Joao, specialmente per quanto riguarda i risultati ottenuti a Magione. Si è adattato velocemente alla pista e i riscontri cronometrici sono stati veramente interessanti. Solamente qualche decimo di troppo gli hanno negato la soddisfazione di firmare la pole di giornata, fermandosi in seconda posizione. Più difficile la giornata a Vallelunga, ma il tracciato è certamente più impegnativo e avrà modo di riscattarsi. Ora Joao proseguirà la preparazione fisica e atletica in vista del quarto appuntamento stagionale a Magione”, commenta il manager Giovanni Minardi.

F.4 – Joao Vieira al lavoro tra Vallelunga e Magione

Con ancora il ricordo del podio conquistato al Mugello ben vivo nella memoria, Joao Vieira è pronto a tornare al volante della sua Tatuus #28 per una due giorni di test sui tracciati di Vallelunga (martedì 22) e Magione (mercoledì 23).

Per il 16enne brasiliano di casa Antonelli Motorsport sarà il primo contatto con il “Piero Taruffi” e “l’Autodromo dell’Umbria” che animeranno i prossimi due (dei sette) appuntamenti dell’Italian F.4 Championship powered by Abarth, che si prepara ad entrare nella parte calda della stagione.

Joao è pronto ad accogliere la seconda parte di stagione, proseguendo l’intenso lavoro preparato dal Driver Program Center di Forlì e  galvanizzato dall’importante risultato conquistato in Toscana, culminato con il podio in gara-3 che lo ha lanciato in classifica generale nella Top Eight, a pari merito con il team-mate e amico Matteo Cairoli.

Grazie a queste giornate avrò la possibilità di scoprire i due prossimi circuiti in calendario, Vallelunga e Magione. Per me ogni tracciato è una scoperta e una sfida. Grazie al simulatore del Driver Program Center ho avuto la possibilità di provare il layout del “Piero Taruffi” e le prime sensazioni sono veramente buone. Un po’ com’era successo per il Mugello. Sarebbe bello poter bissare il risultato, conquistando un nuovo podio. Ad ogni sessione prendo sempre una maggiore confidenza con la macchina e questo mi aiuta ad avvicinarmi al limite”, commenta il pilota della Minardi Management.

Dopo il buon lavoro al Mugello, andiamo a conoscere altre due piste presenti nel calendario del Campionato. Per Joao saranno due giornate di apprendistato in vista dei week-end di gara, visto che non conosce i tracciati. Spero che possa piacergli tanto quanto il Mugello, come i risultati hanno poi dimostrato“, commenta il manager Giovanni Minardi.

F.4 – Mugello da podio per Joao Vieira

Il selettivo tracciato toscano del Mugello ha messo in risalto tutte le qualità tecniche di Joao Vieira che, al terzo appuntamento dell’Italian F4 Championship Powered by Abarth, conquista il primo podio.

Il terzo posto è la ciliegia sulla torta di un buon fine settimana che ha cancellato la delusione di quindici giorni fa a Imola, conquistando un ottimo en-plein con tre arrivi a punti in altrettante manches per un bottino complessivo di 32 punti.

Dopo aver firmato la terza fila nei due turni di qualifiche del sabato mattina, rispettivamente con il quinto e sesto miglior crono, il 16enne driver brasiliano originario di Gurupi conquista la zona punti nelle prime due gare grazie ad un ottimo quinto posto in gara-1 e un settimo posto nella gara sprint. La soddisfazione più grande arriva proprio sul finale con una gara tutta all’attacco, che dalla quattordicesima posizione lo porta alla conquista del terzo gradino e del primo podio stagionale. “Sono veramente soddisfatto sia per il primo podio sia per il week end. Fin dal primo contatto nei test delle scorse settimana il tracciato mi è piaciuto tantissimo, in quanto molto veloce e tecnico. Pertanto molto adatto al mio stile di guida. Devo ringraziare anche tutto lo staff dell’Antonelli Motorsport che sono veramente molto bravi, così come i preparatori del Driver Program Center. Questo podio deve essere solo l’inizio” commenta Joao Vieira

Sono veramente soddisfatto. Durante il test ero rimasto positivamente colpito e questo podio è la conferma delle buone qualità tecniche e velocistiche di Joao. Il Mugello è una pista impegnativa e lui è stato bravissimo a non commettere nessun errore. In gara-3, nonostante una partenza non perfetta, ha recuperato numerose posizioni fino alla conquista del podio. Un risultato che fa morale in vista della seconda metà di stagione” commenta il manager Giovanni Minardi

Grazie a questi preziosi risultati Joao scala vertiginosamente la classifica generale entrando di prepotenza nella Top Eight con un bottino di 33 punti

Joao Vieira al Mugello per dimenticare Imola

E’ già ora del terzo round dell’Italian F4 Championship Powered by Abarth. Archiviato il difficile week end di Imola, per Joao Vieira arriva l’occasione del pronto riscatto sull’impegnativo tracciato del Mugello dove qualche settimana fa aveva stupito tutti segnando fin dai primi passaggi ottimi riscontri cronometrici, portandosi in vetta alla classifica.

Il 16enne brasiliano dell’Antonelli Motorsport avrà quindi l’occasione di mettersi in evidenza sull’impegnativo layout del tracciato internazionale toscano, i cui marchi di fabbrica principali sono la “San Donato”, la “Casanova-Savelli” – chicane destra-sinistra in discesa – e le due “Arrabbiate”, che esaltano il suo stile di guida.

Dopo i punti conquistati nella gara di apertura ad Adria Joao proverà ad arricchire il suo palmares con un nuovo risultato utile “Sono veramente contento di poter tornare subito a guidare. Imola è stato un week-end di apprendistato. Ora voglio cercare il pronto riscatto provando a mettere a frutto il lavoro svolto nel test delle scorse settimane proprio qui  tra le colline di Scarperia. E’ un circuito impegnativo e tecnico che ben si adatta al mio stile di guida. Ci vorrebbe un bel podio” commenta Joao Vieira

Sono contento che Joao possa risalire subito in macchina per lasciarsi alle spalle il week end di Imola. Visti i buoni risultati conquistati durante il test di qualche settimana fa, mi auguro che il Mugello gli possa regalare un buon risultato, anche se le gare sono sempre un’altra cosa. Sono molto fiducioso, visto anche il grande lavoro che sta seguendo con il Driver Program Center” commenta il manager Giovanni Minardi

Il sipario sul Mugello Circuit si alzerà venerdì 11 coi tre turni di prove libere, in preparazione delle qualifiche di sabato 12 (ore 9.00 e 9.25), che determineranno lo schieramento di partenza delle due manche di gara (28’ + 1 Giro), con start sabato alle 15.35 e domenica alle 17.10. In mezzo, con partenza alle 9.00, la gara sprint (18’ + 1 Giro)

F.4 – Week-end di apprendistato per Joao Vieira a Imola

Week end agro-dolce per Joao Vieira a Imola, teatro del secondo appuntamento dell’Italian F4 Championship powered by Abarth.

Il brasiliano dell’Antonelli Motorsport era tornato al volante della Tatuus #28 all’Enzo e Dino Ferrari con la voglia di migliorare il risultato della gara inaugurale di Adria, ma ha salutato l’impegnativo tracciato a mani vuote. Le premesse per conquistare un altro risultato utile c’erano tutte visto nelle prove libere e qualifica riesce a portare la sua monoposto nella parte alta della classifica. Purtroppo l’inesperienza con la vettura e coi 4936 mt della pista hanno negato la gioia più grande della zona punti, dandogli comunque la possibilità di accumulare chilometri

Imola è stato un week end di apprendistato. E’ una pista veramente impegnativa. Alcune curve non perdonano il minimo errore. Per me era la prima volta, avendola vista solamente una volta al simulatore. Siamo solo al secondo appuntamento e ho accumulato chilometri ed esperienza che mi potranno essere sicuramente utili già al Mugello tra quindici giorno” commenta Joao Vieira “Ora proseguirò gli allenamenti al Driver Program Center

E’ stato un week-end poco fortunato per Joao, anche se le premesse erano buone. Ha commesso diversi errori di inesperienza, ma sono sicuro che ne farà tesoro fin dal prossimo appuntamento al Mugello, pista molto tecnica che si addice al suo stile di guida. Resta il rammarico per esserci fatti scappare un buon risultato sia  in gara-2, quando ha girato più veloce che in qualifica, sia in gara-3” analizza il manager Giovanni Minardi

F.4 – Joao Vieira al lavoro per il secondo round all’Enzo e Dino Ferrari di Imola

Archiviato l’esordio positivo nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth con la conquista della zona punti all’Adria International Raceway, per Joao Vieira si aprono le porte del secondo round in programma questo fine settimana all’Enzo e Dino Ferrari.

In attesa del primo semaforo verde di Imola, il 16enne brasiliano è tornato al volante della Tatuus F4 T014 del team Antonelli Motorsport sul tracciato del Mugello, firmando così il suo debutto sul tracciato toscano che ospiterà il terzo week end della neonata serie, fortemente voluta dalla FIA. Per Joao è stata l’occasione di fare conoscenza con l’impegnativo layout del tracciato internazionale di proprietà della Ferrari contraddistinto da severi cambi di pendenza e da curve molto veloci e cieche, come le “due Arrabbiate”

Un esordio positivo che ha visto Joao occupare saldamente le posizioni di vertice segnando riscontri cronometrici importanti, con costanti miglioramenti ad ogni sessione “E’ stata una giornata molto proficua e sono rimasto positivamente sorpreso dal velocemente adattamento di Joao alla pista, considerando che non aveva mai visto il tracciato. Con mescole usate è stato il più veloce e solo un problema tecnico gli ha negato la possibilità di firmare la migliore prestazione con un set nuovo” commenta il manager Giovanni Minardi.

In preparazione del secondo appuntamento il 16enne originario di Gurupi si è trasferito nel Quartier generale dell’Advanced Vehicle Science Centre Bhai Tech di Mestrino per una sessione al simulatore “Ho avuto la possibilità di studiare il tracciato e le traiettorie. In questo modo avrò la possibilità di lavorare più tranquillamente una volta arrivato in pista” commenta Joao Vieira “Per quanto riguarda il tracciato del Mugello, mi è piaciuto fin da subito. Una pista veramente tecnica con curve molto veloci e impegnative. Il lavoro con il team è stato focalizzato al week-end di gara” prosegue il pilota della Minardi Management. La testa però è già rivolta a Imola “Dopo aver conquistato la zona punti ad Adria, l’obiettivo deve essere il podio. Al simulatore ho iniziato a studiare il tracciato e le “Acque Minerali” e la “Rivazza” sono le due curve più impegnative” conclude il brasiliano

Il sipario sul week end all’Enzo e Dino Ferrari di Imola si alzerà venerdì 27 coi tre turni di prove libere, in preparazione delle qualifiche di sabato 28 (ore 11.10 e 12.00), che determineranno lo schieramento di partenza delle due manche di gara (28’ + 1 Giro), con start sabato alle 17.30 e domenica alle 16.50. In mezzo, con partenza alle 10.50, la gara sprint (18’ + 1 Giro)

Minardi Management e Joao Vieira insieme nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth

L’intenso lavoro della Minardi Management e di Giovanni Minardi, insieme allo scounting Alberto Tonti, volto a seguire e aiutare il percorso verso il professionismo dei giovanissimi piloti impegnati nel Karting – il primo scalino della piramide motoristica –  inizia a dare i primi risultati.

In questa stagione, il manager faentino Giovanni Minardi metterà la sua esperienza a disposizione di Joao Ricardo Queiroz Vieira, 16 anni, brasiliano. Vieira, classe 1997, proveniente dal Kart, è pronto a firmare il suo debutto tra le monoposto partendo proprio dalla neonata Italian F.4 Championship powered by Abarth, il cui sipario si alzerà questo fine settimana all’Adria International Raceway.

Dopo la positiva partecipazione ai test collettivi con i colori dell’Antonelli Motorsport, Joao sarà al volante della Tatuus F4 T014, motorizzate Abarth da 1400 cc sovralimentato da 160 CV, del team emiliano di Marco Antonelli.

Sono veramente contento di poter lavorare al fianco di Joao. Fin dal primo contatto con la Tatuus F4 ha dimostrato un ottimo feeling, abbassando costantemente i riscontri cronometrici. Non dimentichiamoci che arriva dal Kart e che sarà al debutto sulla pista di Adria”, commenta il manager Giovanni Minardi.

I motori si accenderanno domani sabato 7 giugno, con i due turni di prove libere in programma alle 09:00 e alle 12:00. A seguire, nel pomeriggio, sarà poi la volta delle due sessioni di qualifica, in programma a partire dalle 16:00, che determineranno lo schieramento di partenza delle due manche di gara (28’ + 1 Giro), con start domenica 8 giugno alle 09:00 e alle 17:00.

Gian Carlo Minardi “Adria appuntamento storico”

Il week end del 7 e 8 giugno e l’Adria International Raceway segneranno una tappa storica per il Motor Sport e per la Federazione.

Il circuito rodigino terrà a battesimo la “prima” dell’Italian Formula 4 Championship Powered by Abarth, la nuova formula fortemente voluta dalla FIA e appoggiata dall’ACI. Fin dalle prime uscite con il collaudatore e direttore della Scuola Federa Raffaele Gianmaria e dai test collettivi proprio sulla pista di Adria, la Tatuus F4 T014, motorizzate Abarth da 1400 cc sovralimentato, capace di erogare 160 CV a 5500 giri/min, ha dimostrato tutta la sua competitività “Questo fine settimana sarà una tappa fondamentale per la Federazione Aci e per le scelte intraprese solamente qualche mese fa dal Presidente Sticchi Damiani” commenta il presidente della commissione velocità Gian Carlo Minardi “I risultati dovrebbero essere dalla nostra parte. In griglia sono attese tra le venti e ventidue auto, pronte ad aumentare negli appuntamenti successivi. Si tratta di un grande successo, considerando che siamo partiti solamente a gennaio. Per questo bisogna fare un grande plauso al costruttore Tatuus che sta compiendo un grande sforzo per consegnare tutti gli ultimi esemplari” prosegue il manager faentino “Fin dai primi test si è evidenziata una buona competitività e questo è un ottimo risultato per il nostro paese, considerando che parliamo di un prodotto Made in Italy con gomme Pirelli, motore Abarth, elettronica Magneti Marelli e freni Brembo

Il sipario sulla Formula 4 si alzerà per la prima volta in assoluto proprio sul tracciato di Adria per proseguire il suo cammino tra Imola, Mugello,  Magione, Vallelunga, Monza e Barcellona per il gran finale del 19 ottobre “Sono sicuro che l’ACI sarà all’altezza delle aspettative FIA e sono contento ed onorato che la nostra Federazione sia la prima nel mondo a portare in pista questo nuovo campionato

Otto appuntamenti che ci consegneranno il primo campione F.4 “Si tratta di un bel trampolino di lancio per tutti i giovanissimi. La Federazione Internazionale dell’Automobilismo ha voluto dal vita a questa serie per lanciare i giovanissimi che arrivano dal karting, dando nuova linfa alla Formula 3 Internazionale e portarli al professionismo

Gian Carlo Minardi “Buon esordio per la F.4 ad Adria”

Sul circuito di Adria, teatro della prima tappa del neonato Italian Formula 4 Championship Powered by Abarth in programma il 7 e 8 giugno, otto team e una ventina di giovanissimi piloti hanno tenuto il battessimo ufficiale della Tatuus F4 T014, motorizzate Abarth da 1400 cc sovralimentato, capace di erogare 160 CV a 5500 giri/min.

Una due giorni che ha permesso a team e piloti di prendere il primo contatto e misure con la nuova monoposto che animerà la nuova serie fortemente voluta dalla FIA e appoggiata dall’ACI. Insieme ai delegati FIA Fréderic Espinos, Robert Mass e Fabrizio Nosco era presente sul tracciato rodigino anche Gian Carlo Minardi “Sono state due giornate molto intense, scivolate via tra molti giri, chilometri e pochi problemi di gioventù. Bisogna fare un plauso al Costruttore di Concorezzo (MB) e al motorista che in pochi mesi sono riusciti ad assemblare già 16 vetture, con altre 8 in via di consegna. Come ACI non possiamo che esser soddisfatti sia per i chilometri macinati sia per i tempi segnati. Per la prima gara di Adria sono attese 20-22 vetture che dovrebbero salire a 24-26 a Imola, teatro del secondo round” commenta il manager faentino

Sul fronte della Minardi Management, Giovanni Minardi ha seguito il debutto del 16enne brasiliano Joao Vieira, alla sua prima esperienza in monoposto “Un debutto interessante quello di Viera, alla sua prima apparizione al volante di una monoposto. Ha mosso i suoi primi passi con Antonelli Motorsport che quest’anno firmerà il suo debutto personale tra le ruote scoperte” Il team bolognese di Marco Antonelli è una delle new-entry nel panorama delle formule, affiancandolo ai suoi programmi con la Porsche “E’ una mossa molto intelligente, in quanto i genitori pensano ad una carriera da professionista per il proprio figlio, senza necessariamente puntare alla Formula 1. Anche quest’anno molti ragazzi italiani e non, si sono affacciati alle gare GT” conclude Gian Carlo Minardi “E’ un segnale di cambiamento radicale dell’approccio al mondo sportivo

Formula 4, Su il sipario!

Domani (venerdì 16 maggio) sarà il grande giorno della neonata Formula 4 e il circuito di Adria ospiterà la prima uscita ufficiale della serie fortemente voluta dalla FIA e sposata dall’ACI CSAI, che avrà l’onore e l’onere di portarla al debutto.

Un plauso bisogna farlo al costruttore Tatuus che in pochi mesi ha progettato, costruito la F4 T014 e consegnato già 16 delle oltre 30 vetture prenotate” commenta Gian Carlo Minardi “E’una grande dimostrazione di organizzazione e tecnica come raccontano i risultati delle prime uscite sui tracciati di Vairano, Imola e Adria  con il collaudatore e direttore della Scuola Federa Raffaele Gianmaria” prosegue il Presidente della Commissione Velocità ACI-CSAI

1200 chilometri che hanno dimostrato la bontà del prodotto Made In Italy grazie alla gomme Pirelli, motore Abarth, elettronica Magneti Marelli e i freni Brembo.

Con venerdì si alzano ufficialmente i veli sulla stagione italiana dedicata ai giovanissimi e saremo tutti sul circuito rodigino per il nuovo collaudo, insieme al Promoter WSK” La grande novità sarà rappresentata non solamente dai piloti, ma anche dai team “Per questa nuova sfida avremo con tanti nuovi nomi. Ad oggi abbiamo già 8 team molto qualificati e questo non può che farci ben sperare. Il progetto dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth rappresenta un ulteriore sforzo per l’ACI nei confronti dell’automobilismo e avremo un impegno non solo morale, ma anche tecnico, nei confronti della FIA che crede molto in questa Formula, sposata in pieno da ACI CSAI” conclude il manager faentino

La stagione prenderà il via l’8 giugno con la prima tappa proprio sul circuito di Adria, per chiudersi 7 appuntamenti più tardi, a Barcellona il 19 ottobre

Il Made in Italy torna di moda

La nuova stagione agonistica è ormai alle porte e, oltre alla Formula 1, anche i vari campionati propedeutici stanno completando le griglie di partenza. Come già successo per il 2013, anche il nuovo anno sta nascendo sotto la migliore stella per il tricolore, con tantissimi giovani impegnati nei Campionati più importanti a livello internazionale, nonostante un periodo di recessione che rende i lavori più complicati.

Gimmy Bruni, Davide Rigon, Luca Ghiotto, Antonio Fuoco, Raffaelle Marciello, Riccardo Agostini e Antonio Giovinazzi sono solo alcuni dei nomi che proveranno a far risuonare ripetitivamente l’Inno di Mameli negli autodromi più importanti, dal FIA WEC alla GP2 passando per la F.3 Euro Series “Arriviamo da un momento di grande riorganizzazione, sia a livello Karting che delle formule. Come ACI-CSAI e Scuola Federale stiamo raccogliendo i primi frutti di sei/sette anni di lavoro e anche l’Italia sta recuperando credibilità e forza a livello politico grazie al Presidente Sticchi Damiani” commenta Gian Carlo Minardi al sito www.minardi.it “L’obiettivo è quello di tornare ai fasti degli ’80. Oggi abbiamo due prime guide come Bruni e  Rigon pronti a difendere i nostri colori su altrettante Ferrari di AF Corse nel Mondiale FIA WEC, un Raffaelle Marciello in GP2 con Racing Engineering, Luca Ghiotto pronto al grande salto con Draco in WSR 3.5 e un bel trio Fuoco-Agostini-Giovinazzi nell’Europeo F.3” prosegue il manager faentino

L’Italia inoltre sarà la prima nazione a trasformare in realtà, con una vettura tutta Made in Italy, il progetto Formula 4, fortemente voluto dalla FIA e dal suo Presidente Jean Todt. Telaio TATUUS, Motore FIAT, Pneumatici PIRELLI sono i principali ingredienti “Con grande orgoglio quest’anno daremo vita al primo Campionato Formula 4 e lo faremo con una vettura nostrana. Tutti i bandi infatti sono stati vinti da aziende italiane. Solo il cambio, per volontà delle Federazione Internazione, arriva da oltralpe. Ad aprile sono programmate le prime consegne da parte del costruttore e per il mese di maggio i primi due test collettivi sui tracciati di Vallelunga e Adria” I riscontri positivi arrivano anche dalle prenotazioni “Sono oltre venti le vetture prenotate fino ad oggi con l’ingresso anche di realtà già impegnate in altri campionati. Da parte di qualcuno c’è la volontà di creare una proprio filiera per preparare i giovani a diversi palcoscenici, con un futuro sia a ruote coperte che tra le formule

Un segnale di questa rinascita arriva anche dal Gruppo FIAT che si sta riaffacciando al mondo delle corse “E’ un segnale certamente positivo. Dietro agli anni d’oro targati ‘70-’80 c’era la forte presenza del gruppo torinese” conclude Minardi “I ragazzi che arrivavano dalle formule propedeutiche trovavano uno sbocco professionale grazie all’ impegno della FIAT in tantissime categorie, cosa che in questi ultimi anni forse è venuta a mancare. Serve anche questo per provare a ritrovare gli splendori di una volta