Gian Carlo Minardi “Al lavoro per scovare i nuovi Fisichella, Trulli, Liuzzi”

Share via email

giancarlo_minardi.jpg'Con l’appuntamento di Imola la Formula ACI CSAI Abarth è arrivata al giro di boa e si preparare ad una seconda parte di stagione intensa che vedrà le Tatuus impegnate sui tracciati di Spa, A1 Ring, Mugello, Monza e Barcellona per il gran finale. Insieme a Gian Carlo Minardi abbiamo voluto ripercorrere la prima parte di stagione del campionato italiano ed europeo dello Scorpione e della Formula 3 Italia, con uno sguardo attento proiettato al 2012 e al mondo dei kart, vera filiera del motor sport.

La Formula ACI CSAI Abarth è un campionato qualitativo che si appresta ad entrare nella parte calda della stagione, sia per quanto riguarda la serie italiana sia per l’European Series con il prossimo appuntamento in programma sul tracciato di Spa. Abbiamo una griglia composta da 18 vetture estremamente competitive racchiuse in una forbice minima. Proprio nell’ultimo appuntamento di Imola abbiamo assistito a due gare fantastiche e ricche di duelli e sorpassi. Ci sono piloti emergenti molto interessanti come Luca Ghiotto che, appena 16enne e alla sua prima stagione in monoposto, ha firmato la sua prima pole position proprio all’Enzo e Dino Ferrari. Purtroppo le due gare sono state caratterizzate da incidenti in cui il ragazzo era incolpevole. C’è un lotto di piloti che va da Niederhauser, Heche, e Sirotkin con alle spalle una stagione e che stanno lottando ad armi pari tra loro. Al terzetto si aggiungono anche i debuttanti Barrabeig, Costa e Zonzini. Gli stessi team sono cresciuti notevolmente come dimostrano i tempi sul giro, costantemente più bassi rispetto alla passata stagione. Ci aspetta un finale di stagione competitivo e i ragazzi si stanno facendo largo a suon di giri veloci,” analizza Gian Carlo Minardi

La mente e il pensiero sono già rivolti alla prossima stagione che si preannuncia ricca di novità, il cui obiettivo sarà quello di far crescere ulteriormente i campionati “Come ACI Sport e CSAI siamo già proiettati al 2012. Stiamo lavorando su diverse iniziative e promozioni che ci vedranno primi attori, insieme ai nostri team, nei mesi successivi la fine della stagione tramite l’organizzazione di un “Campionato del Mediterraneo” di F.ACI CSAI Abarth atto a coinvolgere piloti esordienti che hanno appena concluso la stagione nei rispettivi campionati, con premi indirizzati proprio alle new entry.

In aggiunta per l’inverno sono in programma ulteriori iniziative per attirare verso il nostro campionato e la nostra monoposto, che riteniamo la migliore in assoluto, nuovi piloti e team. La Tatuus è una macchina nata e studiata bene, di grandissima sicurezza come abbiamo verificare durante il week end di Imola quando Alessandra Brena, in regime di safety car, ha tamponato la monoposto di Vicky Piria capottando numerose volte. La cellula e il roll-bar non hanno subito danni, dando la possibilità ad Alessandra di uscire indenne.

luca_ghiotto.jpg'

Il mio lavoro in funzione della Formula ACI CSAI Abarth è quello di seguire anche i giovani nei loro primi passi al volante del kart. Ho presenziato a due gare sui tracciati di Iesolo e Viterbo e nei primi giorni di agosto sarò a Lonato. A fine stagione sceglieremo 12 piloti per i quali si apriranno le porte di Maranello dove saranno sottoposti a test psico-fisici. Sulla base dei risultati tre ragazzi saranno selezionati per un test al volante della Tattus Formula ACI CSAI Abarth da 120 cv.

In questi anni la CSAI, sotto la spinta del Suo Presidente Angelo Sticchi Damiani e il Suo Segretario Generale Marco Ferrari, sta facendo un grosso sforzo investendo nella filiera dei giovani impegnati nei kart, Formula ACI CSAI Abarth e Formula 3. Bisogna investire sui kart in quanto è il nostro bacino per trovare i campioni del futuro. Dobbiamo fare gare importanti in F. ACI CSAI Abarth crescendo quantitativamente per arrivare ad una Formula 3 che oggi si presenta ai nastri di partenza con 16 vetture e piloti racchiusi in pochi decimi, come abbiamo visto anche nell’ultimo test di Adria. Sei piloti in 3 dec. e 12 vetture in meno di 1 secondo. La Formula 3 Italia è un campionato competitivo e la Dallara una monoposto formativa. Vogliamo trovare i nuovi Fisichella, Trulli e Liuzzi. Ci aspetta un lavoro sicuramente non facile ma grazie all’aiuto di tutti, dai team ai genitori e agli sponsor, stiamo riuscendo a dar vita a campionati di alto livello. Anche sul fronte della F.3 abbiamo diverse novità per il 2012, come creare un Open Italia che si snoderà su tracciati da F1 fuori dai confini italiani,” continua l’ex costruttore faentino

Non dobbiamo dimenticarci la collaborazione con la Scuderia Ferrari tramite la sua Accademia “La FDA ha tutto l’interesse di essere nostro partner. Siamo al secondo anno e stiamo ottenendo ottimi risultati con Marcello e Maisano, impegnati nella Formula 3 Italia. Stiamo facendo un grosso sforzo per monitorare il campionato italiano di go-kart e per dar loro la possibilità ai ragazzi di crescere” conclude Minardi.

dallara_f3_italia.jpg'