Articoli

F4 | Schumacher mattatore a Misano. Minardi “Format molto apprezzato”

Dal Misano World Circuit è partita la terza stagione della Formula 4 Italia. Un fine settimana che ha visto al via 20 team, 41 piloti provenienti da 21 nazionalità diverse. Sette i piloti italiani ai nastri di partenza che si sono difesi contro un Mick Schumacher che ha dominato la scena con due successi e un quarto posto in Finale, vinta da Siebert davanti a Vips e Guzman.

L’elevata adesione ha costretto gli organizzatori a modificare il format del Campionato, creando le manches di qualificazioni per accedere alla Finale. In vista delle qualificazioni i piloti vengono divisi, tramite sorteggio, in due batterie, e successivamente in tre gruppi A, B e C.), in base alla classifica generale. Ognuno di questi Gruppi disputa due gare di qualificazione (A contro B; B contro C; A contro C che assegnano punti validi per le classifiche di campionato), concluse le quali viene stilata una classifica determinata dalla somma dei punti di ogni pilota. I primi 36 classificati entrano in Finale

Un format kartistico molto apprezzato soprattutto dai team stranieri e dai piloti stessi. Tutti hanno la possibilità di correre minimo due gare, visto che alla Finale accedono 36 dei 41 piloti. Nonostante un meteo molto variabile tutti i piloti si sono dimostrati all’altezza, con Schumacher mattatore del week-end di apertura, nonostante la forte pressione mediatica. Nei prossimi appuntamenti dovrà confermare le sue qualità velocistichecommenta Gian Carlo MinardiAbbiamo avuto tre gare intense e combattute, soprattutto in Finale con 36 monoposto in pista. Come Aci siamo molto soddisfatti di questo esordio di Campionatoconclude il manager faentino

Il cammino del Circus proseguirà tra Adria ( 8 maggio) Imola (29 maggio e 25 settembre) Mugello (17 luglio) Vallelunga (11settembre) e Monza per il gran finale il 30 ottobre.

In classifica Mick Schumacher (Prema) guida il gruppo con 60 punti, davanti a Guzman Marchina Raul (58) e Siebert Marcos (56)

F4 – La stagione di Joao Vieira riparte da Adria

Sul moderno impianto dell’Adria International Raceway, il driver brasiliano Joao Vieira è pronto a tornare in pista per il quinto round dell’Italian Formula 4 Championship powered by Abarth. Il tracciato tecnico, con curve dalle diverse caratteristiche, potranno mettere in risalto le qualità tecniche e velocistiche dell’alfiere dell’Antonelli Motorsport, determinato a dare una svolta alla stagione, condizionata da numerosi problemi al propulsore.

Dopo le tre giornate di test sui tracciati di Imola e Misano, Joao vuole ripartire dall’importante secondo posto conquistato tra i selettivi sali-scendi del Mugello per provare a puntare alla prima vittoria stagionale “E’ arrivato il momento di dare una svolta al campionato puntando per prepotenza alla vittoria. Questo periodo di pausa mi ha dato la possibilità di ricaricare le batterie tornando qualche giorno a casa in Brasile e ora non vedo l’ora di tornare a correre. Durante le tre giornate di test abbiamo avuto ottimi riscontri, anche se ancora una volta siamo stati rallentati da problemi al propulsorecommenta il pilota della Minardi Management, Joao Vieira

Dopo le tre giornate di prove tra Imola e Misano, sono sicuro che finalmente arriverà la sognata vittoria. Ho visto un Joao rigenerato dopo la sosta estiva e ancora più convinto dei suoi mezzi. Daremo filo da torcere fino alla fine e proveremo a portarci a casa almeno il terzo posto finaleanalizza il manager faentino Giovanni Minardi

F4 – Joao Vieira determinato in vista di Vallelunga

All’autodromo di Vallelunga è pronto ad alzarsi il sipario sulla seconda edizione dell’Italian F4 Championship powerd by Abarth. Tra i grandi protagonisti, insieme a circa 25 monoposto, ci sarà anche Joao Vieira che si presenterà ai nastri di partenza tra i grandi favoriti.

Il portacolori giallo-oro dell’Antonelli Motorsport arriva al primo, dei sette, Racing week-end dopo diversi mesi di preparazione sia atletica che in pista, firmando i  nuovi record a Monza e Imola. Nell’ultima sessione di test, proprio lungo 4.085 mt del “Piero Taruffi”, Joao ha svettato con la sua Tatuus F4 nella classifica lasciando la vetta nel secondo giorno, rallentato solamente da un problema al cambio. “Non vedo l’ora di scendere in pista per il primo turno di prove libere. Da quel momento sarà Campionato vero. La stagione avrà inizio. Il mio obiettivo, e quello di tutto il team, sarà di partire subito col piede giusto per puntare al titolo anche se non sarà certamente facile. Potrò contare su un anno in più di esperienza, conoscendo piste, vettura e team. Le novità, rispetto al calendario 2014, saranno solamente Franciacorta e Misano. IL MWC ho avuto l’occasione di conoscerlo durante una giornata di testcommenta il pilota della Minardi Management, Joao Vieira. Per Franciacorta i convenevoli sono stati rimandati

Finalmente si incomincia, dopo tanti chilometri in pista e tante ore di allenamento dentro e fuori dal centro dove si allena. Da quello che ho visto in questi mesi di lavoro Joao è pronto a giocarsi la vittoria del campionato. Non sappiamo ancora i veri valori del Campionato poiché durante i test non abbiamo avuto occasione di ritrovarci tutti insieme in pista, ma sono sicuro che sia Joao che il team Antonelli siano pronti alla prima sfidaanalizza il manager Giovanni Minardi

L’appuntamento inaugurale della Formula 4 Italia scatterà venerdì 1 maggio coi due turni di prove libere da 30’ ciascuno, in preparazione dei due turni di qualificazione in programma sabato (ore 9.10 e 9.35), determinanti per lo schieramento delle due gare da 28’ + 1 giro (sabato ore 14.10 e domenica ore 14.20).  I semafori della spint-race da 18’ + 1 giro si spegneranno invece domenica mattina alle 9.00

F4 – Joao Vieira in azione a Imola “Battuta ancora una volta la pole 2014”

Prosegue il cammino di Joao Vieira verso la tappa inaugurale della seconda stagione dell’Italian Formula 4 Championship, in programma il prossimo 3 maggio sul tracciato “Piero Taruffi” di Vallelunga.

Dopo Monza, il brasiliano di casa Antonelli Motorsport si è trasferito sulla pista intitolata ad Enzo e Dino Ferrari di Imola che ospiterà le Tatuus F4 nel penultimo round stagionale nel mese di settembre. Una due giorni di test in cui lo staff di Marco Antonelli ha lavorato al fianco del pilota con l’obiettivo di proseguire lo sviluppo della vetture e studiarne il differente comportamento con le mescole nuove e usate. Abitando a pochi chilometri da Imola, l’appuntamento di Imola ha sempre un sapore particolare per il brasiliano “E’ la mia gara di casa. Per questo voglio arrivare pronto. L’anno scorso avevamo fatto un buon lavoro e in queste due giornate siamo ripartiti proprio da li” commenta Joao VieiraSia con gomme nuove che usate sono riuscito a stare sotto la pole dell’anno scorso, girando rispettivamente in 1’45”290 e 1’45”700. Avrei potuto migliorarmi ulteriormente, ma sul finale è arrivata una bandiera rossa che ha interrotto la giornata. Stiamo lavorando nella direzione giusta e ogni volta che scendo in pista con questa macchina mi trovo sempre più a mio agio. Il riscontro definitivo però ci sarà solamente nella prima gara a Vallelunga”

Sono state due giornate veramente intense nelle quali Joao ha percorso diversi giri, raccogliendo numerosi dati che saranno utili per la stagione, in particolar modo per l’appuntamento di Imola. Siamo rimasti molto contenti dei riscontri cronometrici segnati con le due mescole, anche se ci aspettavamo un margine maggiore. Certamente stiamo lavorando nella direzione giusta. Gli obiettivi quest’anno sono ambiziosi e vogliamo partire forte fin dalla prima garaanalizza il manager Giovanni Minardi

Domenica, l’Adria International Raceway sarà teatro di un’inedita sfida tra Joao Vieira e Marco Antonelli, Driver VS Team Principal, nella prima prova della Champion Kart targata Parolin. Che vinca il migliore!

F.4 – Mugello da podio per Joao Vieira

Il selettivo tracciato toscano del Mugello ha messo in risalto tutte le qualità tecniche di Joao Vieira che, al terzo appuntamento dell’Italian F4 Championship Powered by Abarth, conquista il primo podio.

Il terzo posto è la ciliegia sulla torta di un buon fine settimana che ha cancellato la delusione di quindici giorni fa a Imola, conquistando un ottimo en-plein con tre arrivi a punti in altrettante manches per un bottino complessivo di 32 punti.

Dopo aver firmato la terza fila nei due turni di qualifiche del sabato mattina, rispettivamente con il quinto e sesto miglior crono, il 16enne driver brasiliano originario di Gurupi conquista la zona punti nelle prime due gare grazie ad un ottimo quinto posto in gara-1 e un settimo posto nella gara sprint. La soddisfazione più grande arriva proprio sul finale con una gara tutta all’attacco, che dalla quattordicesima posizione lo porta alla conquista del terzo gradino e del primo podio stagionale. “Sono veramente soddisfatto sia per il primo podio sia per il week end. Fin dal primo contatto nei test delle scorse settimana il tracciato mi è piaciuto tantissimo, in quanto molto veloce e tecnico. Pertanto molto adatto al mio stile di guida. Devo ringraziare anche tutto lo staff dell’Antonelli Motorsport che sono veramente molto bravi, così come i preparatori del Driver Program Center. Questo podio deve essere solo l’inizio” commenta Joao Vieira

Sono veramente soddisfatto. Durante il test ero rimasto positivamente colpito e questo podio è la conferma delle buone qualità tecniche e velocistiche di Joao. Il Mugello è una pista impegnativa e lui è stato bravissimo a non commettere nessun errore. In gara-3, nonostante una partenza non perfetta, ha recuperato numerose posizioni fino alla conquista del podio. Un risultato che fa morale in vista della seconda metà di stagione” commenta il manager Giovanni Minardi

Grazie a questi preziosi risultati Joao scala vertiginosamente la classifica generale entrando di prepotenza nella Top Eight con un bottino di 33 punti

F.4 – Joao Vieira al lavoro per il secondo round all’Enzo e Dino Ferrari di Imola

Archiviato l’esordio positivo nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth con la conquista della zona punti all’Adria International Raceway, per Joao Vieira si aprono le porte del secondo round in programma questo fine settimana all’Enzo e Dino Ferrari.

In attesa del primo semaforo verde di Imola, il 16enne brasiliano è tornato al volante della Tatuus F4 T014 del team Antonelli Motorsport sul tracciato del Mugello, firmando così il suo debutto sul tracciato toscano che ospiterà il terzo week end della neonata serie, fortemente voluta dalla FIA. Per Joao è stata l’occasione di fare conoscenza con l’impegnativo layout del tracciato internazionale di proprietà della Ferrari contraddistinto da severi cambi di pendenza e da curve molto veloci e cieche, come le “due Arrabbiate”

Un esordio positivo che ha visto Joao occupare saldamente le posizioni di vertice segnando riscontri cronometrici importanti, con costanti miglioramenti ad ogni sessione “E’ stata una giornata molto proficua e sono rimasto positivamente sorpreso dal velocemente adattamento di Joao alla pista, considerando che non aveva mai visto il tracciato. Con mescole usate è stato il più veloce e solo un problema tecnico gli ha negato la possibilità di firmare la migliore prestazione con un set nuovo” commenta il manager Giovanni Minardi.

In preparazione del secondo appuntamento il 16enne originario di Gurupi si è trasferito nel Quartier generale dell’Advanced Vehicle Science Centre Bhai Tech di Mestrino per una sessione al simulatore “Ho avuto la possibilità di studiare il tracciato e le traiettorie. In questo modo avrò la possibilità di lavorare più tranquillamente una volta arrivato in pista” commenta Joao Vieira “Per quanto riguarda il tracciato del Mugello, mi è piaciuto fin da subito. Una pista veramente tecnica con curve molto veloci e impegnative. Il lavoro con il team è stato focalizzato al week-end di gara” prosegue il pilota della Minardi Management. La testa però è già rivolta a Imola “Dopo aver conquistato la zona punti ad Adria, l’obiettivo deve essere il podio. Al simulatore ho iniziato a studiare il tracciato e le “Acque Minerali” e la “Rivazza” sono le due curve più impegnative” conclude il brasiliano

Il sipario sul week end all’Enzo e Dino Ferrari di Imola si alzerà venerdì 27 coi tre turni di prove libere, in preparazione delle qualifiche di sabato 28 (ore 11.10 e 12.00), che determineranno lo schieramento di partenza delle due manche di gara (28’ + 1 Giro), con start sabato alle 17.30 e domenica alle 16.50. In mezzo, con partenza alle 10.50, la gara sprint (18’ + 1 Giro)

Il Made in Italy torna di moda

La nuova stagione agonistica è ormai alle porte e, oltre alla Formula 1, anche i vari campionati propedeutici stanno completando le griglie di partenza. Come già successo per il 2013, anche il nuovo anno sta nascendo sotto la migliore stella per il tricolore, con tantissimi giovani impegnati nei Campionati più importanti a livello internazionale, nonostante un periodo di recessione che rende i lavori più complicati.

Gimmy Bruni, Davide Rigon, Luca Ghiotto, Antonio Fuoco, Raffaelle Marciello, Riccardo Agostini e Antonio Giovinazzi sono solo alcuni dei nomi che proveranno a far risuonare ripetitivamente l’Inno di Mameli negli autodromi più importanti, dal FIA WEC alla GP2 passando per la F.3 Euro Series “Arriviamo da un momento di grande riorganizzazione, sia a livello Karting che delle formule. Come ACI-CSAI e Scuola Federale stiamo raccogliendo i primi frutti di sei/sette anni di lavoro e anche l’Italia sta recuperando credibilità e forza a livello politico grazie al Presidente Sticchi Damiani” commenta Gian Carlo Minardi al sito www.minardi.it “L’obiettivo è quello di tornare ai fasti degli ’80. Oggi abbiamo due prime guide come Bruni e  Rigon pronti a difendere i nostri colori su altrettante Ferrari di AF Corse nel Mondiale FIA WEC, un Raffaelle Marciello in GP2 con Racing Engineering, Luca Ghiotto pronto al grande salto con Draco in WSR 3.5 e un bel trio Fuoco-Agostini-Giovinazzi nell’Europeo F.3” prosegue il manager faentino

L’Italia inoltre sarà la prima nazione a trasformare in realtà, con una vettura tutta Made in Italy, il progetto Formula 4, fortemente voluto dalla FIA e dal suo Presidente Jean Todt. Telaio TATUUS, Motore FIAT, Pneumatici PIRELLI sono i principali ingredienti “Con grande orgoglio quest’anno daremo vita al primo Campionato Formula 4 e lo faremo con una vettura nostrana. Tutti i bandi infatti sono stati vinti da aziende italiane. Solo il cambio, per volontà delle Federazione Internazione, arriva da oltralpe. Ad aprile sono programmate le prime consegne da parte del costruttore e per il mese di maggio i primi due test collettivi sui tracciati di Vallelunga e Adria” I riscontri positivi arrivano anche dalle prenotazioni “Sono oltre venti le vetture prenotate fino ad oggi con l’ingresso anche di realtà già impegnate in altri campionati. Da parte di qualcuno c’è la volontà di creare una proprio filiera per preparare i giovani a diversi palcoscenici, con un futuro sia a ruote coperte che tra le formule

Un segnale di questa rinascita arriva anche dal Gruppo FIAT che si sta riaffacciando al mondo delle corse “E’ un segnale certamente positivo. Dietro agli anni d’oro targati ‘70-’80 c’era la forte presenza del gruppo torinese” conclude Minardi “I ragazzi che arrivavano dalle formule propedeutiche trovavano uno sbocco professionale grazie all’ impegno della FIAT in tantissime categorie, cosa che in questi ultimi anni forse è venuta a mancare. Serve anche questo per provare a ritrovare gli splendori di una volta

La Formula 4 prende forma

 

Telaio Tatuus, Propulsore  FIAT 4 cilindri turbo da 1,4 litri FPT, Promotore WSK Promotion… con estrema decisione tutti i tasselli che comporranno il mosaico della nuova FIA Formula 4 prendono posto.

La nuova categoria voluta fortemente dalla FIA e appoggiata dall’Automobile Club d’Italia,  che sarà la prima a percorrere questa strada, nasce con l’obiettivo di scoprire i nuovi talenti dell’automobilismo sportivo facendo da ponte tra il mondo del karting e le monoposto, essendo aperta ai ragazzi che hanno compiuto i 15 anni.

Il Campionato Italiano, che vedrà al via i telai Tatuus spinti dal propulsore FTP da circa 160 cv,  sarà composto da sette appuntamenti e scatterà nel mese di maggio sulla pista di Vallelunga per chiudere a Barcellona il 19 ottobre, passando per le piste di Adria, Imola, Mugello e Monza. Ancora da decidere il tracciato che ospiterà l’evento in programma l’8 giugno. A breve sarà diramato anche il nome del fornitore di pneumatici.

Per quanto riguarda i costi sono naturalmente confermate le cifre già espresse dalla FIA. Il telaio costerà 33.000 euro più iva, ed il motore 9.500 euro più iva.