Articoli

Gian Carlo Minardi “Già al lavoro sulla F. ACI CSAI Abarth 2014”

Tra le terre che furono di Dante Alighieri lo scorso fine settimana sono tornati ad accendersi i riflettori sulla Formula ACI CSAI Abarth. Archiviato il terzo appuntamento, il Campionato Italiano si appresta ora a entrare nella seconda metà di stagione con una classifica ancora tutta da scrivere e aperta a diversi finali.

Analizzando i dati della serie tricolore il “numero perfetto” compare diverse volte: oltre al numero di gare fino ad oggi disputate e ad altrettante ancora da correre – Imola, Misano, Monza -, tre sono i piloti racchiusi in una manciata di punti (Michele Beretta, Simone Iaquinta e Lukas Moraes) e in scia ad Alessio Rovera, al comando della classifica generale, e altrettanti sono stati i piloti che si sono divisi il gradino più alto del podio nell’ultimo fine settimana.

Il week end tra le colline toscane era iniziato con la nuova doppia pole position per Alessio Rovera che portava così a sei su sei le partenza dal palo, ma ancora una volta in gara le carte si sono rovesciate con Michele Beretta e Simone Iaquinta che replicano alla vittoria del leader, rispettivamente in  gara-2 e gara-3 tenendo vivi i giochi in vista della seconda metà.

La Formula ACI CSAI Abarh si sta dimostrando un campionato di altissimo livello e una serie addestrativa per i ragazzi che si affacciano al mondo delle formule. Anche al Mugello abbiamo avuto gare interessanti con tre vincitori diversi” analizza Gian Carlo Minardi “Ci apprestiamo ad accogliere la seconda parte del campionato con almeno quattro pretendenti alla vittoria finale. ACI CSAI sta già lavorando in ottica 2014 per ottimizzare al meglio questa Formula e per renderla sempre più attrattiva a nuovi team e piloti” racconta il Supervisore della Scuola Federale ACI CSAI e collaboratore Ferrari

Gian Carlo Minardi "Ci manca solo il supporto di una casa automobilistica"

FAENZA – La crisi non guarda in faccia nessuno e sta colpendo in modo importante anche il mondo sportivo e, in particolar modo, il motor sport dove le risorse economiche hanno un ruolo vitale, sia per i team che per i piloti stessi. Il 6 dicembre sarà così ricordato come il giorno in cui la Federazione, in accordo con la FIA, ha deciso di fermare, dopo 49 edizioni, il suo campionato propedeutico di punta: la Formula 3 Italia.

Nel 2013 quindi gli sforzi dell’ACI CSAI e Federazione saranno concentrati sulla F. ACI CSAI Abarth, categoria che in questi primi anni di vita, si è dimostrata addestrativa grazie anche ad una vettura prestante e di alto livello tecnico come la Tatuus “In questo momento è molto facile criticare. Il 6 dicembre è stata presa una decisione sofferta, ma che potrà rilanciare alcune categorie. La CSAI ha preso questa decisione in collaborazione con la FIA, con cui ha costantemente collaborato. Oggi ci troviamo davanti a campionati che chiudono, come la Formula 2, o altri che hanno i calendari definiti ma senza una certezza sugli iscritti. Al di la dei proclami e difendere, o di essere addirittura coinvolti nel supportare alcune formule e categorie, la realtà è che ad oggi ci sono pochi contratti firmati. Per un certo senso abbiamo giocato di anticipo con una decisione che può sembrare anche impopolare e siamo pronti a supportare nuovi progetti ” commenta Gian Carlo Minardi”.

Nel 2013 saremmo quindi presenti con la migliore formula addestrativa che esista sul mercato e che potrà diventare, nel prossimo futuro, il punto di unione tra l’economica Formula 4 e le eventuali F.3 internazionali. Chi ha preso parte alla F. ACI CSAI Abarth, e alla Formula 3 Italia, è riuscito a mettersi in evidenza anche nelle categorie superiori. Ultimo su tutti Riccardo Agostini che, dopo aver militato nella F. Abarth e F.3 Italia, al debutto in WSR ha segnato tempi da prima fila. Il nostro unico problema è la mancanza del supporto da parte di una casa automobilistica. Vogliamo continuare a sostenere i nostri ragazzi talentuosi che purtroppo non hanno le disponibilità economiche per emergere e mettersi in mostra attraverso programmi studiati, come abbiamo fatto quest’anno con l’utilizzo dei telai Tatuss di proprietà della Federazione. Così facendo abbiamo dato la possibilità a quei giovanissimi di provare una vettura formativa durante in week end di gara, di mettersi in mostra e, contemporaneamente, di confrontarsi con i piloti più esperti della serie. Ben vengano quindi campionati a bassissimo costo per valorizzare i giovanissimi provenienti dal kart.
Per concludere, mi piacerebbe vedere qualche sponsor disposto a sposare la causa dei giovani piloti aiutandoli ad emergere. In cambio avrebbero un ritorno sia di immagine che economico non indifferente…
” conclude il manager faentino

Lettera aperta di Gian Carlo Minardi

Con l’appuntamento di Valencia si è acceso il semaforo verde sui campionati italiani di Formula ACI CSAI Abarth e Formula 3 Italia. Le due serie ci hanno regalato un bellissimo week end sia per la coreografia del tracciato sia per la partecipazione in termini di pubblico.

Purtroppo rimane il rammarico per la difficoltà che stiamo trovando nel far decollare questi due campionati, dal livello qualitativo alto. Dall’altra parte la soddisfazione più grande è data da un lotto di ragazzi giovani estremamente vicini sul tempo del giro che potranno creare tensioni ai compagni più esperti. Proprio in gara-3 della Formula Abarh abbiamo assistito ad un bel ribaltone. Ci aspetta una stagione aperta. Personalmente credo molto in questa serie che non è certamente seconda a nessuna per prestazioni, qualità e costi. Purtroppo le critiche che continuano ad apparire non sono di aiuto a nessuno. E’ un peccato mortale che non venga presa in considerazione dai genitori e piloti come primo step dell’automobilismo, nonostante i risultati siano dalla nostra parte. I piloti che si sono cimentati al volante della Tatuus Formula ACI CSAI Abarth hanno primeggiato e fatto podi fin da subito in Formula 3 e si sono messi in evidenza nei primi test della GP3. Questo significa che stiamo parlando di un campionato addestrativo ed estremamente competitivo, che prepara i piloti del domani.

Invito tutti i genitori, che sono i primi sponsor dei ragazzi, a venirci a trovare per porci delle domande. Credo che una delle strade per crescere sia proprio la F. Abarth. Il podio della gara sprint della Formula 3, formato dagli ex “Abartisti” Niederhauser, Sirotkin e Barrabeig è un altro esempio.

Con l’arrivo in Italia le macchine comunque dovrebbero salire a 17-18. E’ il nostro obiettivo. I genitori sono rimasti soddisfatti dal calendario che va incontro alle esigenze scolastiche dei figli. Non dobbiamo infatti dimenticarci che stiamo parlando di ragazzi che sono impegnati nella scuola dell’obbligo. Pertanto stiamo tenendo in considerazione questo aspetto.

abarth_ghiotto.jpg'

Discorso diverso per la Formula 3 Italia, campionato competitivo che saprà far divertire. Devo fare i miei complimenti alla Prema Powerteam per l’en-plain nelle qualifiche e nelle prime due gare, mentre nella sprint-race abbiamo assistito ad un bel ribaltone grazie anche alle strategie di BVM-Target ed Euronova che, risparmiando un set di gomme nuove, hanno portato sul podio i loro piloti. Anche in questa serie abbiamo piloti esordienti che sono già in grado di competere con i compagni più esperti.

Con tre gare per week end e lo stesso numero di pneumatici della passata stagione sarà importante saper andare forte senza strapazzarle. Team e piloti dovranno gestire al meglio gli pneumatici. Anche questo aspetto aiuta i piloti a crescere e a prepararsi per i passi successivi. Oggi abbiamo una Formula 1 dove la gestione delle gomme Pirelli è fondamentale in quanto hanno un degrado improvviso ed importante.

Stiamo lavorando in ottica presente e futuro per migliorare questi due campionato per migliorare l’avvicinamento dei giovanissimi. Inoltre siamo in attesa delle decisioni che sono al vaglio della FIA sulla F.3 del domani, per poterci adeguare ed essere sempre più competitivi.

cheever_formula_3.jpg'

Gian Carlo M.

F. Abarth – Super Vicky al Mugello

Bella ma soprattutto veloce. Stiamo parlando di Vicky Piria, la driver perugina del team Prema, che sul tracciato del Mugello in occasione del test collettivo organizzato dal campionato, in preparazione dall’appuntamento del 2 ottobre, ha staccato una prestazione da applausi.

Lasciata alle spalle la pausa estiva la lady della Minardi Management si è presentata sul tracciato toscano determinata a scrivere un finale di stagione da protagonista. Detto fatto. Vicky si è messa immediatamente al lavoro sfruttando ogni minuto del turno di test curando nel dettaglio ogni singola parte della vettura, staccando nel terzo turno un meraviglioso 1’45’’815 che le è valsa la quarta posizione a poco più di 8 dec dal leader del campionato.

Finalmente siamo arrivati nelle posizioni che ci aspettavamo, dopo una crescita costante. Il lavoro di tutto il team sia servito a creare le motivazioni giuste per far esprimere a Vicky tutto il suo potenziale. Questo deve essere il nostro punto di partenza su cui cominciare a lavorare. Per il week end di gara sono molto fiducioso,” commenta il manager Giovanni Minardi

Si sta chiudendo quindi un’estate ricca di soddisfazioni per la talentuosa lady della Formula ACI CSAI Abarth, iniziata con la prestazione della giovane pilota nel tempio dell’automobilismo: Spa Francorchamps in Belgio il 7 agosto. Una prova superba in un circuito difficile e velocissimo che mette in risalto le qualità dei veri talenti.

Le soddisfazioni personali sono arrivati lontano dagli autodromi grazie al privilegio di far parte, come testimonial, della Campagna Carpisa per la presentazione della nuova collezione 2011-2012 in occasione del decimo anniversario dell’azienda. tale campagna Carpisa ha voluto sostenere “Medici senza frontiere” e Vicky ed altri giovani talenti hanno rinunziato ben volentieri al loro compenso per sostenere l’associazione.

Sono felicissima di tutto quello che mi è successo in questi giorni e ciò rappresenta per me un grosso stimolo per andare avanti. Siamo quasi alla fine di questa stagione e sto guardando già al mio prossimo futuro. Ho ricevuto diverse offerte che valuterò con molta attenzione, per prenderò a breve la decisione più giusta e iniziare la preparazione. Voglio ringraziare i miei sponsor Carpisa, Yamamay, Oakley ed Eise per avermi supportato in questo anno. Tra una settimana però c’è il Mugello, dove cercherò di conquistare un grande risultato” racconta Vicky

vicky_pria.jpg'

F. Abarth – Punti e grinta per Vicky Piria a Imola

Ho ancora un po’ di amaro in bocca ma nonostante tutto sono entrata nuovamente nella top ten” sono le prime parole di Vicky Piria chiamata ad analizzare il suo week end all’Enzo e Dino Ferrari, teatro del quarto round del campionato italiano di Formula ACI CSAI Abarth.
Continua a leggere

F. Abarth – Week end sotto le aspettative per Lorenzo Camplese a Misano

lorenzo_camplse.jpg'Un sesto posto che non soddisfa Lorenzo Camplese, arrivato sulla pista di Misano Adriatico con ambizioni ben più importanti, soprattutto dopo il successo conquistato a Varano e il miglior tempo nel test collettivo. Fin dalle prove libere il driver pescarese ha intuito che sarebbe stato un fine settimana sofferto e il cronometro è stato una conferma: tre decimi costantemente più lento del miglior tempo segnato solamente sette giorni prima proprio sulla pista romagnola, tre decimi che avrebbe potuto significare pole position.
Continua a leggere

F. Abarth – Vicky Piria lotta con caparbietà a Misano

vicky_pria.jpg'E’ una classifica quella del Misano World Circuit che non rende giustizia ad un driver come la 17enne umbra Vicky Piria, una ragazza che per tutto il week end ha lottato con caparbietà giro dopo giro tenendo il passo indiavolato dei primi dieci della classifica, rimontando senza perdersi d’animo.
Continua a leggere

F. Abarth – Lorenzo Camplese conquista la prima vittoria a Varano

lorenzo_camplse.jpg'Promessa mantenuta e obiettivo centrato. Sullo sfondo del Ricardo Paletti, teatro del secondo round del campionato Formula ACI CSAI ABarth Italia Lorenzo Camplese ha messo il suo sigillo sul gradino più alto del podio, firmando anche la prima vittoria personale in monoposto.
Continua a leggere

F. Abarth – Gian Carlo Minardi “Soddisfatto delle 23 monoposto”

Minardi.jpg'Questo fine settimana sul tracciato di Vallelunga si accenderà il primo semaforo verde della nuova stagione della Formula ACI CSAI Abarth, la seconda dopo l’eclatante debutto nel 2010. Al Piero Taruffi saranno 23 le monoposto pronte a darsi battaglia lungo i suoi 4085 mt, un numero certamente importante anche se inferiore a quelli fatti registrati lo scorso anno.
Continua a leggere

Gian Carlo Minardi a 360° tra F. Abarth e F.3

Minardi.jpg'Sul circuito del Mugello team e piloti della F. Abarth e F. 3 Italia hanno riacceso i propulsori per una nuova due giorni di test, in preparazione della nuova stagione che si avvia verso il semaforo verde. E’ stato anche l’occasione per testare, e approvare, il nuovissimo manto stradale steso sul tracciato toscano che ha permesso di migliorare le performance.
Continua a leggere

F. Abarth – Alessandra Brena continua il lavoro di sviluppo

alessandra_brena.jpg'Nell’impianto romagnolo di Imola Alessandra Brena è tornata al lavoro con la sua Tatuus per proseguire l’ apprendistato e il percorso di avvicinamento alla prima gara del campionato Formula ACI CSAI Abarth.
Continua a leggere

Alessandra Brena prepara l’ingresso in Formula Abarth

brena.jpg'Dopo aver accumulato chilometri, vittorie e una grande esperienza al volante del suo kart nel campionato italiano EasyKart per la giovanissima Alessandra Brena, classe 1995, è arrivato il momento del grande passo verso il mondo delle monoposto.
Continua a leggere