STREPITOSO DOPPIO PODIO PER PUJATTI NELL’ITALIANO DI ADRIA

Sembrano oramai sempre più vicini i festeggiamenti per la prima vittoria assoluta nella categoria X30 Junior del giovane pilota del Team Driver Nicholas Pujatti. Il driver friulano infatti dimostra sempre più confidenza con il suo nuovo mezzo e occupa, oramai costantemente, i piani alti delle classifiche di categoria sia della IAME Series Italy che del Campionato Italiano ACI Karting. Proprio in quest’ultimo il driver di Pordenone ha fatto scintille nella quarta tappa di Adria (RO) che si è disputata nel week end sul tracciato rodigino e che ha visto al via, nella sola categoria X30 Junior, più di 40 piloti iscritti. Sfruttando infatti il tempo particolarmente inclemente, a lui da sempre molto congeniale, Pujatti ha ottenuto uno splendida doppia piazza d’onore nelle due manche di gara della Domenica che lo proiettano ora nella TOP 5 della classifica di categoria, a stretto contatto con i diretti rivali per il podio assoluto. 5° in qualifica e due volte 8° nelle due manche di sfida (malgrado in una abbia scontato una penalità per la caduta del musetto), Pujatti ha sfruttato al 100% le prestazioni del suo Kart Republic per combattere duramente contro i top driver della categoria e dimostrare ancora una volta tutta la sua innata velocità. Grande soddisfazione dunque a fine gara per il pilota del Team Driver che ora attende ansioso di poter salire sul gradino più alto del podio.

Nicholas Pujatti:”Il meteo è stato davvero molto inclemente questo week end ma io in condizioni di pista scivolosa mi esalto e ho davvero cercato di sfruttare al meglio le condizioni. Devo fare un super ringraziamento a tutto il Team, al mio coach Travisanutto, agli sponsor, a Devid De Luchi, al motorista Nitto e al mio super meccanico Saponaro. Un grande lavoro di gruppo che ripaga di tutti gli sforzi messi in campo dall’inizio della stagione. A Val Vibrata voglio fare ancora meglio e recuperare ancora posizioni in classifica di campionato.”

Giacomo Pedrini in evidenza nelle qualifiche di Adria

E’ stato un fine settimana non facile, non solamente per le impervie condizioni climatiche. Lasciamo Adria con un nulla di fatto, ma con la consapevolezza di aver dato il massimo e aver messo nelle migliori condizioni possibili tutti i nostri piloti. Nella 60 Mini sia Giacomo che Davide hanno alternato prestazioni notevoli arrivando anche a lottare coi primi riuscendo a recuperare diverse posizioni, ad errori con cui hanno vanificato l’intero lavoro col risultato di restare esclusi dalla fase finale. Peccato per l’incidente nelle prove libere che ha costretto Andrea a saltare l’intero fine settimana, anche se fortunatamente in classifica non ha perso molto terreno e a Val Vibrata tenteremo il tutto per tutto. Come già sapevamo, per Samuele la pioggia non è il suo habitat, mentre Luigi si è reso protagonista di errori imperdonabili. Ora avrà modo di ragionare sul suo weekend. Ad Agosto organizzeremo un test a Val Vibrata poiché nessuno dei nostri piloti conosce la pista, in modo di arrivare pronti per l’ultimo appuntamento del Campionato Italiano ACI in programma dal 30 agosto al 1 settembre” commenta il team manager Andrea Pedrini.

La quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting sul circuito di Adria è stata fortemente condizionata dal maltempo e dalla forte pioggia, dopo il grande caldo dei giorni precedenti. Il team cesenate NEWMAN Motorsport si era presentato ai nastri di partenza delle tre categoria (60 Mini, X30 Junior e Senior) con cinque piloti, ma a causa del brutto incidente – fortunatamente senza gravi conseguenza fisiche – durante le prove libere del giovedì, Andrea Filaferro è stato costretto a saltare il weekend di gara. Nonostante lo “zero” forzato in casella, il talentuoso kartista friulano resta in gara per il titolo italiano, che il weekend del 30 agosto e 1 settembre vivrà l’appuntamento conclusivo sulla pista di Val Vibrata.

Giacomo Pedrini si mette in spolvero nella giornata di venerdì con l’ottavo tempo in qualifica e in alcune manche lottando con Pawel e Scognamiglio, mentre il team-mate Davide Larini si rende protagonista di numerose rimonte nelle Heat, chiudendo la gara di ripescaggio al dodicesimo posto.

In X30, Samuele Mengozzi (Junior) conquista il quindicesimo e sedicesimo posto nelle due manche dopo aver marchiato il tredicesimo posto nel suo turno di qualifica archiviando il fine settimana di Adria con la ventitreesima e ventiseiesima posizione. Fine settimana da dimenticare per Luigi Postiglione (Senior) che viene squalifica in gara-1 per non aver rispettato le bandiere, riuscendo a riscattarsi parzialmente in gara-2 con otto posizioni recuperare dopo esser partito dall’ultima posizione.

Problemi tecnici fermano Mattia Bucci ad Adria nel quarto round del Campionato Italiano ACI Karting

La quarta prova del Campionato Italiano ACI Karting sul circuito di Adria, condizionata fortemente dal maltempo e dalla forte pioggia dopo il grande caldo dei giorni precedenti, non è stata di buon auspicio per la giovane promessa del karting di Catignano Mattia Bucci.

Fin dalle qualifiche diversi problemi tecnici hanno attanagliato le manche di Mattia Bucci compromettendo inesorabilmente il proseguo del weekend, alterando le prestazioni del materiale. Costretto a partire dalle retrovie nelle manche eliminatorie, Mattia si rende protagonista di importanti rimonte che fanno ben sperare per provare ad accedere alla fase finale, ma durante la terza “heat” il kartista viene tamponato da un collega, riportando seri danni al freno, che resta bloccato, e all’assale. Anche la quarta manche, corsa sotto il diluvio, si chiude in anticipo quando il motore si ammutolisce al secondo giro dopo esser passato in un tratto di pista particolarmente bagnato vanificando il tentativo di rimonta e chiudendo in anticipo il fine settimana.

E’ stato un weekend difficile. Ero arrivato ad Adria con la grande voglia di riscatto, ma purtroppo non siamo riusciti ad entrare nuovamente in Finale. Nonostante i diversi problemi ha provato a recuperare, accumulando tantissima esperienza soprattutto in condizioni di pista bagnata. Fin dall’inizio della stagione eravamo consapevoli delle difficoltà che avremo incontrato a causa della mia struttura fisica, penalizzante per questi kart e la categoria 60 Mini. Per questo siamo già al lavoro per programmare il passaggio alla categoria superiore. La pausa estiva sarà utile in questo senso. Ringrazio tutto il team Ma.G.Red, il motorista Manolo Bassetta GBR e tutti gli sponsor che mi sostengono in questa straordinaria avventura” commenta Mattia Bucci.

F1 | Gp Germania, IL PUNTO di Gian Carlo Minardi

Abbiamo assistito ad un gran premio di Germania ricco di colpi di scena e molto interessante che ha premiato chi non ha commesso il minimo errore, come la Toro Rosso che festeggia un incredibile terzo posto con Kvyat, a cui vanno tutti i miei più sinceri complimenti, e la Ferrari con un perfetto Vettel. Il tedesco è riuscito a raddrizzare un weekend nero per Maranello dopo la doppia debacle del sabato durante le qualifiche.

Sebastian ha sfruttato ogni occasione che gli si è presentata senza commettere errori riuscendo a non cadere nella trappola dell’ultima curva che ha fatto vittime illustri, tra i quali i due piloti Mercedes e il suo compagno di box, oltre a Raikkonen (abilissimo nella tenuta) e a Nico Hulkenberg.

La Ferrari ha dimostrato certamente di essere in crescita e molto vicina al primo successo. In Germania ha dimostrato un’importante competitività sia col caldo che sotto la pioggia. Purtroppo Leclerc ha commesso un errore di gioventù, che ci può stare in queste condizioni difficili.

Verstappen si è meritato la vittoria, la seconda stagione, e a lui va il riconoscimento di miglior pilota del GP, insieme a Vettel. L’olandese ha gestito la corsa occupando costantemente le posizioni di vertice. Complimenti alla Honda che conquista il primo e terzo posto con le due scuderie. Con questo risultato la Toro Rosso scalza la Renault dal quinto posto e si piazza alle spalle di una McLaren in forte ascesa.

Risultato positivo anche per il nostro portacolori Antonio Giovinazzi che mette in bacheca ulteriori quattro punti sopravanzando in classifica Grosjean. Ancora una volta ha rispettato gli ordini di scuderia e sono molto fiducioso sul suo finale di stagione. Deve continuare su questa strada, senza commettere errori e saranno i risultati a parlare per lui.

Complimenti anche a Lance Stroll, un quarto posto che lo ripaga di tutte le critiche ricevute fino ad oggi e che lo stanno accompagnando nella sua carriera. Anche con una strategia rischiosa ha dimostrato di avere le carte in regola per restare in F1.

Prima di darvi appuntamento al prossimo gran premio in Ungheria, è giusto sottolineare l’ottimo lavoro di Kimi Raikkonen. Ancora una volta, il finlandese, al volante di una macchina in cui non deve dimostrare di essere un Campione del Mondo, riesce a dare il meglio di se conquistando risultato importanti, così come aveva già fatto in passato con la Lotus al rientro dopo la parentesi nei rally. Da manuale il suo controllo in occasione dell’uscita di pista all’ultima curva. In Ungheria, lui e Antonio, potranno conquistare un altro bel risultato.

* Alle 21,00 arriva la comunicazione con cui i commissari penalizzano i due piloti dell’Alfa Romeo Racing Kimi Raikkonene e Antonio Giovinazzi con una penalità di 30″ facendoli uscire dalla zona punti

Gian Carlo Minardi

F1 | Gp Germania, MINARDI “I team hanno già la testa al 2021”

Siamo alla vigilia del Gran Premio di Germania, undicesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 che si prepara ad incoronare una stratosferica Mercedes, per la sesta volta consecutiva.

Il Circus arriva in Germania, teatro un anno fa dell’inizio del periodo “nero” di Sebastian Vettel che, purtroppo, non sembra ancora finito. Una Ferrari che dovrà concentrarsi sulla Red Bull, piuttosto che guardare avanti per provare ad aggiuntare la Mercedes. A Maranello è arrivato il momento di decidere su quale “cavallo” puntare per strappare il terzo posto a Max Verstappen e salvaguardare il secondo posto nel mondiale costruttori.

Sul fronte pneumatici, Vettel e Leclerc avranno a disposizione un set in più di Soft rispetto ai diretti avversari (9 contro le 8 di Mercedes e Red Bull) con Leclerc e Bottas che hanno optato per due mescole di Hard contro un solo set per Hamilton, Vettel e Verstappen. Le due prime guide di casa Mercedes e Red Bull avranno 4 set di Medie, una in più di Vettel e Bottas e due rispetto a Leclerc.

Le alte temperature potrebbero essere un’incognita importante, soprattutto per Hamilton e Bottas, come già successo in Austria. La notizia importante è che la Mercedes ha omologato un nuovo telaio e, proprio in questi giorni, anche la Red Bull ha superato tutte le prove di crash per una scocca con cui proverà ad allungare la vita delle gomme per ripetere il successo conquistato al “Ring”. Di contro Ferrari, che non porterà importanti novità ad Hockenheim, ha richiamato Simone Resta a Maranello oltre a lavorare sull’intero organigramma.

Tutte operazioni volte, non solamente al miglioramento delle prestazioni delle attuali monoposto, ma a velocizzare lo sviluppo della vettura 2020 per avere maggiore tempo di azione sulla “creatura” del 2021, oggetto di drastici cambi nei regolamenti tecnici. Nelle migliore delle previsioni le nuove linee guida saranno approvate ad ottobre (se i team raggiungeranno l’unanimità) e i top team stanno giocando in anticipo per avere maggiori margini di manovra.

Gian Carlo Minardi

F1 | Il futuro di Vettel secondo Gian Carlo Minardi

Dopo i primi dieci gran premi della stagione, Sebastian Vettel occupa la quarta posizione in classifica con 123 punti, 3 in più del giovane Leclerc e 13 in meno dell’altrettanto giovane Verstappen, contro i 223 del diretto avversario Lewis Hamilton.

Il tedesco di casa Ferrari è reduce anche dall’ennesimo errore in Inghilterra, ai danni del pupillo di casa Red Bull a cui si aggiunge anche la penalità subita in Canada. Intervenuto alla trasmissione radiofonica Pit Talk by F1 Sport.it, interpellato dal conduttore Antonio Granato, Gian Carlo Minardi ha parlato del possibile futuro di Vettel con la Ferrari.

Non credo che ci possano essere i presupposti che Vettel lasci la Ferrari a fine di questa stagione. In questo momento non vedo alternative tecniche valide. A fine 2020 invece gli scenari potrebbero essere moto diversi poiché saremo prossimi ad un cambio regolamentare importante e diversi contratti saranno in scadenza. Saremo di fonte ad un libro nuovo” commenta il manager faentino.

Non credo che la causa del basso rendimento di Vettel sia da attribuire a Leclerc poiché il periodo nero, con 10 errori in 20 gare, è iniziato l’anno scorso con Raikkonen come compagno di box. Non dimentichiamoci che dall’altra parte c’è un campione del calibro di Lewis Hamilton, che sta dominando con una freddezza disarmante. Non è facile convivere con questa realtà” conclude.

Siamo alle porte del Gran Premio di Germania, un anno dopo il patatrack che è costata a Vettel  la vittoria al 52esimo giro per un uscita di pista mentre si trovava al comando della corsa.

HISTORIC MINARDI DAY 2020: GIAN CARLO MINARDI SVELA LE DATE DELL’EDIZIONE NUMERO 5

Dopo il successo della quarta edizione con oltre 15.000 presenze nelle giornate di sabato e domenica, la macchina organizzativa dell’edizione numero 5 dell’ Historic Minardi Day è già messa in moto.

La prima grande novità è che nel 2020 il “viaggio” nella storia del Motorsport sarà raccontate in tre giornate. I cancelli dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari e i propulsori delle monoposto si accenderanno a partire dalle 9.00 di venerdì 24 aprile, per spegnersi solamente nella giornata di domenica 26 aprile. Tre giorni per stare a contatto con i bolidi che hanno reso glorioso il mondo sportivo dei motori arrivando alle Formula 1 passando per le vetture propodeutiche di F2, F3, F3000 e Gran Turismo.

Gian Carlo MinardiPer l’edizione del 2020, che sarà la numero 5, abbiamo deciso di venire in contro alle richieste dei nostri amici appassionati, sia italiani che esteri, che ogni anno raggiungono Imola con le loro fantastiche vetture. Hanno il piacere di poter girare maggiormente in pista e così, abbiamo pensato di accontentarli aggiungendo anche la giornata di venerdì. Pertanto aspettiamo tutti gli appassionati e tifosi da venerdì 24 a domenica 26 aprile

Thomas Baldassarri e Giacomo Pedrini archiviano la prima parte di stagione

Sia Giacomo che Thomas si sono comportati molto bene specialmente in prefinale, riuscendo a recuperare diverse posizioni considerando anche l’importante parterre di piloti che si sono aggiunti questo weekend in preparazione della Rok Cup Italia che si correrà ad inizio settembre sempre qui ad Adria. Purtroppo in Finale Thomas è stato costretto al ritiro al secondo giro dopo un contatto, mentre Giacomo non è riuscito a ripetere la prestazione restando in dodicesima posizione. Ora ci concentreremo sulla prossima tappa del Campionato Italiano ACI Karting, nuovamente qui ad Adria, in programma il prossimo fine settimana e, dopo la pausa estiva, Baldassarri e Giacomo saranno in azione nella Rok Cup Italia” commenta il team manager Andrea Pedrini.

L’ Adria Karting Raceway ha ospitato il sesto e l’ultimo appuntamento della ROK Cup – Area Nord – il cui programma si è svolto interamente nella giornata di domenica, coi giorni di venerdì e sabato dedicati alle prove libere. Line-up completa per NEWMAN Motorsport con Thomas Baldassarri e Giacomo Pedrini che hanno difeso i colori del team cesenate col materiale Tony Kart, mettendosi particolarmente in risalto nella Prefinale conclusa al dodicesimo (Giacomo) e quindicesimo posto (Thomas) con all’attivo diverse posizioni recuperare.

Essendo teatro anche della ROK Cup Italia, la gara one-shot che quest’anno taglierà il traguardo della 12esima edizione in programma il fine settimana del 6-8 settembre, Il circuito rodigino ha attirato nomi importanti di taratura internazionali rendendo ancora più prezioso il livello del fine settimana appena concluso. Un importante banco di prove sia per Giacomo che per Thomas in preparazione della sfida di settembre e della Superfinal 2019 che si disputerà sui tracciato internazionale South Garda di Lonato (9-12 Ottobre)

Foto: Sportinphoto Kart Photo-Agency

Dominio di Antonelli a Le Mans (OKJ) nel quarto round dell’ European FIA Karting Championship. Prossimo obiettivo: Mondiale in Finlandia.

Nuovo successo questo fine settimana per Andrea Kimi Antonelli, il giovane kartista bolognese in forza al Rosberg Racing Academy col materiale Kart Republic e direttamente da Mercedes e con la supervisione della Minardi Management di Giovanni Minardi.

Sul circuito di Le Mans intitolato al quattro volte campione del Mondo Alain Prost,condizionato anche dalla pioggia e dal maltempo, Antonelli ha dominato la scena del quarto round dell’European FIA Karting Championship conquistando la vittoria nella Finale OKJ, dopo esser partito dalla seconda posizione, tagliando il traguardo con un vantaggio di 317 millesimi su Spina.

Andrea Kimi Antonelli si conferma grande protagonista nella scena internazionale del karting conquistando la sua prima vittoria nell’europeo in OKJ firmando il miglior crono di manche nelle Qualifining Practice col tempo di 52.930 (quarto tempo assoluto a 47 millesimi dalla pole position).

Inserito nel gruppo D, Antonelli conquista il podio in tutte e cinque le manche delle HEAT con una vittoria, tre secondi e un terzo posto, che gli valgono il secondo posto assoluto alle spalle del norvegese Stenshorne, in un parterre composto da 79 piloti (34 qualificati per la Finale).

Con la vittoria in Finale, Andrea Kimi Antonelli conclude il suo primo campionato europeo in OKJ al secondo posto e il titolo di vice-campione con all’attivo 63 punti, risultando il migliore tra gli italiani.

Sono contentissimo per questa vittoria. L’ho aspettata e finalmente è arrivata. E’ stato un weekend molto bello in cui mi sono divertito. La Finale non è stata facile. Nei primi giri Stenshorne si è difeso molto bene, ma quando sono riuscito a sorpassarlo ho dettato il mio ritmo nonostante una pista molto scivolosa. Il secondo posto in campionato è un risultato importante anche se resta il rammarico per i punti persi all’inizio. Ora pensiamo al mondiale in Finlandia” commenta soddisfatto Andrea Kimi Antonelli.

Sono felice che finalmente sia arriva la prima vittoria nel Campionato Europeo CIK FIA. Un successo che si è meritato, anche se non cancella il rammarico per un inizio non facile. Anche questo titolo era ampiamente alla sua portata. Ora inizieremo a lavorare sul prossimo obiettivo, il Mondiale in Finlandia” commenta il manager Giovanni Minardi

Dopo la pausa estiva, Andrea Kimi Antonelli volerà in Finlandia sulla pista di Alahärmä in occasione del FIA Karting World Championship in programma dal 6 al 8 settembre.

Foto: Sportinphoto Kart Photo-Agency

F1 | Gp Inghilterra, IL PUNTO di Gian Carlo MINARDI “Leclerc straordinario su Gasly, ma queste gomme sono un’incognita”

Silverstone entra di diritto tra i gran premi più combattuti della stagione, anche se purtroppo restano delle incognite legate a queste gomme.

Cambiano le mescole, ma non cambiano i tempi sul giro, così come dimostra il miglior crono segnato da Hamilton, al 52esimo passaggio, con le hard, battendo il compagno che aveva appena montato le Soft. Mercedes si conferma regina incontrastata della stagione, ma resto esterrefatto da questa situazione. Tutti i team (ad eccezione di Ricciardo, Racing Point e Kubica) avevano portato solamente un set di Hard, sintomo che non rientravano nella strategia e invece si sono dimostrate determinanti al fine del risultato. Hamilton si è preso addirittura il lusso di firmare il miglior giro della gara.

Va in archivio una gara ricca di duelli a partire dalla sfida in casa tra Hamilton e Bottas nei primi giri, ma da cineteca è il sorpasso di Leclerc su Gasly, sia nella sua preparazione che nell’esecuzione. Mi fa piacere il recupero del transalpino che, mi auguro, possa trovare costanza nei risultati.

Dopo l’Austria, Verstappen e Leclerc ci hanno regalato un altro incredibile capitolo della loro personale sfida. Fortunatamente li hanno lasciati gareggiare. Il monegasco di casa Ferrari sta conquistando la supremazia all’interno del team, nonostante continuino a sbagliare le strategie nei suoi confronti, anche se il risultati finale non sarebbe cambiato. Questa Mercedes è decisamente superiore.

Silverstone sarà ricordata anche per l’ennesimo errore di Vettel, assolutamente indecifrabile.

Nonostante il risultato finale, weekend positivo per Antonio Giovinazzi. La dinamica della sua uscita di pista mi porta a pensare che possa essere stato tradito da un problema tecnico. Dopo il punto conquistato in Austria, in qualifica era riuscito a stare davanti al suo compagno. Credo abbia trovato la via giusta.

Silverstone archivia il suo fine settimana con 351.000 spettatori. Numeri importanti che rappresentano un bello spot per tutto il Motorsport. Stupenda la cornice di pubblico in un bel pomeriggio soleggiato. Mi auguro che i conti siano in positivo, poiché l’anno scorso, così come Monza avevano chiuso in rosso.

Gian Carlo Minardi

F1 | Gp Inghilterra, MINARDI “Pista veloce, Binotto e Wolff temono Silverstone?”

Inghilterra, Silverstone, appuntamento numero 10 della stagione. Mi fa piacere apprendere che il circuito abbia prolungato l’accordo con Liberty Media anche per i prossimi cinque anni. La Ferrari arriva nella tana del “lupo” dove esattamente un anno fa vince con Sebastian Vettel, davanti a Lewis Hamilton e a Kimi Raikkonen. Parliamo di un circuito storico, particolare e impegnativo che metterà a dura prova piloti e vetture.

Da una parte Mattia Binotto teme il tracciato inglese definendolo “… una delle piste più difficili della stagione, un tracciato dove la vettura viene messa a dura prova su assetto e bilanciamento, così come le gomme fortemente sollecitate
Dall’atra parte Toto Wolff spera nella pioggia e in temperature più clementi per i “suoi” propulsori dopo esser stati costretti a “sopravvivere in Austria” sperando in una clima intorno ai 28 gradi.

Non c’è ombra di dubbio che Hamilton e Bottas siano gli avversari da battere. La Ferrari ha dato segnali di risveglio, purtroppo non sfruttati al 100%. Parliamo di una pista veloce con curve particolari, in cui la safety-car e il consumo delle gomme avranno un ruolo importante. L’anno scorso i distacchi vennero annullati addirittura due volte per l’ingresso della vettura di sicurezza. Pertanto sarà una variabile da tenere conto nelle strategie. Hamilton vorrà cercare il riscatto, anche dopo il deludente gran premio in Austria, ma dovrà fare attenzione al consumo pneumatici che l’anno scorso aveva rallentato il finlandese. Ferrari e Mercedes si presentano a Silverstone con una strategia, almeno sulla carta, differente: 4 medie e 8 Soft per Mercedes contro 3 set “gialli” e 9 “rossi” per Ferrari.

Il terzo incomodo, sarà Max Verstappen con la Red Bull-Honda, galvanizzato dalla prima vittoria stagionale che l’ha lanciato al terzo posto nella classifica piloti davanti a Vettel. Speriamo di assistere ad un weekend esaltante, privo di polemiche.

Dopo l’ottimo avvio di stagione, la McLaren arriva in Gran Bretagna avendo rinnovato il contratto i suoi piloti, che si stanno confermando una delle migliori coppie del campionato con 52 punti all’attivo e il quarto posto, venti in più della Renault che le fornisce il propulsore. Umore alto anche in casa Alfa Romeo Racing, dopo il primo punto conquistato da Antonio Giovinazzi al “Ring” insieme a i due del finlandese che hanno lanciato il team svizzero al sesto posto.

Gian Carlo Minardi

WEEK END MOLTO CONSISTENTE PER PUJATTI NELL’ITALIANO DI SARNO.

Sul tecnico e veloce tracciato di Sarno (SA), teatro della terza tappa del Campionato Italiano ACI Karting, il pilota del Team Driver Nicholas Pujatti ha messo nuovamente in mostra la sua velocità e soprattutto la sua costanza di rendimento. Per il friulano il week end era iniziato abbastanza in salita con un 18° posto in qualifica frutto del non essere riuscito a sfruttare al 100% la gomma nuova in qualifica a causa di un pilota fermo in mezzo alla pista nel suo giro migliore. Qualificatosi solo 18°, Pujatti non si dava per vinto e nella prima delle due manche di sfida recuperava ben nove posizioni chiudendo sotto la bandiera a scacchi con un ottimo nono posto finale. Nella successiva manche il pilota del Team veneto riusciva a confermarsi chiudendo 8° una gara che lo vedeva comunque segnare tempi da top di categoria. Nelle due gare della domenica Pujatti confermava il trend positivo del week end chiudendo 8° Gara 1 e 5° Gara 2, dopo essere scattato dalla pole. Grazie a questi risultati Pujatti risale la china in classifica di campionato nella categoria X30 Junior andando ora ad occupare la sesta piazza quando mancano due tappe alla conclusione della serie tricolore ACI.

Nicholas Pujatti:”E’ stato davvero un peccato non riuscire a qualificarsi meglio a causa del pilota trovato fermo in curva nel mio giro buono nelle qualifiche. Risalire è stato tutt’altro che facile e ho cercato soprattutto di stare lontano dalle bagarre rimanendo comunque a stretto contatto con i primi. Adesso aspettiamo la prossima gara di Adria per riuscire a migliorare ancora.”

Il prossimo impegno nel Campionato Italiano ACI Karting per il pilota di Pordenone sarà a fine mese sul tracciato veneto dell’Adria Karting Raceway (RO) per la quarta tappa della serie tricolore.

Campionato Italiano Kart | Mattia Bucci in crescita a Sarno

A un mese dal debutto nel Campionato Italiano ACI Karting, questo fine settimana Mattia Bucci è stato tra i protagonisti sul Circuito Internazionale Napoli a Sarno, valido per il terzo appuntamento, nella categoria 60 Mini, col materiale BirelArt del team Ma.G.Red.

Il caldo e l’impegnativo tracciato di 1500 metri mettono a dura prova i giovani kartisti e Mattia, nonostante i pochi chilometri percorsi in questo inizio di stagione con solamente tre gare alle spalle (due Trofei e una gara di campionato) si rende protagonista di numerosi sorpassi e recuperi in ciascuna manche. Col 20esimo temo in qualifica e il 40esimo assoluto, su 53 partecipanti, nelle tre manche si mette in evidenza con start perfetti che lo fanno risalire velocemente. Purtroppo un errore e un problema tecnico vanificano parte del lavoro arrivando a perdere undici posizioni in appena due giri, sfiorando l’accesso diretto alla fase finale.

Nella gara di ripescaggio, dal tredicesimo posto, tenta il recupero portandosi subito al nono posto, prima di venire tamponato, in staccata, da un pilota alle sue spalle. Nonostante i gravi danni riportati al kart, tra cui al braccetto, Mattia taglia il traguardo, concludendo però in anticipo il weekend.

E’ stato un fine settimana molto difficile. Il livello del Campionato è molto alto e rispetto a tutti gli altri ho poche gare alle spalle e la differenza si fa sentire. Sono però contento perché sono riuscito a recuperare diverse posizioni in tutte le manche segnando buoni riscontri cronometrici. Sono molto dispiaciuto per il tamponamento subito nel ripescaggio perchè avevo il passo giusto per rientrare in Finale. La pista di Napoli è molto impegnativa ed è stata un’esperienza importante che mi sarà utile già ad Adria” commenta Mattia Bucci.

Dopo Sarno, il Campionato Italiano ACI Karting si trasferirà all’ Adria Karting Raceway, per il quarto round in programma dal 26 al 28 luglio